Una ogni sei righe – 2 aprile

Condividi questo articolo

Bisogna andare su, molto su nel nostro caro continente per imbattersi in un fondamentale caposaldo della parità uomo-donna. L’Islanda, primo Paese al mondo, considera il lavoro femminile esattamente quanto il maschile e lo retribuisce in egual misura. In tre quarti del pianeta, forse di più, non è così. Non in Italia, dove imprenditori sessisti chiedono alle donne da assumere di non rimanere incinte, pena il licenziamento.

Tale Emis Killa, cantante, partorisce un suo ultimo disco ed è bufera tra i suoi seguaci. È bersaglio di molti (lo accusano di femminicidio), ma non di tutti , per il testo del brano che ha per titolo “Tre messaggi in segreteria”. Uno giustifica lo stolker contro la donna che non ne vuol più saperne di lui e si conclude così: “Lo so, sono egoista, un bastardo, ma preferisco saperti morta che con un altro”. Il disco? Da boicottare.

“Rompipalle”: è un insulto quello di Magalli alla Volpe? E’ o non è una malignità “Ce l’avevo solo con lei, non con le donne che ho sempre rispettato e che forse si sentirebbero più insultate se sapessero come fa a lavorare da 20 anni”)? L’insinuazione ha esasperato un disdicevole battibecco in diretta (“I Fatti Vostri”). La Volpe ha querelato Magalli, incavolato con la partner che ha rivelato in diretta la sua età: 70 anni.

Tutto torna con Nina Moric. In occasione di Benfica-Napoli, match di Champions League, twittò così:“Vota anche tu ‘SÌ’ se vuoi che il Napoli stasera esca dall’Europa ! #NapExit” . Le reazioni dei napoletani non risparmiarono l’attrice croata, né l’accusa di razzismo. Lei negò questo intento ma con scarsa credibilità se è vero che aspira a entrare i politica. Con chi? Ovviamente con i neofascisti di Casa Pound.

Indovina chi viene a cena. Sveglia di soprassalto per l’incubo di stare fianco a fianco con l’ex cavaliere a cena, in quel di Arcore. La fronte imperlata di sudore: è accaduto dopo aver letto di uno squinternato cinese che all’asta, per un pranzo di beneficenza con Berlusconi, ha offerto trentamila euro. Rintracciato, gli è stato recapitato il messaggio “Darei altrettanto per non prendere con il suddetto neppure un caffè al bar Sport”.

AAA. Cercasi giornalista altamente qualificato. L’annuncio è del Ministero degli Interni. La premessa al lungo elenco di requisiti idonei a rivestire incarichi prestigiosi è “Non è previsto alcun compenso”. Incredibile? Vero. Il “Fatto Quotidiano” avanza il dubbio che l’annuncio possa nascondere l’intenzione di assumere un “amico, un parente”, in possesso dei titoli richiesti, da gratificare in seguito con un lauto contratto. Peggio, se invece si trattasse di una offerta istituzionale per lavoro in nero.

Messicani buontemponi. Affogano nella tequila la rabbia per il muro anti emigrazione di Trump. Una fontana pubblica emette il loro liquore tipico vaporizzato e chiunque se ne può servire. L’unica incombenza è munirsi di un bicchiere e di sale se si vuole preparare il cocktail “Margarita”. L’auspico è che l’Italia non cloni la “geniale” trovata dei messicani con fontane a getti di grappa. L’alcolismo è già una estesa piaga sociale.

 

 

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento