25 novembre

C’è quasi da vergognarsi a mettere la ‘x’ nella casella ‘maschio’, ‘uomo’, sui moduli che chiedono di dichiarare la propria appartenenza a uno dei due sessi.  Anche se a distanza abissale dalla disumanità di chi fa violenza verbale e fisica alle donne, il peso della responsabilità collettiva dei femminicidi ricade comunque sul genere maschile dell’umanità, che assiste indignata, ma inerte, alla tragica statistica di un omicidio di donne ogni due giorni: sarebbe un peso insopportabile, da rimuovere sradicando l’egocentrismo del maschio ‘dominatore’. Non lo è, perché condiviso operativamente da una minoranza di mariti, fidanzati, compagni. In questo giorno di denuncia e buone intenzioni per stroncare il fenomeno della violenza sulle donne, i disegni che completano queste poche, convinte righe di solidarietà, sono un omaggio al genere ‘donna’ 

 

Lascia un commento