SAN GENNARO DELLA VALLE / IN GITA A NAPOLI MOLTIPLICA PANI & SALMONI


Tod’s, pizza & mandolini. Lo Scarparo nazionale poggia le sue nobili estremità sul suolo di Napoli. Diego Della Valle è accolto come il nuovo Messia (o il nuovo Messi, per la passione pallonara) da centinaia di signore bene del cuore chic di Napoli, via dei Mille e paraggi.

Lui, il Vate, arriva per inaugurare “la collezione autunno-inverno nel suo già collaudato negozio Dev che racchiude i marchi di famiglia Hogan, Tod’s e Fay di cui è presidente, direttore, amministratore delegato e azionista di maggioranza”. Imperdibile.

L’incoronazione è firmata da Repubblica Napoli, che all’Evento dedica addirittura mezza pagina. Tutta da bere. Ecco come pennella le Parole del Profeta marchigiano: “Napoli ha tutto, dal cibo al sole, dall’arte al golfo più entusiasmante del mondo. Bisogna solo garantire sicurezza e pulizia”. Per il resto il gioco è fatto. Bastano un po’ di poliziotti e spazzini (pardon, operatori ecologici) in più per le strade e il piatto è servito, lo sviluppo garantito, la rinascita dallo sprofondo nel quale è oggi immersa la città assicurato. Sorge subito spontanea una domanda: perchè non passa la miracolosa ricetta al sindaco arancione Luigi de Magistris?

Ma rituffiamoci tra le magie della Repubblica del Golfo. Parole che fanno leccare i baffi: “Mille invitati lo hanno atteso fra tartine al salmone (tra i vip anche Sal Da Vinci, ndr) e Ca’ del Bosco. Il primo abbraccio arriva da Veronica Maya, poi gli attori di ‘Un posto al sole’, quindi tantissime signore di Chiaia e Posillipo. Un cocktail party – prosegue il super moscone – dopo una giornata trascorsa tra sole, passeggiate e pizza”.

E chissenefrega della crisi e del baratro economico che ci attende. Loro pensano alla tintarella autunnale: “una città affascinante – è ancora il traboccante Vate a parlare – che si trova al centro di un contesto unico. Ho casa a Capri, certo, ma quando arrivo in questa città mi piace vedere tutto, dal centro storico ai dintorni. E adoro la costiera, da Positano a Sorrento”.

Ama sovradosare emozioni & colori, quel Vate che sciacqua i pennelli ogni mattina in Arno: “mi piace la città e adoro i suoi abitanti. Qui si stabilisce subito un rapporto immediato con la gente. Camminare per le strade è una cosa eccezionale”. La nostra Vispa Teresa poggia per un attimo la retina acchiappa farfalle e medita: “nel golfo di Napoli ci sono certamente grandi prospettive di sviluppo. E’ bello investire qui”, proprio mentre sfreccia un’auto che investe un ciclomotorizzato e fugge via.

Suonano i violini di Repubblica: “un amore per la città, ma per l’Italia in generale. Con un segnale concreto di grande importanza arrivato nei giorni scorsi. La Tod’s di Diego Della Valle aprirà infatti uno stabilimento nelle zone colpite dal terremoto di agosto. La fabbrica sorgerà ad Arquata del Tronto”. Un amore cosmico, quello del più grande Scarparo al mondo. Un Mecenate che da secoli non si vedeva nelle nostre lande desolate: come non inginocchiarsi davanti al suo benefico e & magnanimo intervento pro Colosseo, versando fior di milioni per la sua Italia, la nostra Roma? Peccato che quei parrucconi della Corte dei Conti non riescano mai a volare alto e vadano sempre a caccia del pelo dell’uovo. A caval donato non si guarda in bocca: e invece quelle toghe cercano qualcosa tra conti & soldi di casa Tod’s…

 

Nella foto Diego Della Valle


Scopri di più da La voce Delle Voci

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento