ROBERT FICO / UN “SERVIZIO” OCCIDENTALE. ECCO I SOSPETTI 

Qualche giorno fa, per la precisione il 31 maggio, il premier slovacco Robert Fico è stato dimesso dall’ospedale ‘Roosvelt’ di Banska Bystrica, dove era stato ricoverato dopo l’attentato, e trasferito in elicottero all’ospedale di ‘San Miguel’ dove inizierà la fase di riabilitazione.

Ha subito due operazioni per via dei proiettili che lo hanno colpito all’intestino.

Sulla drammatica vicenda, soprattutto in un momento così delicato come questo per i fragilissimi equilibri geopolitici, la ‘Voce’ il 16 maggio ha messo in rete un pezzo che esprimeva non solo forti preoccupazioni, ma anche dubbi e perplessità sui veri motivi dell’attentato:

IL GIALLO ROBERT FICO / SLOVACCHIA COME SARAJEVO?

Kit Klaremberg. Sopra, Robert Fico

Dubbi e perplessità che ora emergono, a finte molto forti, in un lungo reportage pubblicato dall’ottimo sito di contro-informazione ‘The Greyzone’, firmato da un grande giornalista investigativo, Kit Klaremberg, del quale la Voce, negli ultimi anni, ha ripreso non poche inchieste.

Esattamente un anno fa, Klaremberg venne fermato per ore dalla polizia britannica all’aeroporto londinese di Luthon. Ecco il pezzo che la Voce scrisse il 5 giugno 2023,

LONDRA / E’ CACCIA AI GIORNALISTI SCOMODI

E pochi giorni dopo, il 20 giugno 2023, pubblicammo un reportage firmato dal più che scomodo reporter,

GLADIO-NATO / DESECRETATI A LONDRA DOCUMENTI CHOC SUL CASO MORO E IL TERRORISMO IN ITALIA

Ma torniamo all’attentato e, soprattutto, alla contro-inchiesta realizzata da Klaremberg, nella quale, soprattutto, viene ricostruito in modo dettagliato il clima politico, e non solo, nel quale è maturato. E dettagliato un inedito profilo dell’attentatore.

Ecco alcuni passaggi salienti.

Un complotto ordito dall’Occidente per rimuovere il problematico governo slovacco?”.

Molti osservatori, in patria e all’estero, si sono subito chiesti perplessi circa le motivazioni del presunto assassino, e se attori stranieri fossero in qualche modo responsabili dell’attacco. E nonostante l’arresto immediato del responsabile, quelle domande persistono anche a distanza di settimane”.

Dall’elezione di Robert Fico, i media come l’emittente statale tedesca ‘Deutsche Velle’ lo hanno etichettato come una ‘minaccia’ per la UE e la NATO”.

Ad aprile il premier aveva predetto la propria ‘sparatoria’, avvertendo che il clima virulento a Bratislava avrebbe potuto portare all’uccisione di politici”.

“Quando Fico è stato rieletto premier nel settembre 2023, questo giornalista (ossia lo stesso Klarenberg, ndr) ipotizzò che presto in Slovacchia sarebbe stata imminente una rivoluzione colorata”.

Una vasta infrastruttura politica e mediatica dell’opposizione, sponsorizzata dagli Stati Uniti, sta causando il caos a Bratislava e la situazione potrebbe facilmente e rapidamente aggravarsi”.

Irakli Kobakhidze

Il 23 maggio scorso, il primo ministro georgiano Irakli Kobakhidze ha rivelato che il commissario europeo Oliver Varhelyi lo ha avvertito che avrebbe potuto subire la stessa sorte di Fico se il suo governo non avesse ritirato una legge altamente controversa sulla ‘trasparenza dell’influenza straniera’ che obbligava le ONG locali a rivelare le loro fonti di reddito”.

I registri pubblici mostrano che gli specialisti del ‘cambio di regime’ del governo statunitense presso il ‘National Endowment for Democracy’ (NED) hanno pompato milioni di dollari nelle ONG e nei media in Slovacchia, spacciandole come iniziative per il ‘rafforzamento della società civile’ e per la ‘protezione dei valori democratici tra i giovani’”.

Washington ha agitato questo calderone per anni e anni ed ora spera che la pentola finalmente trabocchi”.

Il ritorno di Robert Fico ha rappresentato una significativa bordata contro la ‘democratizzazione’ in corso da parte Usa dell’ex sfera sovietica”.

E conclude il suo reportage: “Mentre la reazione anti-occidentale prendeva piede, potrebbe essere stata presa la decisione di tracciare una linea rossa insanguinata in Slovacchia”.

Per rendervene conto, non resta che leggere il testo originale del prezioso reportage, messo in rete da ‘The Greyzone’ il 31 maggio e titolato

Robert Fico’s failed assassination raises specter of Western plotting


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento