SCOOP DEL CORSERA / ECCO IL VERBO DI GALILEO BURIONI

Condividi questo articolo

Roberto Burioni come Galileo Galilei. Non siamo su Scherzi a parte, ma sulle seriose colonne del Corriere della Sera che realizza lo scoop del secolo: il virologo-massone che da mesi detta il suo Verbo in tema di Scienza e soprattutto vaccini, l’uomo che ammaestra il popolo bue, è dello stesso calibro di un altro uomo che qualche secolo fa, battendosi contro tutte le Inquisizioni, osò parlare della Terra.

Una foto da mezza pagina correda l’intervista degna del Pulitzer, firmata Roberta Scorranese. Viene riprodotto un celebre quadro di Cristiano Banti del 1857 intitolato “Galilei davanti all’Inquisizione”.

Così esordisce la mini Bocca: “professor Burioni, a Parigi l’arte rende omaggio a Galileo ma oggi c’è ancora chi pensa che la Terra sia piatta. Su Facebook ci sono gruppi di discussione con migliaia di ‘like’. Cosa sta succedendo alla scienza?”.

Risponde il Maestro: “C’è una miscela di ignoranza e arroganza, alimentata dalle interazioni sui social network”.

Poi. “Non dobbiamo rimanere in silenzio quando qualcuno mette in discussione verità accertate dalla scienza e per giunta senza avere un minimo di conoscenza dei fatti”.

Un modo come un altro per far pubblicità alla nuova Opera, fresca di stampa, “La congiura dei somari”, dove il Profeta fa capire che nessuno ha diritto di parola di fronte a certi scienziati come lui.

Sgorgano parole fresche come l’acqua limpida, dal Vate: “dobbiamo far capire che non sono i singoli scienziati a dover essere difesi, ma la Scienza con la maisucola. Che, come ci ha insegnato Galileo, non ha bisogno di fede, ma della fiducia dell’intera comunità”.

Tutti genuflessi in riflessione somma davanti al Vate.

Condividi questo articolo

Lascia un commento