Il digitale soffia sul settore del gioco pubblico: cambiamenti e previsioni

Il vento del cambiamento che soffia sul grande universo del gambling è quello del digitale, del gioco a distanza, del web. Un vento che aveva iniziato a soffiare già prima del 2020 e che poi è diventato una vera e propria tempesta con l’avvento del Covid 19, delle chiusure forzate e dei lockdown.

Il gioco online cresce, insomma, e di conseguenza quello tradizionale cala. Come si legge in questa editoriale pubblicato da Gioco News, infatti, il valore della produzione dei casinò è passato dai 63 milioni del 2016 ai 34 milioni del 2021. Gli introiti dell’online, invece, erano 324 milioni tre anni fa mentre lo scorso anno sono più che raddoppiati, toccando la quota dei 788 milioni. Numeri che vengono spiegati facilmente dal nuovo modello di fruizione del gambling: un gioco che avviene comodamente da casa, in qualsiasi momento della giornata, senza doversi spostare ma rimanendo semplicemente sul proprio divano. È così che i casinò online crescono, ma dietro questo successo c’è di più.

C’è una programmazione, uno sviluppo, una progettualità. Quella, ad esempio, introdotta dagli operatori di gioco che offrono ogni giorno nuovi giochi, nuove esperienze ai propri utenti, puntando sulla commistione di generi diversi e sul concetto di gioco immersivo. Un esempio calzante è quello dell’introduzione dello streaming e dei live dealer, espedienti che uniscono l’atmosfera dei casinò reali, quelli classici e tradizionali, con il tocco dell’online. Sempre più piattaforme permettono di parlare e di chattare direttamente con il croupier, che gestisce il tavolo e comunica con i giocatori come se fossero realmente con loro. Benefici della realtà aumentata e di quella virtuale, pronte a fare l’ingresso nel mondo dell’intrattenimento.

Innovazioni che portano il gambling online a valere 93 miliardi di dollari a livello globale, per una crescita di 65 punti percentuali rispetto al 2019. Secondo le previsioni degli esperti raccolte da SlotMachineAAMS nel suo blog, la crescita dovrebbe arrivare a superare i 113 miliardi di dollari entro il 2025. Discorso a parte, poi, lo meritano le scommesse sportive, che oggi da sole portano in dote ben 72 miliardi e una crescita del 10% annuo, che potrebbe significare un volume complessivo di 140 miliardi di dollari entro il 2028.

La sfida del futuro, adesso, è quella di abbinare a questa crescita anche un ritorno del gioco tradizione, magari all’insegna dell’omnichannel e della multicanalità, offrendo soluzioni online anche in loco. Perché a un mondo che cambia bisogna rispondere con il cambiamento. E il gambling dimostra che si può fare.

Lascia un commento