GERMANIA / ALLARME SUGLI EFFETTI AVVERSI DAI VACCINI ANTI COVID

Dalla Germania in arrivo freschi e drammatici dati sugli effetti avversi prodotti dai vaccini anti-covid.

Una seconda doccia gelata, dopo i numeri diffusi un mese fa dai CDC (‘Centers for Deseases Control’) americani, che hanno documentato (per difetto), una marea di effetti avversi, calcolati addirittura in oltre 10 milioni da quando sono iniziate le campagne vaccinali.

Ma vediamo cosa succede in Germania.

Un recentissimo sondaggio, condotto su un campione di 2000 persone, ha fatto emergere che quasi un quarto, ossia il 23 per cento, ha manifestato “gravi effetti avversi dopo l’iniezione anti-covid”.

Il sondaggio, commissionato dal giornalista investigativo tedesco Boris Reitschuster ed effettuato dall’istituto elettorale ‘INSA’ si è svolto solo pochi giorni fa, dal 4 al 7 novembre.

La domanda formulata nel sondaggio era la seguente: “Hai sperimentato gravi effetti avversi dopo una vaccinazione al coronavirus o conosci qualcuno a cui sia successo?”.

La metà esatta del campione ha risposto di non aver riscontrato effetti avversi significativi dopo l’inoculazione del vaccino anti-covid, né di conoscere qualcuno che ne abbia subiti.

Ma ben il 24 per cento ha dichiarato di conoscere qualcuno che ha subito effetti avversi gravi e il 16 per cento di averne subito direttamente.

Risultati ben diversi da quelli emersi attraverso un rapporto dell’Istituto federale per i vaccini e la biomedicina, che calcola un risibile 0,5 per cento di effetti avversi, pari a 323.684 casi.

Sostiene Reitschuster: “Gli esperti medici critici giudicano questa cifra, che deriva da dati ufficiali, significativamente troppo bassa, e riportano tassi molto più elevati dalla loro pratica quotidiana”.

Il giornalista ammette che la sua domanda non è ‘scientifica’ e che il risultato può non essere del tutto attendibile. Tuttavia, pur considerati tali limiti, è “sconcertante che quasi uno su quattro dei vaccinati riferisca di aver subito ‘gravi effetti avversi’ dopo una vaccinazione covid”.

In realtà, a gennaio era stato condotto un sondaggio molto simile, che aveva portato ad un esito ugualmente preoccupante: infatti, il 15 per cento degli intervistati rispose di aver avuto ‘gravi effetti avversi’ o di conoscere persone che ne hanno avuti.

Non è finita qui. Perché un altro studio portato avanti in Germania, sugli effetti dei vaccini nei bambini, fa non poco pensare. Infatti, emerge che 1 bambino su 500 che ha ricevuto il vaccino, è poi stato ricoverato in ospedale per l’insorgenza di una patologia.

Andreas Schoefbeck

Diversi mesi fa (febbraio 2022), del resto, nella stessa Germania una grossa compagnia assicurativa in campo medico ‘BKK Pro Vita’, commissionò uno studio, dal quale emersero dati sconvolgenti, che vennero resi noti per precisa volontà del suo amministratore delegato, Andreas Schoefbeck. Ecco quanto dichiarò il Ceo: “Secondo i nostri calcoli, registriamo 400 mila visite mediche da parte dei nostri assicurati a causa di complicazioni post vaccino. Proiettando questi numeri sulla popolazione totale, vi sarebbero tre milioni di tedeschi che hanno sofferto una reazione avversa al vaccino”.

Cifre da brividi.

E ancora. L’ennesimo studio condotto in Germania, stavolta da un’Agenzia governativa, mostra un calo del tasso di natalità (anche in Svezia) nove mesi dopo il lancio del programma di iniezioni anti-covid.

Viene affermato a chiare lettere nella ricerca: “c’è una forte associazione tra l’inizio dei programmi di vaccinazione e il calo della fertilità nove mesi dopo questo inizio”.

E ancora: “Le implementazioni di questi programmi di vaccinazione sia in Germania che in Svezia coincidono molto bene con un netto cambiamento nei livelli di fertilità, esattamente nove mesi dopo. I tassi di fertilità – viene aggiunto – sono rimasti ad un livello ridotto durante tutta la prima metà del 2022”.

James Thorp

Non pochi studi dimostrano che i vaccini possono avere effetti negativi sui cicli mestruali delle donne e quindi influenzare il loro tasso di fertilità. Inoltre, secondo non pochi ricercatori, anche la fertilità degli uomini può avere un ruolo non da poco nel declino delle nascite: uno studio, in particolare, dimostra che la fertilità maschile risulta ridotta per parecchi mesi dopo le inoculazioni, soprattutto dei vaccini a RNA messaggero (quelli di ‘Pfizer’ e di ‘Moderna’, per intendersi).

Diversi medici, primo fra tutti il dottor James Thorp, hanno lanciato un vero e proprio allarme, perché hanno constatato “grossi effetti collaterali tra le donne in gravidanza a causa dei vaccini Covid, inclusi aumenti di aborti spontanei, malformazioni fetali e anomalie cardiache fetali”.

Può bastare.

 

 

LINK

 

VACCINI ANTI-COVID / ALLARME DAGLI STATI UNITI

8 Ottobre 2022 di MARIO AVENA

Un commento su “GERMANIA / ALLARME SUGLI EFFETTI AVVERSI DAI VACCINI ANTI COVID”

Lascia un commento