SOS VACCINO / L’APPELLO DELL’ONCOLOGO E PARLAMENTARE UE

Un forte allarme al Parlamento europeo sul fronte dei vaccini anti covid-19.

A suonarlo è un deputato indipendente, ma soprattutto affermato ematologo, oncologo ed internista tedesco, Heinrich Ekkehard Fiechtner.

Davanti ai colleghi ha cominciato il suo intervento raccontando cosa gli era successo la sera prima guardando un servizio della tivvù nazionale tedesca, in cui si parlava di autentico collasso delle unità di terapia intensiva (ICU) a causa della pandemia. Ha quindi telefonato alla sua Unità per rendersi conto personalmente della situazione ed è venuto a sapere che nella ICU non era ricoverato alcun paziente. Nemmeno uno.

Ecco le sue infuocate parole.

Riferendosi ai media, ha detto: “Con queste mezze verità e bugie complete, mettono la benda sui nostri occhi. Questi propagandisti sono invitati a questi talk show (il talk show di Anne Will in questo caso, ndr) al solo scopo di creare panico e paura tra la popolazione”.

Heinrich Fiechtner

Poi passa ai test anti covid. “Questo test non è nemmeno in grado di distinguere tra un virus attivo e un virus inattivo. Proprio come ha dovuto riconoscere il Senato di Berlino. Ma nonostante ciò, vengono registrati come casi di infezione. E se un paziente risulta positivo tre volte in una settimana, vengono registrati tre casi di infezione. Questo test, assolutamente inappropriato per fare diagnosi, viene utilizzato per attuare misure drastiche”.

Prosegue come un torrente in piena: “E ora sta arrivando il vaccino. Una cosa priva di senso. L’ho già detto: è un vaccino killer. E’ un prodotto farmaceutico per il quale non esiste nemmeno un rapporto tossicologico. E sta per essere somministrato alla popolazione. Può causare infertilità nelle donne, gravi reazioni allergiche, e voi volete infliggere una imposizione così irragionevole ai cittadini! Proprio così, e lo farete, perché prima li avete terrorizzati”.

State mettendo a rischio la vita dei cittadini. State mettendo a rischio le loro esistenze. State distruggendo un intero Paese. State conducendo le persone alla sofferenza, al panico, alla rovina e alla morte!”.

“A questo punto, no, non potete neanche giustificare queste misure, le mascherine, i distanziamenti sociali, le quarantene, i lockdown”.

“Ho fatto una richiesta e la risposta che ho ricevuto è questa: ‘non c’è alcuna revisione documentata sulle misure non farmacologiche’. Di conseguenza, non esistono procedure amministrative o documentazione di efficacia. Capitolazione assoluta!”.

“Pretendete che le persone sopportino la quarantena, ma non potete fornire prove del perché dovrebbero farlo! State portando il nostro Paese alla rovina!”.

“A questo punto è giunto il momento: poiché i cittadini non possono più esercitare i loro diritti, viene meno il dovere civico di obbedire alle regole. Articolo 20, paragrafo 4 della Costituzione tedesca: ‘i cittadini hanno il diritto di resistere per difendersi contro un potere statale esercitato illegalmente’”.

Lascia un commento