VALUTA DIGITALE / GOVERNO USA E BILL GATES UNITI NEL “TRACCIAMENTO”

Tutti i pericoli della “valuta digitale” che dominarà il prossimo futuro, favorita anche dalla pandemia di coronavirus.

Il frutto avvelenato che deriva da una poderosa collaborazione tra pubblico e privato negli Stati Uniti, vale a dire il Ministero del Tesoro a stelle e strisce e la Bill & Melinda Gates Foundation, con la partnership eccellente di colossi come Visa e Mastercard.

Affronta il tema bollente Norbert Haering, cofondatore e condirettore della Word Economics Association, la seconda associazione di economisti a livello mondiale. E’ autore di “Schones neues Geld” (“Brave New Money”), uscito in tedesco due anni fa e appena pubblicato anche in cinese.

Ecco alcune sue riflessioni.

“A partire dal 2005 la ‘guerra del contante’, come la chiamavano, era solo una strategia commerciale dichiarata di Visa e Mastercard contro l’uso del denaro contante, perché lo vedono come il principale concorrente per le loro carte di credito. A partire dal 2011 questo tipo di discorso si è fermato”.

“Sono invece entrati in una coalizione con il governo degli Stati Uniti, la Bill and Melinda Gates Foundation e Citibank, e hanno formato insieme la ‘Better Than Cash Alliance’ per perseguire l’eliminazione del contante. Ma ora lo fanno con il preteso obiettivo di aiutare i poveri includendoli finanziariamente”.

“L’interesse del settore finanziario nella vendita dei propri prodotti anziché in contanti, è evidente. Le società IT vogliono i dati che vanno con la digitalizzazione dei contanti, e il governo degli Stati Uniti vuole il potere di sorveglianza e sanzionatorio che accompagna la digitalizzazione dei pagamenti. Gli altri paesi che cooperano apprezzano anche l’aspetto di ottenere più potere di sorveglianza sulle loro popolazioni”.

“C’è l’interesse di Microsoft e di altre società statunitensi IT coinvolte, digitalizzando tutto per fare più affari e ottenere più dati. I dati finanziari sono tra i più preziosi”.

“Le banche svolgono campagne di mailing e internet, dicendo ai loro clienti che il denaro contante è sporco e le carte o le soluzioni di pagamento mobile non lo sono. Lo fanno nonostante la mancanza di prove che il virus possa essere trasmesso tramite i contanti. La maggior parte degli esperti di salute afferma che i contanti non sono un canale rilevante per il virus”.

“Nessuno impedisce a nessuno di usare denaro digitale. Solo alcune aziende, che considerano elevate le commissioni degli istituti finanziari, non accettano denaro digitale. Questo è uno dei motivi per cui questi intermediari finanziari vogliono eliminare i contanti. In modo che possano aumentare i loro prezzi, il che non è nel nostro interesse”.

“Ancora più importante. Tutto ciò che paghiamo digitalmente viene registrato, visto e archiviato da vari fornitori di servizi e finisce nelle informazioni del nostro conto bancario. Se non è possibile usare denaro contante, le informazioni del nostro conto bancario saranno un registro quasi completo della nostra vita. Chiunque abbia il potere di esaminarlo, che sviluppa un interesse per noi in qualsiasi momento, può vedere dove siamo stati e cosa abbiamo fatto per ogni giorno, ogni ora e per decenni nel passato”.

 


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento