A spasso con il latitante

Novembre del 2021, i carabinieri segnalano ai commilitoni di Campobello di Mazara la presenza in paese di Matteo Messina Denaro. Non accade nulla, notizia ignorata. Gennaio 2023. nei giorni successivi, non in contemporanea con la cattura, si opera alacremente. Senza trovare ovviamente alcunché di utile, si perquisiscono i  covi dove il sanguinario boss ha tranquillamente vissuto per almeno un anno, uno a pochi metri di distanza dalla stazione dei carabinieri. Un passo indietro: quale oscura anomalia ha scandito modi e tempi della cattura, il lento procedere del boss senza manette tra due carabinieri (una donna), scena mai vista in decine di arresti di mafiosi e camorristi? Ipotesi punitiva surreale, ma legittima: ordini di arresto (almeno i ‘domiciliari’) per l’intera comunità di Campobello: sicuramente per le decine di intervistati del tipo “No non lo conoscevo” “Sono fatti loro”, “Perché l’hanno arrestato senza prove?”, ma anche per chi ha festeggiato l’evento a champagne e ha dato vita al corteo della ‘liberazione’ ma ha finto di non aver mai incontrato Messina Denaro in strada, al bar, al ristorante.

Borghesia mafiosa, logge massoniche, paesani gratificati dal latitante miliardario? Buio su un ennesimo mistero all’italiana.

La ‘bestialità’ oltre i limiti del termine di tale Contovas, di nome Giorgio, che Forza Italia ha designato come vice coordinatore della sesta municipalità di Napoli, è in questo suo vigliacco insulto rivolto a Elly Schlein, possibile nuova segretaria del Partito Democratico: “E’ sempre bellissimo vedere gli animali quando sorridono. Schlein animale”.

Scoppia la polemica. Sandro Ruotolo (Pd), coordinatore della mozione Schlein in Campania: “A Elly piena solidarietà. Chiederemo alla magistratura di intervenire. I responsabili di Forza Italia allontanino dal partito l’autore di questo vergognoso post. Oggi più che mai bisogna lottare contro il razzismo, l’antisemitismo, il sessismo”. Forza Italia: “Prendiamo le distanze e lo revochiamo con effetto immediato dall’incarico” (nessun provvedimento per chi lo aveva nominato?).

Con il senno di poi, da adulti, riflettiamo sull’onere complesso, esaltante e al tempo stesso molto faticoso di chi ha il compito di istruire gli studenti, spesso di sostituire il ruolo dei genitori, di preparare i giovani al loro futuro. Il poi del tormentato iter per l’accesso all’insegnamento di ruolo è mal ricompensato, sicuramente inadeguato a riconoscere la funzione formativa svolta. Retribuzioni europee: Italia, 36.800 euro lordi, in Francia 39.417, in Olanda 60.019, in Germania 74.937. Un docente italiano di scuola superiore guadagna la metà di un collega tedesco e il 22% in meno rispetto ad altri laureati che operano nel comparto pubblico.  Non va meglio nella scuola media: in Italia lo stipendio annuo lordo è mediamente di 39.463 euro lordi, in Francia di 44.365, in Spagna di 44.962 euro, in Olanda di 72.869 e in Germania 82.569, mentre la media Ue è di 45.015 euro. Lo stipendio d’ingresso nella scuola per una famiglia monoreddito è sotto la soglia di povertà. La busta paga netta all’inizio della carriera è di 1.360 euro per la scuola primaria e di 1.471 per le superiori. Le soglie di povertà relativa proposte dall’Istat nel 2021 sono pari a 1.395 euro per una famiglia di tre componenti e a 1.709 euro per una famiglia di quattro persone.

La Scuola è un Servizio primario nazionale e non può adottare differenze economiche tra Nord e Sud. Le retribuzioni devono essere eque e consentire ai docenti italiani di vivere decorosamente in tutte le regioni. Ma poi, in un momento storico drammatico, perché si consente ai parlamentari di aumentare i loro stipendi già molto alti anziché ridurli e di integrarli con numerosi privilegi?

Iva Zanicchi, “vecchia gloria” della musica leggera, è felicemente giunta al traguardo degli 83 anni e ha sgambettato come una donzella per ‘Ballando sotto le stelle’. Chapeau. Si dice ‘l’appetito vien mangiando’ e la Zanicchi protesta per non essere nelle grazie di Amadeus, per non poter calcare il palco dell’Ariston, benché sia sponsorizzata da Forza Italia (si ricorda il suo appassionato “Amo Berlusconi”).  Ci permettiamo un suggerimento: si relazioni con Antonella Clerici e sarà certamente ospite d’onore del delizioso programma“The Voice Senior”, che vede in lizza cantanti over 60.

Lascia un commento