VACCINO COVID / NEGLI STATES IL FLOP DI MODERNA E IL J’ACCUSE CONTRO FAUCI

Flop per il vaccino che sta sperimentando MODERNA, la più accorsata start up a stelle e strisce sponsorizzata addirittura dal capo della Casa Bianca Donald Trump.

Gli studi sono stati in parte finanziati dal National Institute of Allergy and Infectious Desease, che fa capo al super virogolo Anthony Fauci.

Il quale ha subito pensato bene di smorzare gli entusiasmi, con una dichiarazione che lascia a bocca aperta: “Il vaccino non sarà pronto prima di un anno, un anno e mezzo”.

Peggio, quindi, rispetto alle previsioni di inizio pandemia, a marzo, quando si parlava di “un anno di tempo” per il varo del vaccino.

La marcia del gambero anche nei grandi Stati Uniti?

A questo punto la Cina si stropiccia le mani. Ed anche in Inghilterra AstraZeneca fa i salti mortali.

Nel frattempo scoppiano e divampano le polemiche proprio nell’establishment Usa. Con lo stretto consigliere per il Commercio di Donald Trump, Peter Navarro, che accusa senza peli sulla lingua Fauci: “Ha sbagliato tutto!”.

Anthony Fauci

Ma vediamo qualche dettaglio in più sui due clamorosi fatti.

Un fresco studio in parte elaborato proprio da Moderna evidenzia come la somministrazione del vaccino sperimentale induca reazioni avverse in più della metà dei sottoposti al test. Con un consistente gruppo che ha riportato “sintomi gravi”.

Attraverso il test è stato somministrato il vaccino “come un’iniezione da 0,5 ml nel muscolo deltoide”, due somministrazioni a circa un mese di distanza.

Secondo l’autorevole New England Journal of Medicine, il vaccino “ha indotto risposte immunitarie anti-Sars-Cov-2 in tutti i partecipanti”. I quali hanno riportato almeno un effetto collaterale.

“Gli eventi avversi sollecitati che si sono verificati in oltre la metà dei partecipanti – viene scritto – includevano affaticamento, brividi, mal di testa, mialgia e dolore nel sito di iniezione”. Ma anche febbre, dolori articolari e nausea.

Non è finita. Nello stesso report viene evidenziato come “gli effetti avversi sistemici sono stati più comuni dopo la seconda vaccinazione, in particolare con la dose più elevata”.

Se il buongiorno si vede dal mattino, è notte fonda.

Passiamo alla seconda bomba, deflagrata proprio alla Casa Bianca.

Dove il consigliere speciale di Trump per l’Industria e il Commercio, l’economista Peter Navarro, ha rilasciato un’intervista esplosiva ad Usa Today nella quale lancia fulmini e saette all’indirizzo di Fauci.

“Ha sbagliato su tutto”, sbotta Navarro.

Che così continua: “A fine gennaio in una memoria ho messo in conto una possibile pandemia, mentre Fauci diceva ai media che non c’era motivo di preoccuparsi, ‘don’t worry’”.

“A febbraio Fauci diceva pubblicamente che il virus cinese aveva un tasso di rischio bassissimo. Si è visto”.

Lo staff di Trump minimizza: ha solo detto la sua, non è certo il parere del presidente.

Ma l’incendio divampa. E chissà quali effetti sarà capace di produrre.


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento