BILL GATES & GEORGE SOROS / CONTROLLERANNO IL MERCATO MONDIALE DEI NUOVI TEST ANTI COVID

I due grandi miliardari e filantropi del mondo, Bill Gates e George Soros, a bordo delle loro Fondazioni, controlleranno il futuro mercato dei nuovi test anti covid che verranno a breve adottati, per fare solo un esempio, negli Stati Uniti.

Dio li fa e poi i accoppia.

Un business gigantesco, perfettamente in linea con quelli messi in piedi dai due Salvatori dell’Umanità, afflitta dalle pandemie e dai cambiamenti climatici. E loro stanno profondendo ogni energia possibile per trovare le soluzioni in tutti i campi: dalla a alla zeta. Potremo usufruire perfino dei futuribili ‘cessi’, che sono ormai entrati a vele spiegate nel cuore del fondatore di Microsoft, come la Voce ha documentato giorni fa.

Ma veniamo ai magici test anti covid.

 

ATTENTI A QUEI DUE

Prima testata a dare il grande annuncio è il ‘London Times’: Gates e Soros, viene documentato, hanno formato un consorzio per l’acquisto di ‘MOLOGIC’, una società britannica leader nella produzione dei più innovativi test rapidi per il rilevamento del coronavirus.

Il consorzio si chiama ‘Global Access Health’, GAH per i suoi fans, appena nato proprio allo scopo di rilevare Mologic Ltd, “oggi meglio conosciuta – spiega il quotidiano – per la nuova tecnologia-narice utilizzata per fornire test rapidi covid-19. La tecnologia può essere utilizzata anche per testare altre malattie tropicali, come dengue, bilharazia e la cecità fluviale”.

I promotori del consorzio sono due sigle di punta nel panorama dei super miliardari: si tratta del ‘Soros Economic Development Fund’ e della ‘Bill and Melinda Gates Foundation’.

Fanno sapere i due Salvatori dell’Umanità che GAH diventerà una grande “Impresa Sociale” e che “l’accordo consentirà di reinvestire i profitti per aiutare a combattere le lacune nella fornitura di diagnostica globale nelle comunità e nelle regioni a basso reddito”. Non solo: ma i due Eroi intendono “aumentare l’accesso alla tecnologia medica d’avanguardia a prezzi accessibili”.

Le ultime performance griffate Gates, invece, raccontano esattamente il contrario: le campagne vaccinali in mezzo mondo si sono rivelate un autentico disastro e finalizzate principalmente a rendere infertili le donne; i danni prodotti all’agricoltura dei paesi in via di sviluppo sono sotto gli occhi di tutti e le popolazioni si stanno ribellando e cominciano a respingere al mittente quegli ‘aiuti’ non poco interessati.

 

MOLOGIC’ SUPERSTAR

Ma veniamo alla star britannica ‘Mologic’, che ha il suo quartier generale in Inghilterra, a Bedford.

E’ stata fondata nel 2003 come laboratorio di ricerca e innovazione medica a scopo di lucro dal Ceo Mark Davis e da suo padre, Paul Davis, che ne è il direttore scientifico. Mister Paul, dal canto suo, è salito alla ribalta delle cronache come inventore di un’altra tecnologia medica molto nota: il test di gravidanza ‘Clearblue’, lanciato per la prima volta nel 1988.

Già negli scorsi anni Mologic ha lavorato fianco a fianco con la Fondazione dei Gates. Nel 2016, ad esempio, ha istituito il ‘Center for Advanced Rapid Diagnostic’ (CARD), potendo contare su un pingue sostegno finanziario ottenuto dalla Fondazione.

Sempre restando nel campo delle cifre, il tandem miliardario ha intenzione di investire un bel gruzzolo per lanciare Mologic nel firmamento scientifico: a quanto pare, non meno di 40 milioni di dollari.

Per adesso, lo staff di vertice non cambia, e il timone scientifico resterà nelle mani dei due Davis: Mark sempre come Ceo e Paul sempre come Chief Scientific Officer.

Ed eccoci, ora, alla grande novità. Alla ciliegina sulla torta, arrivata giusto in tempo per festeggiare l’operazione alla grande.

 

IL POTENTE CDC USA VUOLE SUBITO I NUOVI TEST

Mark Davis

Pochi giorni fa, a fine luglio, infatti, il potente organismo per il controllo delle epidemie negli Stati Uniti – il CDC (‘Center Desease Control’) – ha dichiarato che ritirerà la sua domanda di utilizzo di emergenza per i controversi test PRC il 31 dicembre 2021, quindi tra poco più di 4 mesi; e sta esortando gli ospedali e le cliniche di tutti gli States ad iniziare immediatamente il processo di utilizzo dei nuovi strumenti in grado di “facilitare rilevamento e differenziazione di SARS-CoV-2 e virus influenzali”, perché “tali mezzi possono facilitare i test continui sia per l’influenza che per SARS CoV-2 e possono risparmiare tempo e risorse mentre ci dirigiamo verso la stagione influenzale”. Parola di CDC.

E quali saranno i test miracolosi?

Ma quelli forniti da Mologic, of course!

Attenti ai tempi, sincronizzati in modo perfetto.

La partnership tra Gates e Soros per acquistare Mologic è stata annunciata il 19 luglio; e appena 5 giorni dopo, il 24 luglio, il CDC ha solennemente annunciato agli americani la decisione di eliminare gradualmente i test PRC. Perfetto!

Narrano ancora gli aficionados della coppia più bella del mondo: “I futuri test finanziati da Gates e Soros offrono uno screening di preallarme per Covid-19 e sono stati utilizzati in tutto il mondo come supporto base per aiutare a riaprire negozi, ristoranti, bar, eventi sportivi e luoghi di lavoro; e sono poi specializzati nel dare un risultato di preallarme per le persone che potrebbero non avere sintomi”.

Un vero miracolo! Quanti piccioni con una sola fava! Da non credere.

E, quindi, da acquistare in blocco, subito. Un affarone.

Vedrete se nei prossimi giorni, passata la calura ferragostana, qualcosa non si muoverà in sede UE, con una Ursula von Der Leyen che non potrà farsi sfuggire la rituale firma di contratti (capestro, ovviamente, per i paesi UE) per la fornitura di giganteschi quantitativi dei taumaturgici test griffati Gates-Soros!

E vedrete se non si rimboccherà le maniche la sempre solerte Commissaria UE alla Salute, la cipriota Stella Kyriakides!

Vi siete accorti già del trucchetto? I miracolosi test del futuro, tra le altre mission, hanno anche quella di “dare un risultato di preallarme per le persone che potrebbero non avere sintomi”.

Quindi, tra pochi mesi sarà ufficialmente aperta la caccia all’asintomatico. All’untore che si nasconde nell’ombra ma che verrà inesorabilmente smascherato dal super test by Mologic!

 

IL POVERO BILL CERCA SOLDI DA EPSTEIN…

Ma veniamo ad altre news, sempre sul fronte della super band.

Il Perù ha dichiarato guerra ai due miliardari, accusandoli, senza mezzi termini, di crimini contro l’umanità.

E’ di pochi mesi fa un pesantissimo capo d’accusa formulato dalla Corte Superiore di Giustizia di Ica, in Perù: i riflettori, in particolare, sono puntati su Bill Gates, George Soros e la Fondazione Rockfeller, ritenuti i veri responsabili della pandemia.

Ancora. E’ proprio di queste settimane agostane l’accorato ma forte appello di molte comunità africane, indirizzato alla ‘Bill and Melinda Gates Foundation’ per “smettere di promuovere programmi di rivoluzione verde fallimentari e dannosi”.

Ecco, per fare un solo esempio, la denuncia di un’agricoltrice del Kenya: “Gli agricoltori sono diventati diffidenti nei confronti dei programmi che promuovono la monocultura e l’agricoltura ad alta intensità di sostanze chimiche. Hanno perso il controllo dei loro semi. Ora sono tenuti in ostaggio nelle loro stesse fattorie”.

Jeffrey Epstein

Mandato a quel paese dagli africani, Gates ha il coraggio di offrire il suo sostanzioso aiuto – sempre tanto umanitario e disinteressato – alla nuova politica economica attivata dalla Casa Bianca. E il fondatore di Microsoft butta sul piatto la sua super offerta: la bellezza di 1 miliardo e mezzo di dollari da spendere per il maxi piano delle infrastrutture voluto con forza da Joe Biden e al centro di infuocatissime (è il caso di dirlo in queste settimane) polemiche. Of course, i dollaroni griffati Gates dovranno essere investiti dalle autorità Usa sul fronte dei tanti amati progetti climatici.

Chiudiamo con un gossip. Ma non troppo.

Nel corso di una fresca intervista concessa ad Anderson Cooper della CNN, super Bill ha aperto il suo cuore agli americani. Ha parlato della dolorosa separazione con la compagna di sempre Melinda (soprattutto d’affari, a bordo della Fondazione), e del prossimo divorzio (che sarà suonato a botte da decine di miliardi di dollari).

Ma ha fatto anche cenno al giallo di un altro miliardario, Jeffrey Epstein, ‘suicidato’ due anni fa in un supercarcere federale.

“E’ stato un enorme errore passare del tempo con lui”, ha confessato candidamente Gates, per giustificare gli svariati incontri con l’uomo che forniva teenager ai potenti del mondo.

Ma quale il motivo di quegli incontri, secondo super Bill?

“Ho avuto diverse cene con lui, sai, sperando di ottenere miliardi come sostegno filantropico alle mie battaglie per la salute globale”.

Esiste, negli States, il reato di tentativo di circonvenzione dei telespettatori? Auguriamocelo.

Credereste mai ad una sola sillaba di quelle parole, pronunciate da un arcimiliardario a caccia di ricche elemosine?

 

LEGGI ANCHE

BILL GATES / PRIMA I VACCINI E I CAMBIAMENTI CLIMATICI. ORA I CESSI

1 Agosto 2021

In India dilagano le proteste contro Bill Gates

20 Giugno 2021

Lascia un commento