VACCINI / POSSONO CAUSARE GRAVI MALATTIE AUTOIMMUNI

I vaccini che stanno per essere distribuiti e somministrati in tutto il mondo non sono sicuri. Possono infatti causare malattie autoimmuni, perché contengono epitopi mortali.

E’ la drammatica diagnosi di un illustre clinico americano, James Lyons-Weiler, ricercatore all’Università di Pittsbourgh, dove ricopre la carica di direttore scientifico del ‘Bioinformatics Analysis Core’. E’ anche al vertice dell’‘Institute for Pure and Applied Knowledge’.

Ha appena preso parte, Lyons-Weiler, ad una conferenza stampa sulla libertà medica in Pennsylvania, nel corso della quale ha rimproverato Big Pharma per aver “rilasciato vaccini mortali contro il coronavirus Wuhan Covid-19 che contengono ingredienti noti per causare malattie autoimmuni”.

Un attacco frontale, un j’accuse in piena regola.

Spiega il ricercatore: “Esiste una condizione nota come aumento della malattia dovuto ai primati patogeni, e questo è stato scoperto negli animali vaccinati in precedenti studi sulla sicurezza dei vaccini, dove gli animali vaccinati hanno contratto infezioni gravi dopo essere stati vaccinati. E poi, quando hanno acquisito un’infezione dal vaccino di tipo selvatico, più animali hanno contratto infezioni gravi, condizioni gravi e altri animali sono morti”.

Continua: “Ho scoperto che tutte le proteine del virus Sars CoV-2, tranne una, hanno quelli che si chiamano epitopi non sicuri, che sono parti di proteine le quali sono in grado di causare condizioni immunitarie, condizioni autoimmuni e risposte immunitarie contro le proteine nel nostro corpo”.

In sostanza, i vaccini Covid-19 rischiano di scatenare una pandemia di nuove malattie autoimmuni.

Secondo lo scienziato americano, Covid 19 non è solo un virus respiratorio con sintomi respiratori, ma è piuttosto un virus che attacca il sistema immunitario e può danneggiare i tessuti in tutto il corpo.

Sorge spontanea la domanda. Perché le case farmaceutiche hanno prodotto vaccini che contengono gli stessi costituenti di attacco immunitario? “Questo colpisce molti tessuti in tutto il corpo – risponde – e c’è qualche grave preoccupazione se stai per essere infettato”.

Lyons-Wielier, nel corso della conferenza stampa, ha spiegato di aver cercato di avvertire ogni singola azienda produttrice circa il rischio provocato da questi epitopi. Ma non ha ricevuto alcuna risposta.

“Tutti loro – afferma – hanno proceduto a sviluppare i propri rispettivi vaccini Covid-19 non sicuri, che ora vengono imposti al mondo come ‘cura’ per la pandemia. Non uno solo, per quanto ne so, nessun produttore di vaccini ha prestato attenzione al mio avvertimento di rimuovere questi epitopi non sicuri dai vaccini prima che venissero formulati”.

Spiega poi che il miglioramento della malattia dovuto all’innesco patogeno, tra l’altro, è solo un modo elegante per dire che il vaccino crea nuove porte nel sistema immunitario, consentendo alle sostanze chimiche che contengono di infliggere nuovi danni a coloro che li ricevono.

 

Lascia un commento