MILIARDARI AMERICANI / SEMPRE PIU’ RICCHI. A COMINCIARE DA ELON MUSK

Miliardari sempre più ricchi nell’era della pandemia da coronavirus, mentre i cittadini di tutto il mondo subiscono i colpi della crisi economica e piombano nella povertà.

Lo attesta, numeri e cifre alla mano, un fresco studio redatto da “Inequality”, che radiografato, in particolare, la situazione negli Stati Uniti.

“Mentre la pandemia ha causato un aumento vertiginoso del numero dei disoccupati – viene scritto a chiare lettere – la ricchezza dei miliardari statunitensi è aumentata di 434 miliardi di dollari negli ultimi mesi, con un incremento del 15 per cento”.

Cifre pazzesche.

Così continua il report. “In questi due mesi i patrimoni combinati di Jeff Bezos e Mark Zuckemberg da soli sono cresciuti di 60 miliardi di dollari”.

“Tra il 18 marzo e il 19 maggio, il patrimonio netto totale di oltre 600 miliardari statunitensi è salito da 2,948 trilioni a 3,338 trilioni. A marzo c’erano 614 miliardari nella lista di Forbes. Due mesi dopo il loro numero è salito a 630”.

“Nonostante il calo dei mercati, la ricchezza di Elon Musk (il padrone di Tesla, ndr) è aumentata di 3,5 miliardi nell’ultima settimana. La ricchezza di Jeff Bezos è aumentata di 900 milioni e Eric Yuan ha visto crescere la sua ricchezza di 800 milioni. Mike Bloomberg l’ha vista crescere di 400 milioni”.

Qualche ragguaglio in più sul nuovo pioniere dello spazio che punta alla conquista di Marte, diventato il pupillo di Donald Trump e della figlia Yvanka, che lo subissa di tweet al miele.

Secondo le ultime da Wall street, Musk “ha sbloccato la prima parte del suo pacchetto retributivo di 55 miliardi di dollari: 770 milioni di dollari in stock options”. Aveva infatti optato “per un piano retributivo in dodici tranche nel 2018, basato sul raggiungimento di alcune tappe fondamenti da parte di Tesla”.

La prima è stata raggiunta all’inizio di maggio, quando il valore medio di Tesla a Wall street ha superato i 100 miliardi di dollari per sei mesi. Giorni fa, il cda dell’azienda ha certificato il raggiungimento del secondo obiettivo: i 20 miliardi di dollari di ricavi.

Tutto ciò consente a Musk di esercitare lo strumento delle stock options e acquistare più di 1,6 milioni di azioni a 350 dollari l’una, mentre il loro valore è appena arrivato a quota 805 dollari.

L’obiettivo decennale del magnate americano di origine australiane è di puntare ad un valore della sua star per la stratosferica cifra di 650 miliardi di dollari.

Per ora, può contentarsi del suo patrimonio personale, stimato da Bloomberg in 40 miliardi di dollari.

 

Nella foto Elon Musk


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento