Se fossi sciacallo…

Schifo, cos’altro se no? Pif, straordinario attore e regista, bolla così, senza mezzi termini un tweet del solito Salvini, che immaginando di ottenere ‘like’ dei cittadini di Palermo, nel suo delirio di auto incensamenti ha pubblicato un vergognoso commento al dramma del capoluogo siciliano colpito da una ‘bomba d’acqua’ senza precedenti. Pif: “La strategia social di Salvini non è politica, è uno schifo”. Il sindaco di Palermo Orlando, accusato così di pensare troppo ai migranti e poco ai concittadini: “Basta un temporale e la città finisce sott’acqua”, risponde a Salvini: “Se fossi sciacallo, darei la colpa alla Protezione Civile guidata dal governo leghista che non ha dato l’allarme, ma so che quanto è avvenuto non era prevedibile da nessuno”. I social network hanno definito sciacallaggio il tweet del capo della Lega “che è solito approfittare di tragedie di qualsiasi tipo per alimentare la sua macchina propagandistica. Poco dopo la pubblicazione in rete dei video della tragedia, e con l’emergenza in corso, ha pensato di polemizzare invece di esprimere solidarietà e a organizzare aiuti concreti per i palermitani”.

 

Come dire, c’è un’ombra di presunzione nella scelta di Fca-Psa, neo holding dell’automobilismo mondiale, nel battezzare il gruppo ‘Stellantis’. Il verbo ‘stello’ nella lingua latina vuol dire ‘illuminato di stelle’. Dicono i protagonisti del sodalizio italo-francese Fiat-Peugeot: “La scelta, non è priva di ispirazione narrativa ed enfasi. Si ispira all’ambizioso allineamento di marchi automobilistici leggendari e forti culture aziendali che, unendosi, sono in procinto di creare uno dei nuovi leader nella prossima era della mobilità, preservando al contempo sia il valore eccezionale dell’insieme sia i valori delle singole parti costituenti”. Manca solo la beatificazione del Papa.
In tempi di diffuse criticità una buona notizia rincuora. La pochezza non priva di pessime conseguenze della presidenza Trump, suscita finalmente sdegno nel popolo americano, che lo boccia sonoramente per come gestisce l’emergenza Covid-19. Per il sondaggio di Quinnipiac University, Biden, candidato democratico, è in vetta alla classifica dei consensi con il 52% contro il 37% di Trump. Il rivale democratico del presidente in carica è in vantaggio negli anche negli Stati ‘incerti’ (Michigan, Carolina del Nord, Arizona, Florida, Pennsylvania e Wisconsin). Sport preferito di Trump da alcuni mesi a questa parte è il licenziamento dei suoi più stretti collaboratori e di personalità a lui ostili. Osservato il responso dei sondaggi e il clamoroso flop del comizio a Tulsa, il benservito tocca ora a Brad Parscale, organizzatore della campagna elettorale che lo fece vincere il 2016.
L’export italiano inverte la tendenza negativa indotta dalla pandemia e compie il miracolo di una cospicua ripresa. In termini percentuali si propone con un più 35 per cento su base mensile. Si incrementa anche l’import, ma meno, del 5,6% con l’acquisto di beni nell’area Ue. I principali settori di attività economica contribuiscono alla flessione annuale dell’export: macchinari, prodotti e metalli di base, articoli sportivi, giochi, preziosi, strumenti musicali e medici, mezzi di trasporto, articoli in pelle,  di abbigliamento, anche in pelle e in pelliccia, auto, ma a maggio surplus di 199 milioni nel saldo commerciale. Esclusi i prodotti energetici + 6, 603 miliardi.

Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento