MALI / E’ VERA RIVOLUZIONE O LA SOLITA SCENEGGIATA?

Colpo di stato in Mali, arrivano i “colonnelli” che promettono una rivoluzione senza spargimenti di sangue e in grado di far crescere il progetto dell’Africa agli africani. Abbattendo quella schiavitù imposta da 600 anni e passa dai governi occidentali – in primis la Francia – per rapinare le gigantesche risorse, pari ai tre quarti di quelle mondiali.

Proponiamo ai nostri lettori un video-intervista del leader del movimento panafricano, Mohamed Konarè.

Il quale illustra progetti e programmi del movimento, alla luce degli ultimi avvenimenti. Parla molto di immigrazione, fino ad oggi “organizzata” dall’Occidente proprio per evitare una vera liberazione e riscatto di tutti gli africani.

Analisi e progetti perfettamente condivisibili.

Ma tra il dire e il fare – come si sa – c’è di mezzo il mare, soprattutto in questo caso, con un Mediterraneo sempre trafficato da imbarcazioni strapiene di disperati.

E c’è soprattutto da capire se si tratti di una rivoluzione vera, autentica e non di un solito finto mutamento di copione per poi recitare la stessa, tragica sceneggiata.

Insomma, se dietro alle parole c’è una effettiva volontà politica di cambiare. Dopo 600 anni.

Ecco il video.

Nella foto un’immagine del colpo di stato in Mali.


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento