AMAZZONIA – IL RACCONTO DELLA DOMENICA DI LUCIANO SCATENI

Ricordo quasi sempre il percorso degli incubi notturni, poche volte i racconti sognati. Spesso le incursioni nell’onirico che induce a risvegli con il respiro in affanno, pulsazioni cardiache parossistiche, la fronte bagnata di sudore.

Appena sveglio respingo l’impellente richiesta di mandare nello stomaco un caffè ristretto e mi ritrovo tra le mani il voluminoso atlante De Agostini. Negli occhi e nella coscienza, l’immagine, per quanto approssimativa dell’Amazonia, chiede di saperne di, più, sollecitata dall’orrore di seghe elettriche, corde robuste e bulldozer, piromani prezzolati coinvolti nel massacro della foresta nella rapina che sottrae ossigeno al più grande potenziale green all’umanità. ‘Padroni’, tra virgolette, dei sei milioni di chilometri quadrati sono, con la quota maggiore il Brasile e a seguire Perù, Colombia, poi, con meno ‘azioni’ Venezuela, Ecuador, Bolivia, Guyana, Suriname, Guayana francese.

 

LEGGI TUTTO

https://www.lavocedellevoci.it/racconto-domenica-2018/?/


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento