LOMBARDIA / AUTOSTRADE SEMPRE PIU’ CARE

Autostrade più care in Lombardia. Nonostante lo stop per ora deciso dal governo (anche in attesa della revoca della concessione ad Atlantia e, perché no, al gruppo Gavio), c’è chi riesce ad aumentare i pedaggi, alla faccia dei cittadini.

Succede, ad esempio, con la Brescia-Bergamo-Milano, più nota agli aficionados come Brebemi, e con la Pedemontana Lombarda, primatista di sprechi & inutilità.

Sfiora il 4 per cento, addirittura, il rincaro per la prima: con un + 3,79 per cento in barba ad ogni norma e ad ogni regola di buon senso.

Così cercano di mettere una pezza a colori i vertici Brebemi. “Le revisioni tariffarie sono imputabili all’aumento dei costi di progetto, l’estensione della durata della concessione, il contributo pubblico e l’aumento del valore di subentro”.

Queste cose “attengono alla procedura di riequilibrio del piano economico-finanziario che trae origine da circostanze straordinarie (sopravvenute), imprevedibili e non imputabili alla Concessionaria”.

E hanno la faccia di bronzo per aggiungere: “Tra le cause c’è l’aumento del costo del progetto, dovuto a cause impreviste e imprevedibili”.

Caso? Imprevisto? Eventi straordinari? Di tutto e di più dal cilindro di Brebemi.

E sapete quanto costano adesso i 94 chilometri della Brescia-Milano? Sparate una cifra: 28 euro!

Per la Pedemontana ci vanno più piano, solo un incremento dello 0,80, che va unito allo 0,4 del 2018. Una Pedemontana che è articolata in tre tratte: la tangenziale di Varese, la tangenziale di Como e il collegamento da 67 chilometri tra A8 e A.

Quest’ultimo, però è ancora da completare. Del tutto inutile e molto impattante, denunciano gli ambientalisti.

Ed anche un pozzo senza fine, in mezzo ad un mare di carte bollate. La società di gestione, infatti, ha rischiato il crac ed è stata salvata dall’ex presidente leghista della Lombardia Roberto Maroni. Per un anno sul ponte di comando anche l’ex pm Antonio Di Pietro, che firmò un bilancio tutto da dimenticare…


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento