LAVOCE IN EDICOLA



TUTTE LE COPERTINE
  SOMMARIO
In edicola il numero di


SOMMARIO
» VAI ALLA PAGINA «
Gli SPECIALI
LE GRANDI FIRME
OLIVIERO BEHA
BEHA
GIULIETTO CHIESA
CHIESA
ARMANDO DELLA BELLA
DELLA BELLA
JACOPO FO
FO
FERDINANDO IMPOSIMATO
IMPOSIMATO
ELIO LANNUTTI
LANNUTTI
SANDRO PROVVISIONATO
PROVVISIONATO
LUCIANO SCATENI
SCATENI
ELIO VELTRI
VELTRI
IL BLOG DEL DIRETTORE
» VAI AL BLOG «
L'INSOSTENIBILE
(Il blog di Rita Pennarola)

» VAI AL BLOG «
SONDAGGIO
QUANTO DURA IL GOVERNO RENZI?
tutta la legislatura
due anni
un anno
un mese
     
ADV
NEWSLETTER
DICONO DI NOI
LE VOCI
ADV


 
PALCOSCENICI D'AGOSTO
di DIEGO VINCENTI [ 10/07/2012]


Agosto, il mese piu' freddo dell'anno. Almeno cosi' cantavano i Perturbazione. Questioni di cuore, probabilmente. Ma certo che anche per il teatro, l'estate non e' mai stata stagione di grandi appuntamenti. Sipari abbassati, casse chiuse, si aggiustano gli ultimi titoli per l'autunno e si va al mare. Sans souci, che dopo mesi in miniera un po' di riposo e' meritato… Che vivano invece i palcoscenici fuori citta', nei borghi e nei paesini, coi loro festival e la splendida umanita' varia che li circonda. Dove la qualita' (o la tensione verso la qualita'), si unisce alla bellezza di luoghi splendidi, nuovi incontri, la chiacchiera e la salamella.

Pianta ottagonale. Un'imponenza talmente affascinante che ancora non si e' capito a cosa esattamente servisse nel XIII secolo all'imperatore Federico II. In ogni caso Castel Del Monte e' li', poco fuori Andria, Patrimonio dell'Umanita' per l'Unesco e simbolo del Festival Castel dei Mondi, quest'anno in programma dal 25 agosto al 2 settembre. Nella vivacissima Puglia, regione fra le piu' attente al ricambio generazionale teatrale, una manifestazione che col tempo ha saputo guadagnarsi spazi e attenzioni sempre crescenti, nonostante la posizione piuttosto defilata. Tanti i nomi che incuriosiscono: Jurji Ferrini, i ragazzi di PuntaCorsara da Scampia, Lucia Calamaro con il nuovo L'origine del mondo, ritratto di un interno, Agnello di Gaetano Colella, il debutto di Let there be love di Vittorio Continelli, I Sacchi di Sabbia, Koreja insieme a Gabriele Vacis, i milanesi Animanera e perfino Sarah Jane Morris. Un programma eterogeneo, per lo piu' in scena a Palazzo Ducale, e come di consueto arricchito da incontri, laboratori e tavole rotonde. Piu' a nord, nella rossa Toscana, il territorio e' il solito mosaico di iniziative e piccoli gioielli da scoprire. E se quest'anno Inequilibrio a Castiglioncello anticipa proprio mentre si va in stampa (peccato: bel programma e stabilita' ritrovata nel Livornese), ci si puo' concentrare sulla XXVI edizione di Volterrateatro, ormai una certezza del panorama festivaliero, dal 23 al 29 luglio a portar bellezza di fianco al carcere, sotto la direzione di Armando Punzo. La sua nuova produzione Mercuzio non vuole morire insieme alla Compagnia della Fortezza e' lo spettacolo piu' atteso, da prenotare sul sito: www.volterrateatro.it. Non troppo distante, in provincia di Arezzo, arriva a compiere dieci anni Kilowatt – L'energia della scena contemporanea, dal 20 al 29 luglio a Sansepolcro. Sempre attento a un effettivo rapporto dialogico col pubblico e con una spiccata sensibilita' per la drammaturgia del presente, Kilowatt e' accogliente ed eclettico come i luoghi piu' belli. Dove si potranno vedere (fra gli altri) i bravi Biancofango di Roma con l'ultimo Porco Mondo, i Gogmagog, i Lafabbrica. E come al solito, se si e' da quelle parti, non si puo' proprio evitare di fare un salto a Monticchiello nella splendida Val d'Orcia, la risposta a ogni preoccupazione nel mondo. Sulla Voce ci e' gia' capitato di parlarne. Ma vale sempre la pena vivere da spettatori il ritorno sul palco degli abitanti del piccolo borgo vicino a Pienza, mezzo secolo di autodramma scritto, interpretato e diretto dalla gente comune. Nessun professionista ma un'emozione unica. Vissuta insieme nella piazza del paese. Titolo del nuovo spettacolo: Palla avvelenata, in replica dal 21 luglio al 14 agosto.
Troppo naive? Peggio per voi. Ma se siete fra quelli per cui il teatro e' la ricerca piu' esasperata e vi emozionate solo con performance, installazioni e affini, allora gli appuntamenti sono due: Santarcangelo e Drodesera. Lo storico Festival romagnolo cambia nuovamente direzione artistica con l'arrivo di Silvia Bottiroli e dal 13 al 22 luglio si conferma punto di riferimento internazionale interrogandosi sulla distanza fra realta' e finzione. Un programma di spiccata personalita', dove accanto a nomi del calibro di Richard Maxwell, Barokthegreat, Virgilio Sieni, Valdoca, offre spazio a realta' piu' emergenti come Strasse e Kinkaleri. Va invece in scena nello splendido scenario della Centrale Fies nel Trentino Drodesera, festival fra i piu' alternative-chic (e ricchi, grazie allo statuto speciale) della penisola, vivacissimo nel proporre mode, nel creare attenzioni. Dal 20 al 28 luglio, un programma con artisti e compagnie gia' nell'orbita produttiva della Factory mischiati ad alcune belle realta' internazionali. Ecco allora Artefatti, Anagoor, Dewey Dell, Cuscuna', Codice Ivan e quant'altri se ne vuole.

Giusto due parole per Terreni Creativi ad Albenga, in provincia di Savona. Due parole perche' il piccino festival di teatro, musica, letteratura trova spazio a inizio agosto nelle serre, in un contesto storico-sociale che ha qualcosa di unico. Ma se proprio non e' il caso di pensare alle ferie, c'e' da lavorare e si sta in citta' attaccati ai ventilatori, coraggio qualche appuntamento carino salta sempre fuori. Come a Milano, dove il Franco Parenti dedica una personale al bravo Filippo Timi. Dal 10 al 31, un atipico luglio teatrale con i tre spettacoli che han portato al successo l'attore umbro: il suo Amleto, Giuliett'e Romeo e il folle Favola. È la “Summertimi”, titolo geniale. E gia' scappa un sorriso.

Nella foto, gli Animanera al Festival di Andria





Scrivi un commento