GIALLO EPSTEIN / ODORE DI DEPISTAGGIO

Depistaggio negli Stati Uniti per evitare che le scomode verità sul “suicidio” di Jeffrey Epstein vengano a galla?

E quindi vengano alla luce, tra gli altri, i rapporti border line con Bill Clinton?

Le vicende a luci rosse con le very young girls del giro organizzato da Epstein con l’amica tuttofare Ghislaine Maxwell?

Una story che imbarazza l’America, anche a poche settimane dal voto presidenziale.

Vediamo le news.

Ad agosto, sulla stampa statunitense, fanno capolino alcune foto imbarazzanti, che ritraggono Clinton in dolce compagnia, a bordo del “Lolita Express”, il jet privato di Epstein per trasportare gli amici vip nei suoi paradisi caraibici.


La foto galeotta – risalente al 2002 – vede un sorridente ex presidente, mentre viene affettuosamente massaggiato al collo dalla bella Chauntee Davies.

Cerca subito di parare il colpo, il Bill-Bull a stelle e strisce, ammettendo di aver più volte incontrato l’amico Epstein, ma di non aver niente a che vedere con i suoi affari, soprattutto le sue acrobazie finanziarie.

Ma ora tra i media americani fanno capolino alcuni dettagli giudiziari dell’inchiesta che la dicono lunga sui tentativi di coprire, quantomeno, l’affaire. Se non di insabbiarlo del tutto.

Emerge, infatti, che a condurre le indagini per far luce sul “suicidio” avvenuto il 10 agosto 2019 nel “Metropolitan Correctionl Center” di New York sia una giovane e rampante procuratrice distrettuale, Maurene Comey.

Un cognome una storia, visto che il papà è il ben più noto James Comey, ex direttore dell’FBI che ha ‘montato’ il ‘Russiagate’. Prima anomalia.

E adesso chi indaga, sempre come super procuratore, per far luce sulle responsabilità di Ghislaine Maxwell, la ‘braccio destro’ di Epstein che tutto sa su storie & affari del suo ex capo?

Il maritino di Maurene Comey, ossia Lucas Issacharoff.

E chi sarà mai questa altra e altrettanto rampante toga? Si tratta del figlio dell’ennesima eminenza giudiziaria di questa story, Samuel Issacharoff, il ‘maestro’ di Barack Obama ai tempi universitari.

Fu proprio Issacharoff senior ad organizzare un celebre speech tenuto da Obana nel 1998 alla Chicago Law School, in compagnia del super esperto americano in tema di “diritto elettorale”, Richard Pildes.

Bill Clinton. In apertura Jeffrey Epstein

Ed il tandem Issacharof-Pilder ha messo in piedi la macchina da guerra elettorale proprio nella campagna che ha portato il primo presidente di colore alla Casa Bianca.

Riassumendo. Nelle mani della coppia legale Comey-Issacharof ci sono i segreti sia del “suicidio” bollente che la vicenda della sua compagna di merende eccellenti.

Non è un po’ troppo accentrare in una sola famiglia due vicende esplosive strettamente collegate tra loro?

Non inquieta il fatto che il padre di Maurene sia l’ex potente capo della Cia? E che a condurre la seconda inchiesta sia il figlio di un obamiano (e quindi clintoniano) di ferro?

Due anomalie, forse, sono troppe. Anche per i tanto democratici States.


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento