GIALLO CONSIP / IL CAPITANO ULTIMO LASCIA L’AISE. MISTERO

Condividi questo articolo

Ennesimo atto della sceneggiata Consip. Il capitano Ultimo, Sergio De Caprio, lascia l’Aise, il servizio segreto civile, per far ritorno tra i carabinieri. L’ennesimo cambio in pochi mesi, perchè era successo a novembre 2016 l’ultimo avvicendamento, con il passaggio dal NOE all’Aise.

Così scrive Repubblica: “Via dai Servizi. In blocco, tutti insieme. Venti carabinieri e il loro famoso e controverso comandante: l’ex capitano Ultimo. Lasciano tutti l’Aise e tornano nei ranghi dell’Arma dei carabinieri, non si sa in quale ufficio né con quali compiti. E’ una mossa che prelude a nuovi sviluppi, nell’inchiesta bis sul caso Consip, coordinata a Roma direttamente dal procuratore Giuseppe Pignatone? Oppure di tratta di una scelta autonoma dei militari, dettata dalla volontà di voltare pagina dopo le polemiche degli ultimi mesi?”.

Repubblica riferisce il commento di Ultimo. “La decisione di rientare nell’Arma è stata presa in modo autonomo e consapevole, dopo le reiterate e diffuse insinuazioni e manipolazioni della realtà apparse sulla stampa. Tutto ciò al fine di evitare strumentalizzazioni da parte di chiunque sul nostro operato, sempre corretto, e per tutelare l’integrità dell’Aise nella sua interezza e per l’amore che ci lega all’Arma”. Un solo cuore e una sola capanna.

Sorgono spontanee alcune domande. Chi chiarirà mai i rapporti nella catena di comando dei servizi, dal capitano del Noe Giampaolo Scafarto fino a Sergio De Caprio? E di questi con il pm della procura partenopea Henry John Woodcock? Sarà in grado di farlo l’inchiesta della procura di Roma? Quali saranno i tempi? Staremo a vedere.

 

Nella foto Gianpaolo Scafarto

 

LEGGI ANCHE

16 aprile 2017

Condividi questo articolo

Lascia un commento