BIG PHARMA / MAXI SHOPPING DI JOHNSON & JOHNSON E SANOFI

Grandi manovre nell’universo di Big Pharma.

Il colosso a stelle e strisce Johnson & Johnson acquista una star nel settore delle malattie autoimmuni, Momenta Pharmaceuticals.

Mentre un altro pezzo da novanta, la francese Sanofi, fa un sol boccone di Principia Biopharma, specializzata in preparati oncologici e per le patologie del sistema immunitario.

Due operazioni miliardarie. La prima, infatti, è da 6 miliardi e mezzo di dollari, mentre la seconda supera quota 3 e mezzo.

Azioni strapagate, quelle di Momenta, visto che la quotazione di vendita è stata superiore del 70 per cento rispetto al valore di listino.

Johnson & Jonhson fattura la bellezza di 19 miliardi di dollari l’anno ed è una delle creature predilette del capo della Casa Bianca Donald Trump, che la sponsorizza nella corsa al vaccino anti Covid 19, insieme alla fortunata start up Moderna.

Sottolinea il “presidente globale” (così viene etichettato negli States) del settore farmaceutico di Johnson & Johnson, Jennifer Taubert: “Questo acquisto estende la leadership di Jansen (la divisione farmaceutica del gruppo, ndr) nel campo delle malattie autoimmuni e ci fornisce un importante catalizzatore”.

Momenta ha quasi vent’anni di vita, essendo nata nel 2001 come spin off del Massachusetts Institute of Technology. Ha iniziato ad occuparsi di sequenziamento degli zuccheri complessi, passando poi ad interessarsi di farmaci per le malattie autoimmuni.


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento