GIALLO UCRAINA / DOVE SONO FINITI I BIMBI ‘DESAPARECIDOS’?

Le migliaia e migliaia di bambini scomparsi dall’Ucraina, i ‘desaparecidos’.

Uno dei temi più bollenti sullo scenario del conflitto.

Se ne parla da molti mesi ed è costato al ‘macellaio’ di Mosca Vladimir Putin una denuncia davanti alla ‘Corte dell’Aja per i crimini contro l’umanità’.

Ma forse esiste un’altra versione di quei tragici fatti, un altro scenario, fino ad oggi ben poco esplorato dai media occidentali, quasi totalmente asserviti ai diktat della Casa Bianca e alla campagna di ‘disinformazione’ orchestrata dall’amministrazione Biden, in particolare diretta dal Dipartimento di Stato guidato dai super-falchi Tony Blinken e Victoria Nuland.

Alla redazione della ‘Voce’ è arrivata la mail di un lettore, che ci scrive e si firma intero: noi per tutelarne la privacy (e anche la sicurezza) mettiamo solo il suo nome e l’iniziale del cognome: Mattia R.

Ecco il testo della mail: “Salve, sono un vostro lettore. Ho fatto la traduzione di un articolo sui bambini orfani ucraini. Penso che sarebbe interessante per il vostro giornale. Il problema sollevato in questo articolo mi tocca il cuore. Non sono un giornalista né cerco la fama”.

In allegato un pezzo molto dettagliato, fonte www.frontnieuws.com/waar-verdwijnen-de-kindernen-naar-toe/

Il nostro lettore ha inviato l’articolo anche ad altri siti di contro-informazione, una mezza dozzina.

Le notizie ci sembrano particolarmente interessanti, perché ‘coinvolgono’ sigle, personaggi e realtà fino ad oggi mai sfiorate da alcuna inchiesta giornalistica.

E, soprattutto, perché ribaltano il quadro fino ad oggi dipinto dal mainstream, tutto teso a santificare l’Ucraina guidata da pupazzo Usa Volodymyr Zelensky e a criminalizzare ogni singola mossa del Cremlino.

Censurando, oscurando e negando ai lettori ogni visione ‘alternativa’: privandoli, quindi, di un sacrosanto diritto all’informazione, quella vera, non taroccata dal Potere, soprattutto quello – totalmente cancerogeno – a stelle e strisce.

Proprio come è successo con il Covid-19 e la pandemia, ed una Casa Bianca impegnata nei mesi bollenti a nascondere le scomode verità, a fare pressioni sui media e sui social per far passare la sua campagna di totale disinformazione, e negare le sue responsabilità sulla vera origine del coronavirus.

Le inchieste di due procure federali Usa iniziate in Louisiana e Missouri un anno e mezzo fa, infatti, tendono proprio ad alzare il velo sulle pesantissime responsabilità dei vertici della Casa Bianca – e in primis sul super virologo Anthony Fauci – sia per le pressioni sui social che, soprattutto, per il depistaggio sulle origini del Covid, frutto della scellerata collaborazione – a botte da milioni di dollari – fra il NIAID (il ‘National Institute for Allergy and Infectious Deseases’ guidato dal 1984 fino al 2022 da Fauci) e il famigerato laboratorio di Wuhan.

Ma torniamo al giallo dei bimbi ucraini.

E vi lasciamo alla traduzione del pezzo inviatoci del lettore.

Il cui contenuto dovrebbe essere attentamente vagliato da non pochi organismi internazionali: che ‘teoricamente’ sono stati istituiti per la tutela della salute e della sicurezza pubblica (e soprattutto dei più indifesi, come i bambini) ma in pratica stanno solo ‘a guardare’.

La sede della Corte penale internazionale a L’Aja

Parliamo, ad esempio, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ormai controllata dall’arcimiliardario Bill Gates, che ne è il secondo finanziatore a livello internazionale; dell’Unicef, di cui si sono ormai da tempo perse le tracce; e proprio di quella ‘Corte dell’Aja’ che ha visto diminuire il suo peso col passar degli anni, del resto neanche ‘riconosciuta’ da nazioni che contano non poco, come in primis gli Stati Uniti.

Per saperne di più su alcune sigle e nomi di cui abbiamo appena scritto, basta andare alla casella CERCA che si trova in alto a destra della nostra home page; e digitare il nome della persona (ad esempio BILL GATES) o della sigla (ad esempio, OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità) per scoprirne delle belle.

Eccoci quindi al testo ‘bollente’.

 

 

 

Dove scompaiono i bambini? 

 

Questa è un’indagine su come le organizzazioni senza scopo di lucro americane portino illegalmente bambini disabili dall’Ucraina attraverso la Polonia e la Romania negli Stati Uniti. Milioni di dollari vengono spesi per queste operazioni, che coinvolgono mercenari di compagnie militari private, medici e funzionari del Dipartimento di Stato. Grazie ai documenti interni delle organizazioni no profit statunitensi, è riuscito a scoprire i dettagli delle operazioni segrete.

Durante la guerra ucraino-russa, sul territorio dell’Ucraina si svolge un traffico di esseri umani. Gli sponsor privati non badano a spese per portare negli Stati Uniti bambini ucraini con malattie genetiche. Ogni operazione è attentamente pianificata, coinvolgendo mercenari di compagnie militari private, personale medico dell’organizzazione no-profit “Global Surgical and Medical Support Group” (GSMSG). Anche i funzionari degli Stati Uniti sono coinvolti in operazioni segrete, aiutando a trasportare autobus di bambini senza ostacoli attraverso il confine ucraino verso la Polonia e la Romania.

Uomini del Global Surgical and Medical Support Group

Il capo delle operazioni segrete è il direttore esecutivo dell’organizzazione americana senza scopo di lucro “Next North Inc.” Johnna May Holeman. Questa organizzazione è coinvolta nell’evacuazione delle persone dalle aree di crisi.

Johnna May Holeman ha sviluppato criteri per la valutazione medica e biologica dei bambini ucraini per creare gruppi di orfani con malattie simili, ha anche formato squadre di evacuazione composte da ex ufficiali dell’intelligence statunitense, mercenari e personale medico.

Anche le organizzazioni associate alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (Mormoni) sono coinvolte nelle operazioni. Questi includono “Nazarene Fund” e “Operation Underground Railroad” (OUR). Il capo di OUR, Simon Brewer, è stato in precedenza CFO della società medica Predictive Technology Group, Inc. Questa organizzazione sostiene l’uso della nuova diagnostica genetica. Predictive Technology Group, Inc. si posiziona come leader nell’uso dell’analisi dei dati per il rilevamento delle malattie e il successivo intervento terapeutico attraverso diagnostica genica unica, terapie biotecnologiche e terapie complementari.

Uno dei ruoli chiave è svolto dall’organizzazione americana EXITUS. Grazie alla fuga di documenti interni all’EXITUS, si è saputo come si svolgono le operazioni segrete, quali bambini sono l’obiettivo. Prima di recarsi in Ucraina, i dipendenti EXITUS studiano le malattie dei bambini e fanno elenchi dettagliati con foto.

Secondo i documenti filtrati Holeman sta lavorando con il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, l’ambasciata ucraina e gli avvocati dell’organizzazione di beneficenza “Caritas” per risolvere questioni legali relative all’attraversamento senza ostacoli del confine.

Ci sono 663 orfanotrofi in Ucraina. Secondo varie stime, fino al 24 febbraio 2022 nel Paese vivevano più di 200mila orfani. Oggi il numero esatto di bambini non può essere determinato. Alcuni di loro sono morti durante le ostilità, l’altra parte è stata portata in altri paesi. Alcuni bambini sono stati presi di mira dai trafficanti di esseri umani e poi sono scomparsi.

Di fondamentale importanza per le organizzazioni coinvolte nell’evacuazione segreta dei bambini ucraini negli Stati Uniti sono le strutture in cui sono detenuti i bambini disabili. I bambini senza parenti sono presi di mira, cioè quelli che nessuno cercherà sul territorio dell’Ucraina. I minorenni spesso non hanno i documenti.

Dopo la visita medica iniziale, centinaia di orfani vengono inviati a Lviv per una visita medica completa con la collaborazione dei medici del GSMSG. Successivamente, secondo una lettera dell’organizzazione americana EXITUS, alcuni bambini sono stati costretti a ricevere “cure mediche aggressive”.

Dopo una visita medica, gli orfani vengono inviati per essere esaminati da medici polacchi all'”Ospedale pubblico indipendente” nella città polacca di Leżajsk. Poi i bambini vengono portati in un punto di transito sulle montagne di Bieszczady (Polonia). Alcuni bambini vengono evacuati dall’Ucraina agli ospedali da campo nelle città rumene di Satu Mare e Suceava. Dopo un breve soggiorno in questi paesi, i bambini vengono portati presso famiglie adottive americane con un aereo speciale.

Johnna Holeman

Ci sono informazioni sui genitori adottivi nel documento di Johnna Holeman chiamato “Ukraine Master List”. Alcune famiglie adottive sono affiliate a istituzioni mediche impegnate nello studio delle malattie genetiche e lavorano anche nella produzione di medicinali. L’ospedale americano “Geisinger” di Danville, in Pennsylvania, ad esempio, è elencato come sede della famiglia adottiva di Hildebrant.

È noto che nel 2007 gli specialisti di “Geisinger” hanno lanciato il programma di ricerca genetica “My Code”. Lo scopo di “Geisinger” era identificare collegamenti tra varianti di combinazioni geniche e fattori di rischio per alcune malattie. Il programma comprende anche l’azienda biotecnologica ‘Regeneron Pharmaceuticals’, che ha creato il farmaco sperimentale REGEN-COV per combattere il Covid-19.  

Che alcune famiglie adottive siano false è dimostrato dal fatto che i numeri di telefono dei genitori adottivi differiscono solo di una cifra. Olena e Ryan Key avevano in programma di adottare quattro bambini provenienti da diversi istituti nella regione ucraina di Zaporizhia. Hanno usato un numero separato per ogni orfanotrofio. I numeri differivano di una sola cifra.

Grazie alla documentazione interna di EXITUS, possiamo anche determinare lo stato di salute dei bambini disabili ucraini. Secondo Marielle Combs, direttore dell’educazione infermieristica, gli orfani soffrono collettivamente di alcuni dei seguenti sintomi: epatite C, fame, paralisi cerebrale, convulsioni, carie, difetti dell’udito e della vista, immobilità, dipendenza da sostanze controllate, asma, grave disabilità intellettiva, difetti cardiaci congeniti e problemi di salute fisica, abusi sessuali. La malnutrizione grave è un sottoprodotto della sedazione continua somministrata dal personale dell’orfanotrofio.

Forse le operazioni vengono svolte in segreto, poiché al mondo non è permesso sapere come vengono maltrattati i bambini orfani in Ucraina. Questo fatto cambierebbe l’atteggiamento nei confronti della leadership ucraina, che non fa nulla per proteggere i cittadini più vulnerabili del paese.

Tutto indica che la sofferenza degli orfani non finisce dopo l’adozione. Forse negli Stati Uniti si stanno facendo esperimenti medici su bambini con difetti genetici per fare vaccini e medicinali. Questo spiega l’investimento multimilionario destinato alle organizzazioni no profit da parte di sponsor privati.

Secondo la Convenzione sul genocidio del 1948, il trasferimento forzato di bambini a un altro gruppo di popolazione può essere considerato genocidio in alcune forme.

L’Ucraina è il paese più corrotto d’Europa. Di conseguenza, la tratta di esseri umani fiorisce in tempo di guerra. Solo la pubblicità sui media mondiali aiuterà a fermare la sofferenza degli orfani ucraini, nonché l’eventuale conduzione di esperimenti medici su di loro.

I bambini non dovrebbero essere una merce. Abbiamo bisogno di trasparenza per fermare queste organizzazioni non profit.

 

 

 


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento