STATI UNITI / I SISTEMI INFORMATICI PER TAROCCARE IL VOTO

Continuano a divampare negli Stati Uniti le polemiche nel dopo voto presidenziale.

Molte di essere ruotano intorno a brogli, al voto postale e ai sofisticati sistemi – soprattutto informatici – con i quali è possibile taroccare le carte, condizionare i risultati e in teoria ribaltare il voto dei cittadini-elettori americani.

Leggiamo cosa scrivono, ad esempio, due reporter a stelle e strisce, Mary Fanning e Alan Jones, sui sistemi “Scorecard” e “The Hammer”.

 

 

 

Nel febbraio 2009, l’amministrazione Obama ha requisito un potente sistema di supercomputer noto come THE HAMMER. THE HAMMER include un’applicazione di exploit nota come SCORECARD che è in grado di hackerare le elezioni e rubare il voto, secondo Dennis Montgomery, appaltatore della CIA diventato informatore, che ha progettato e costruito THE HAMMER.

THE WHISTLEBLOWER TAPES, registrazioni audio riservate rilasciate dall’aula del tribunale del giudice distrettuale degli Stati Uniti G. Murray Snow nel novembre 2015, hanno rivelato che SCORECARD è stato schierato dal team di Obama contro i computer delle elezioni della Florida per rubare le elezioni presidenziali del 2012 per conto del presidente Barack Obama e del vicepresidente Joe Biden.

SCORECARD viene ora attivato per rubare ancora una volta il voto a nome di Joe Biden. Biden ha utilizzato THE HAMMER e SCORECARD mentre si candidava alla carica di Vice Presidente nel 2012. I voti vengono nuovamente rubati per conto di Joe Biden mentre si candida alla Presidenza degli Stati Uniti nel 2020.

Questa volta, SCORECARD sta rubando voti in Florida, Georgia, Texas, Pennsylvania, Wisconsin, Michigan, Nevada e Arizona, secondo Montgomery.

SCORECARD ruba le elezioni manomettendo i computer nei punti di trasferimento dei sistemi informatici delle elezioni statali e al di fuori dei depositi di dati elettorali di terze parti mentre i voti vengono trasferiti.

SCORECARD utilizza un algoritmo di punteggio prismatico che Montgomery ha creato, per ottenere i risultati desiderati da coloro che controllano THE HAMMER e SCORECARD.

In Florida, uno dei punti di trasferimento è VR Systems Inc, con sede a Tallahassee.

Il fornitore di software VR Systems opera in otto stati degli Stati Uniti.

I democratici hanno testato la loro tecnologia durante le primarie del partito democratico. Altrimenti Bernie Sanders avrebbe vinto la nomination 2020. SCORECARD è stato utilizzato per conto di Joe Biden durante le primarie del 2020 contro Bernie Sanders. Le primarie democratiche sono state rubate a Bernie Sanders.

7/11/2020 Biden usa SCORECARD e THE HAMMER per rubare un’altra elezione presidenziale statunitense – proprio come hanno fatto Obama e Biden nel 2012 …

https://theamericanreport.org/2020/10/31/biden-using-scorecard-and-the-hammer-to-steal-another-u-s-presidential-election-just-like-obama-and-biden-did-in-2012/ 2/3

L’informatore della CIA Dennis Montgomery ha consegnato un’enorme quantità di dati di sorveglianza e elezioni raccolti illegalmente nell’agosto 2015 e nel dicembre 2015 all’FBI e alla CIA in base a due accordi di immunità concessi a Montgomery dall’assistente procuratore degli Stati Uniti Deborah Curtis e dal consigliere generale dell’FBI James Baker.

Montgomery ha testimoniato riguardo SCORECARD e THE HAMMER mentre era sotto giuramento e mentre veniva filmato presso il sicuro Washington DC Field Office SCIF (Sensive Compartmented Information Facility) dell’FBI. Se l’informatore della CIA Montgomery avesse mentito su qualcosa, oggi sarebbe in prigione per aver mentito all’FBI. Montgomery non è in prigione.

 

 

 

 

 

Gli stessi autori avevano firmato un’altra inchiesta, dedicata anche ai due registi di quei sistemi, “Scorecard” e “The Hammer”: ossia l’ex direttore dell’Intelligence nazionale (DNI) James Clapper e il direttore della CIA John Brennan.

 

Il direttore dell’intelligence nazionale (DNI) del presidente Obama James Clapper e il direttore della sua agenzia di intelligence centrale (CIA) John Brennan hanno supervisionato un sistema di supercomputer segreto noto come “THE HAMMER”, secondo l’ex informatore della NSA / CIA diventato informatore Dennis Montgomery.

Clapper e Brennan stavano utilizzando il sistema del supercomputer per condurre raccolte e intercettazioni di dati governativi illegali e incostituzionali. THE HAMMER è stato installato su una proprietà federale a Fort Washington, nel Maryland, in un complesso che alcuni ipotizzano sia un’operazione segreta della CIA e della NSA che opera in una struttura navale statunitense.

L’affermazione del presidente Trump secondo cui l’amministrazione Obama lo stava intercettando non è solo supportata dalle rivelazioni degli informatori di Montgomery sul sistema informatico di Brennan e Clapper THE HAMMER, ma anche dalle dichiarazioni rese questa settimana da William Binney , ex direttore tecnico della NSA per l’analisi geopolitica e militare mondiale Reporting Group, dall’ex funzionario della CIA e del Dipartimento di Stato Larry Johnson , e dall’avvocato di Montgomery Larry Klayman .

L’esperto di computer Dennis Montgomery ha sviluppato programmi software in grado di violare i sistemi informatici protetti e raccogliere enormi quantità di dati.

Quel sistema, THE HAMMER, secondo i nastri audio, accedeva alle telefonate, alle e-mail e ai conti bancari di milioni di normali americani.

I nastri rivelano anche che la Corte di sorveglianza dei servizi segreti esteri (FISA), il giudice capo della Corte suprema John Roberts, altri 156 giudici, membri del Congresso e Donald J. Trump sono stati presi di mira dall’HAMMER.

Uno dei nastri audio resi pubblici dal giudice federale G. Murray Snow ha rivelato che Brennan e Clapper hanno particolarmente preso di mira e intercettato Donald Trump “un’infinità di volte”.

Montgomery sostiene anche che il governo può piantare file come pornografia infantile o segreti di stato sul computer di un obiettivo, impostando il proprietario di quel dispositivo per il ricatto o l’accusa incastrata.

L’ex reporter della CBS Sharyl Attkisson ha affermato nel 2013 di essere stata sotto sorveglianza elettronica per almeno due anni e che tre documenti classificati erano stati inseriti nel suo computer “compromesso”.

Le registrazioni audio sono state rilasciate dal giudice federale G. Murray Snow nella contea di Maricopa, in Arizona, nel caso di oltraggio civile del Dipartimento di Giustizia contro lo sceriffo Joseph M. Arpaio.

L’avvocato Klayman, fondatore di Freedom Watch, ha rappresentato Montgomery davanti al giudice federale Royce C. Lamberth. Klayman, che definisce il suo cliente Montgomery un “informatore”, ha detto a Fox News che Montgomery “ha consegnato più di 600 milioni di pagine di informazioni all’FBI”. Il giudice Lamberth era in precedenza il giudice che presiede il tribunale FISA.

Dopo che Montgomery ha prodotto la sua documentazione, l’FBI gli ha dato due accordi di immunità: uno nell’area della “produzione” e l’altro riguardante la “testimonianza”.

L’FBI ha quindi preso possesso della documentazione di Montgomery.

L’avvocato Klayman afferma che queste informazioni hanno fatto precipitare le dimissioni di James Clapper.

Clapper era andato davanti al Congresso per testimoniare sotto giuramento che la NSA e altre agenzie di intelligence, inclusa la CIA, “non stavano raccogliendo enormi quantità di metadati telefonici e Internet su centinaia di milioni di cittadini americani innocenti”, secondo Klayman .

Le rivelazioni del whistleblower Edward Snowden hanno dimostrato il contrario.

Clapper è stato successivamente dichiarato mendace e si è dimesso il 17 novembre 2016, a partire dal 20 gennaio 2017, il giorno in cui Donald Trump ha prestato giuramento.

Clapper non è stato perseguito per falsa testimonianza.


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

3 pensieri riguardo “STATI UNITI / I SISTEMI INFORMATICI PER TAROCCARE IL VOTO”

Lascia un commento