COVID 19 / PER GLI AMERICANI E’ STATO CREATO IN LABORATORIO

Gli americani sono “complottisti”.

La clamorosa scoperta scaturisce da un sondaggio choc condotto su un campione di elettori a stelle e strisce.

Il 56 per cento degli interpellati è convinto che “Covid 19 è stato creato in laboratorio”.

Il sondaggio è stato ordinato da importante sito di news americano, “The Hill”, e realizzato dalla società di rilevazioni HarrisX nell’arco di due giorni, il 18 e il 18 agosto, intervistando 1000 cittadini.

Il sondaggio è stato focalizzato su pochi ma chiari quesiti, sia a proposito delle prossime elezioni che sulla pandemia.

Di grande interesse l’esito delle rilevazioni su quest’ultimo tema, che ha visto impegnati prossimi elettori democratici e repubblicani.

Il primo quesito, sull’origine del virus, ha visto trionfare la tesi che il coronavirus sia nato in laboratorio, al contrario di quanto ritiene la maggior parte degli scienziati, sia statunitensi che di tutto il mondo, secondo i quali si è invece sviluppato “naturalmente”.

Clamoroso anche il risultato di un secondo quesito. E’ stato infatti chiesto al campione di prossimi votanti se il Covid 19 possa essere stato uno “strumento” per impiantare dei chip di tracciamento negli americani. Insomma, se il progetto vagheggiato da non pochi – in prima fila Bill Gates – ossia di creare un esercito di cittadini eterodiretti e telecomandati, sia uno dei “moventi” della pandemia.

Ebbene, più di un americano su quattro – vale a dire il 27 per cento degli intervistati – la pensa così.

Siamo tutti nelle mani del “Grande Fratello” che non solo ci ascolta e ci guarda, ma che ormai dirige le nostre azioni e regola i nostri pensieri.

Alla faccia della democrazia.

 

Lascia un commento