Migranti: nemmeno in pace da morti

- di: Luciano Scateni

Per difendere la Procura di Agrigento che si oppone al blocco dei porti e al divieto di sbarco dei rifugiati, non serve scomodare Ghandi, Martin Luther King o chi ha pagato con il carcere la scelta pacifista di non arruolarsi ed essere obbligato a uccidere. Sono eroi del loro tempo, esempio di disobbedienza civile che ...read more →

Chi si arricchisce con la fornitura di armi al terrorismo

- di: Luciano Scateni

Non si ha notizia di inchieste giornalistiche sulla fornitura di armi usate dai terroristi, che hanno insanguinato il mondo con feroci attentati e contrastato militarmente gli attacchi per combatterli. Di sicuro c’è che l’Islam non ne produce; che sono fucili, mitragliatrici, mine, cannoni; che qualcuno si è arricchito con il commercio clandestino e che molto ...read more →

Nostra, vostra ‘culpa’ se rispunta la malapianta del fascismo

- di: Luciano Scateni

Democrazia bendata, sorda, disattenta, frastornata da più e forse meno fonti di preoccupazione. L’anima fascista dell’Italia, sopita, mai sradicata alla radice, ha ripreso fiato, assoldato vecchi e nuovi teorici, ha messo su strutture, movimenti, perfino partiti, bande armate, teste calde, violenti, antisemiti, razzisti, nostalgici dell’uomo forte al potere, dell’olio di ricino e delle manganellate, di ...read more →

Xi, Hu, Li, Chang, Zhou. L’Italia si tinge di giallo

- di: Luciano Scateni

Anni sessanta/settanta. Omini-avamposto dell’espansionismo giapponese furono inviati speciali nel mondo occidentale, in trasferta pagata del governo. Li abbiamo visti, armati di macchine fotografiche, blocchi da disegno, registratori, mini telecamere, aggirarsi nelle strade del commercio, con l’aria di turisti curiosi e ammirati. Erano spie, nell’accezione di predatori, intenti a fotografare e disegnare oggetti di ogni tipo, ...read more →

Ma son solo canzonette

- di: Luciano Scateni

Ma siamo matti? Che diavolo succede in questo Paese avvelenato da sovranismo, populismo, razzismo e ora, per sciagurata invenzione leghista, indotto a ergere un muro di confine, di respingimento, della musica senza il marchio del made in Italy. La senescenza, se avanza con disturbi della ragione diventa fonte di sbandate mentali. E passi se rimane ...read more →

Fronte sinistr…sinistr…, Zedda ci prova

- di: Luciano Scateni

Funziona il Pd-exit dalla palude dell’inerzia, delle omissioni, dell’inconcludenza e lo attesta il voto in Sardegna. L’apertura ai movimenti civici, in altre parole la storica attenzione della sinistra al disagio sociale e a chi lo assume politicamente, paga elettoralmente. Solo il circolo vizioso dell’establisment dem ha reagito all’exploit di Massimo Zedda con stupore, colto di ...read more →

IMMAGINI SHOCK ALLEVAMENTI SUINI – LAV SCRIVE AL MINISTRO

- di: Redazione

Il Ministro della Salute Giulia Grillo ieri sera al Tg2 Rai (VIDEO: https://we.tl/t-3BvzGerGoB), vedendo le immagini dell’investigazione della LAV in alcuni allevamenti di suini, ha definito “raccapriccianti” le immagini di animali morti e altri maltrattati, in un quadro di gravi violazioni delle Leggi. Per questo l’associazione animalista oggi scrive al Ministro “affinché l’indignazione si trasformi in cambiamenti ...read more →

Di questa sinistra si può morire

- di: Luciano Scateni

Per i malati terminali, la pietas di chi li assiste sceglie la strada della terapia estrema per impedire che il male irreparabile infligga anche l’aggravante del dolore, e consentire che il paziente lasci scivoli nella morte senza inutili sofferenze. Se la premessa può apparire sconveniente, attribuita all’analisi della condizione di coma profondo della sinistra storica, ...read more →

Colpa mia, colpa tua: il premier scarica i guai sul passato

- di: Luciano Scateni

E’ il record di Conte, premier con supporto abituale di un suggeritore personale al seguito, istruito dalla coppia più oscena del mondo, il Ce l’aveva duro Salvini e l’incompiuto Di Maio: nel corso di un’intervista il fighettone del governo gialloverde, per una volta senza suggeritore, discolpa i suoi inconcludenti tutori, responsabili dello stop all’andamento positivo ...read more →

Ilaria, più forte di falsi e omertà

- di: Luciano Scateni

L’Italia dei segreti di Stato, degli omissis, dello sporco nascosto sotto il tappeto dell’omertà, delle verità negate, dei crimini senza colpevoli a tutela di presunti intoccabili, questa Italia, è sconfitta per una volta da una giovane donna più forte di inerzie, falsi, depistaggi, coperture di crimini con la complicità di chi dovrebbe perseguirli. Ilaria Cucchi ...read more →