Boom degli adattamenti cinematografici: i segreti del successo

Condividi questo articolo

Nel corso degli ultimi anni abbiamo visto più e più adattamenti cinematografici che hanno riscosso un pazzesco successo in tutto il mondo e hanno probabilmente aumentato ancora di più la fama di determinati personaggi e opere che avevano già ottenuto un larghissimo successo nel mondo dell’editoria.

Gli esempi, come si può facilmente intuire e come ben spiegato dalla ricerca portata a termine dal casino online di Betway, non mancano di sicuro. Nel corso degli ultimi anni abbiamo potuto apprezzare delle vere e proprie perle a livello editorialeche, traslati in ambito cinematografico, hanno reso ancora più grande la dimensione di certi personaggi nell’immaginario collettivo.

 

Industria cinematografica ed editoria: un legame che non si spezza

Il trend è ben chiaro un po’ a tutti, come svelato sul blog L’insider: ovvero, l’industria cinematografica presenta un legame particolarmente stretto con il mondo dell’editoria e non è difficile immaginare che tante serie di libri che hanno riscosso un successo clamoroso a livello planetario, una volta poi traslate in ambito cinematografico, abbiano rafforzato e ampliato ancora di più tale successo.

Uno degli esempi più fulgidi di quanto stiamo dicendo è rappresentato da un personaggio che è conosciuto a livello universale, idolo di schiere di ragazzini e anche di un bel numero di adulti. Stiamo parlando di James Bond: impossibile non conoscerlo, anche per via del fatto che, nel corso degli ultimi tempi, se ne sta parlando tantissimo per via del prossimo adattamento che vedrà l’entrata in scena di un nuovo attore che lo interpreterà e si fa sempre più insistentemente il nome di Rege-Jean Page.

Ebbene, proprio James Bond è nato dall’inventiva e dal genio dello scrittore Ian Fleming, ben prima che ottenesse tutto questo successo a livello cinematografico, con gli innumerevoli film che sono stati realizzati attorno al suo personaggio. Insomma, il successo, quello vero, era già arrivato prima di essere trasposto in una pellicola cinematografica.

 

Perché le serie di libri più famose hanno così successo al cinema

Il motivo è piuttosto chiaro: gli adattamenti cinematografici di siffatte opere che hanno riscosso un successo universale nel campo dell’editoria hanno più chance di ampliare il loro successo semplicemente per via del fatto che partono già da una base molto forte di appassionati e di pubblico.

In effetti, la realizzazione degli adattamenti cinematografici porta in dote dei vantaggi che si diffondono un po’ a tutte le parti. Giusto per fare un esempio, dal canto degli sceneggiatori troviamo la possibilità di prendere spunto dalle vicende narrate all’interno dei libri con la massima libertà. D’altro canto, chi ha scritto quei romanzi o libri sa perfettamente che la testimonianza che deriverà anche dalla pubblicazione di film e altri contenuti sarà ancora più forte. Insomma, il suo nome diventerà ancora più stabile nell’immaginario collettivo.

Volete qualche esempio? È difficile non pensare a grandi successi già quando erano solo opere editoriali. Si tratta di Harry Potter, ma anche Alice nel paese delle meraviglie, Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, senza dimenticare ovviamente anche Il libro della giungla, solo per citarne alcuni. E, visto che la curiosità regna sovrana, proviamo a scoprire chi tra questi è stato in grado di raggiungere le cifre più alte in termini di incassi al botteghino tramite i rispettivi adattamenti proposti sul grande schermo.

In cima a questa particolare classifica non poteva che dominare “Harry Potter e i doni della morte – Parte 2”, che ha strappato la bellezza di 1.34 miliardi di dollari di incassi. Al secondo posto di questa particolare graduatoria troviamo, invece, ”Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re”, che si è fermato a quota 1.15 miliardi di dollari, mentre sul gradino più basso del podio troviamo “Alice nel paese delle meraviglie” e “Jurassic Park” con 1.03 miliardi di dollari.

Condividi questo articolo

Lascia un commento