LAVOCE IN EDICOLA



TUTTE LE COPERTINE
  SOMMARIO
In edicola il numero di


SOMMARIO
» VAI ALLA PAGINA «
Gli SPECIALI
LE GRANDI FIRME
OLIVIERO BEHA
BEHA
GIULIETTO CHIESA
CHIESA
ARMANDO DELLA BELLA
DELLA BELLA
JACOPO FO
FO
FERDINANDO IMPOSIMATO
IMPOSIMATO
ELIO LANNUTTI
LANNUTTI
SANDRO PROVVISIONATO
PROVVISIONATO
LUCIANO SCATENI
SCATENI
ELIO VELTRI
VELTRI
IL BLOG DEL DIRETTORE
» VAI AL BLOG «
L'INSOSTENIBILE
(Il blog di Rita Pennarola)

» VAI AL BLOG «
SONDAGGIO
QUANTO DURA IL GOVERNO RENZI?
tutta la legislatura
due anni
un anno
un mese
     
ADV
NEWSLETTER
DICONO DI NOI
LE VOCI
ADV


 
GRANDI FIRME
MIO CUGINO LA RUSSA
di Jacopo Fo [ 18/03/2010]


La situazione italiana a una svolta drammatica. Leggo su Repubblica una notizia che da sola basterebbe a creare una sollevazione popolare. Berlusconi avrebbe detto: «Come e' possibile che in questi due anni i servizi segreti non ci abbiano avvisato di niente? Come e' possibile che i Ros indaghino su di noi e non esca un solo fiato in un Paese in cui parlano tutti?».
Tant'e' che il presidente del consiglio ha chiesto a Gianni Letta cosa stia accadendo nei nostri servizi segreti e al ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ha reclamato spiegazioni sul comportamento del Ros. Per fortuna La Russa - che fra parentesi e' mio cugino di terzo grado - dimostra di avere ancora i coglioni e risponde: «i carabinieri fanno il loro dovere». Bravo cugino. Hai segnato un punto per la bandiera.
Dal punto di vista tecnico questa dichiarazione di Berlusconi contiene una serie di reati che vanno dall'Alto Tradimento alla cospirazione, passando per l'istigazione a delinquere e il ricatto. Si' perche' abbiamo un presidente del Consiglio che dice a servizi segreti e forze di polizia che devono informarlo di tutto, anche in violazione della legge.
Mi fermo qui. Ma spero che qualche avvocato sollevi la questione. Il premier reclama l'uso personale delle strutture difensive dello stato e afferma la propria impunibilita' in virtu' del proprio mandato popolare. E' lo svuotamento della Carta Costituzionale che ha al centro la divisione dei poteri e l'indipendenza della magistratura e delle forze dell'ordine dal potere politico.
E' da tempo che Berlusconi lavora in questa direzione. Ma stavolta ha messo la trave maestra della sua nuova Costituzione di Fatto. L'Italia e' una monarchia elettiva. Il governo fa tutto quel cazzo che vuole e non si puo' rompere le palle al manovratore. In fondo i vecchi comunisti possono essere contenti: abbiamo ottenuto una cosa strutturalmente molto simile alla Russia di Stalin.
Ora, e' bene che sappiate che in questo frangente, avviliti da una classe politica di sinistra collusa e scagazzona, possiamo solo sperare nei fascisti.
Lo so che sto facendo un'affermazione pesante.
Sarebbe piu' comodo ammannirvi la solita tiritera di protesta, con appello a raccolta di firme e corteo.
Ma questa roba, oggi come oggi, non serve quasi a un cazzo. Non e' che se facciamo un Vaffanculo Day Viola con 4 milioni di persone Berlusconi entra in crisi. Dopo tutto quello che e' successo ha ancora il consenso del 48% degli italiani (secondo i dati dei ricercatori legati al Pd). Non dei votanti, degli italiani tutti. In pratica se fosse cosi', al voto la sinistra prenderebbe un sacco di legnate. La maggioranza degli italiani ama il troiaio. E se fosse al posto di Silvio farebbe esattamente le stesse cose. E' una filosofia esistenziale.
E attenzione: le molte inchieste giudiziarie sui troiai targati Pd e il fatto che in Campania osano addirittura proporre un tipo come Vincenzo De Luca come candidato alle regionali, e la base del Pd non li maciulla a colpi di banane marce (pratica lenta e disgustosa), dimostra che anche a sinistra c'e' dovizia di personale umano sprovvisto di senso dello stato.
Ma allora c'e' speranza?
Si', tranquilli, stiamo per vincere. Ma la vittoria segue vie tortuose. E queste vie passano per il fatto che per fortuna in Italia ci sono ancora dei veri fascisti, dei veri cattolici, dei veri laici, dei veri radicali e dei veri progressisti.
Ma in questo momento quelli che contano veramente sono i veri fascisti. Si' perche' e' da capire che come si puo' essere comunisti e odiare Stalin e tutti i dittatori di sinistra, cosi' si puo' essere fascisti e odiare Mussolini. Se non ci credi vai a vedere la storia di D'Annunzio e la repubblica di Trieste, coi corsi di yoga, la vita sugli alberi, e il bombardamento di Roma con un pitale lanciato da un aeroplano.
Non sto dicendo che son diventato fascista. Non sopporto il loro modo di pensare.
Ma oggi come oggi sono loro quelli che sono incazzati con Berlusconi tanto quanto noi. Cioe' mio cugino La Russa io me lo ricordo quando faceva parte delle squadracce nere. A sinistra era famoso. Ma comunque era uno che ci credeva. Questa e' la discriminante. Avere un ideale o avere solo interessi di soldi e potere (e figa). Questa e' una lezione che bisogna imparare. E' l'anima del pacifismo e della capacita' di cambiare veramente il mondo.
Le battaglie si vincono alleandosi con il nemico secondario contro il nemico principale. Io lo so bene questo. Mio padre fu nascosto durante la guerra da un fascista. Glielo chiese mia nonna e lui incredibilmente accetto'. E mia nonna era una tipa magrolina che certamente non l'aveva sedotto. Tanti fascisti hanno fatto contro il fascismo piu' di tanti comunisti. Giorgio Perlasca ha salvato piu' ebrei da solo di un intero reparto della Brigata Garibaldi. E poi c'e' Shindler… E tanti altri sconosciuti. E anche il nostro eroe antimafia, Borsellino, era radicalmente di destra, anche se si tende a dimenticarlo. Questo e' un fatto.
E a dirla tutta se Alcatraz e' ancora aperta lo dobbiamo a un fascista onesto che 18 anni fa prese pubblicamente le nostre difese quando un complotto criptocomunista aveva deciso che dovevamo chiudere perche' non stavamo ai giochini e avevamo denunciato una serie di truffe e raggiri di sinistra.