UNIPOL BANCA / OK DELL’ANTITRUST, E’ IN VENDITA

Condividi questo articolo

Unipol e Unipolsai mettono il turbo in Borsa dopo la notizia che l’Antitrust ha dato disco verde alla cessione di Unipol Banca.

Ora il big delle polizze di casa nostra può disfarsi di un peso, una palla al piede, come quella rappresentata dalla sua attività bancaria, finita in un clamoroso flop. A chi verrà ceduto il ramo secco?

Liberatasi del pensiero, la vecchia compagnia battente un tempo lontano bandiera comunista (sic), potrà rituffarsi in pieno nel mondo assicurativo. Senza peraltro perdere di vista quello creditizio, dove stavolta pensa di intervenire con un ben diverso impatto.

Nel mirino dell’amministratore delegato Carlo Cimbri c’è la partecipazione ad un grosso polo bancario. Ma per il breve periodo la preda individuata è il gruppo BPER, dove Unipol già possiede una fetta del 10 per cento. E’ il caso di aumentare la quota, con le entrate per la cessione di Unipol Banca? Oppure aspettare ancora per il colpo grosso?

A quanto pare sono finiti i grattacapi giudiziari derivanti dall’operazione SAI con la famiglia Ligresti. Dopo tre anni di indagini a Torino, il fascicolo è incredibilmente passato a Milano, quando il pm Marco Gianoglio stava chiudendo l’inchiesta, dopo aver ricevuto gli esiti di una perizia effettuata da due consulenti tecnici e durata un anno e mezzo.

Ora sono calate le nebbie meneghine.

Se ne saprà, prima o poi, qualcosa? Se cioè fu un’operazione chiara e trasparente, senza aver provocato scosse e turbative nel mercato? Staremo a vedere.

Condividi questo articolo

Lascia un commento