PESTICIDI / L’ALLARME LANCIATO DALL’UNIVERSITA’ DEL MARYLAND

Allarme per il sempre più frequente – e nocivo – uso di pesticidi nell’agricoltura americana.

A lanciarlo una autorevole rivista accademica, ‘Frontiers in Environmental Science’, che pubblica uno studio condotto dai ricercatori del ‘Center for Biological Diversity’ che fa capo all’Università del Maryland.

L’equipe ha raccolto e rielaborato i dati di oltre 400 studi scientifici sul tema dei pesticidi.

In sintesi, i ricercatori dimostrano – dati alla mano – quanto i pesticidi oggi ampiamente utilizzati nell’agricoltura degli States costituiscono una sempre più grave minaccia per la sopravvivenza degli organismi che sono fondamentali per la salute del suolo e la salvaguardia delle biodiversità. Ma di quei colossali rischi ed enormi danni prodotti, a quanto pare, i ‘regolatori’ a stelle e strisce se ne fregano. Incapaci, sostanzialmente, di contrastare le mire di colossi come quello ‘Bayer-Monsanto’, nato due anni fa dalla maggiore fusione tra le due star, un’operazione da 67 miliardi di dollari.

Gli studi documentano e mostrano in modo scientifico ma estremamente concreto il tremendo impatto causato dall’uso dei pesticidi su tutti gli organismi del suolo. Nonostante ciò, l’Agenzia per la protezione dell’ambiente statunitense sta letteralmente a guardare, non prende provvedimenti significativi e sottovaluta in modo del tutto colpevole i rischi e i danni provocati dai pesticidi.

Tara Cronelisse

Nella ponderosa ricerca vengono riportati i preoccupanti e preoccupanti pareri di non pochi studiosi. Leggiamone alcuni in rapida carrellata.

Afferma Tara Cronelisse, entomologa e coautrice dello studio: “E’ estremamente preoccupante che il 71 per cento dei casi mostri che i pesticidi hanno danneggiato in modo significativo gli invertebrati del suolo. Per fare solo un paio di esempi, i pesticidi stanno contribuendo al declino dei coleotteri predatori e delle api solitarie impollinatrici”.

Sostiene un altro coautore, Nathan Donley: “Sotto la superficie dei campi coperti da monoculture di mais e soia, i pesticidi stanno distruggendo le fondamenta stesse della rete della vita”.

Eccoci ad un’altra coautrice, Kendra Klein: “Le aziende di pesticidi cercano in tutti i modi di rendere ecologici i loro prodotti, sostenendo l’uso di pesticidi nell’agricoltura ‘rigenerativa’ e ‘intelligente per il clima’. La nostra ricerca va esattamente contro queste false coperture, e dimostra che la riduzione dei pesticidi deve essere una parte fondamentale della lotta ai cambiamenti climatici in agricoltura”.

 


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento