Stuprata, ma “brutta”

- di: Luciano Scateni

Di tutto e di più. La subcultura che offende la dignità di essere donna ripropone i tempi bui del machismo, del capofamiglia despota, della “femmina” oggetto di possesso del maschio, di diffuse discriminanti, del tipo “donne a casa, ad accudire figli e mariti”, “accesso vietato ai vertici di aziende, ruoli politici, professioni” “disparità di remunerazione ...read more →

TAV / SENTENZA DELLA CASSAZIONE SULLE ‘NDRINE IN VAL DI SUSA

- di: PAOLO SPIGA

Fresca sentenza della Cassazione sul Treno ad Alta Velocitàed in particolare sulle massicce infiltrazioni della ‘ndrangheta nei lavori e nei cantieri in Val di Susa. La maxi inchiesta è cominciata 5 anni fa per impulso della procura di Torino, quando ha preso il via la cosiddetta “Operazione San Michele”. Al centro delle indagini appalti e ...read more →

Qualcosa di rosso

- di: Luciano Scateni

Riconoscersi, capire se sono rimasti nella testa e nel cuore la voglia di sinistra, l’energia per generare la linfa del riscatto, l’orgoglio di sapere che stai dalla parte giusta, i sapori della sfida ai padrini della malapianta attecchita in questo Paese, plagiato dai finti “onestà, onestà”, dagli ultras del razzismo, dell’omofobia, dell’autarchia valpadana. Come? Forse ...read more →

SALVINI & RAGGI / STESSO BODYGUARD PER UN MAGGIOR SELF CONTROL?

- di: PAOLO SPIGA

Si è data alla politica la cantante Malika Ayane? Oppure si tratta della sorella gemella? La domanda sorge spontanea dopo l’ultima conferenza stampa dell’8 marzo tenuta dallo sceriffo Matteo Salvini, in compagnia di Giulia Bongiorno, ministra della Pubblica Amministrazione, e del padano Nicola Molteni, sottosegretario agli Interni. Al tavolo della conferenza pro donne (sic) infatti ...read more →

Il tragicomico Tav: in scena Stanlio e Ollio

- di: Luciano Scateni

E’ un vero peccato. I produttori della fantastica coppia Oliver Hardy e Stan Laurel, fossero ancora in attività, avrebbero finanziato uno dei loro grandi successi. Il possibile cast: Ollio nella parte di Salvini, Stanlio nei panni di Di Maio. Comprimari il fuori tempo massimo Conte, che scopre dopo un anno dall’insediamento costi e benefici del ...read more →

“La Repubblica” e il Napoli

- di: Luciano Scateni

Vogliono la secessione, segare lo stivale a metà, separare il Sud dal Nord. Avete notizia di un sit in di protesta nell’aula di Montecitorio dei parlamentari meridionali? Ovvio, no. Un pesante silenzio racconta che vincere il terno al Lotto dell’elezione al Parlamento appaga le libido di potere e di prebende senza distinzione di provenienza politica ...read more →

Come vivremo quando il Tav sparirà dai media?

- di: Luciano Scateni

Anche a voi è sembrato che mancasse un elemento del tragicomico guazzabuglio Tav? Che fortuna, provvede a colmare la lacuna il governatore del Piemonte, il dem Chiamparino. Egli, rabbioso, minaccia con una punta d’ironia: “Conte”, questa l’esternazione, “ci ha spiegato a lungo che l’acqua calda può scottare e, abbiamo capito che il governo ha deciso ...read more →

Tav: insopportabile tam-tam mediatico

- di: Luciano Scateni

La manfrina Tav è ben congegnata. En passant, la Rai gialloverdizzata e l’intero sistema mediatico occupato militarmente dalla combriccola Salvini-Di Maio, sfiorano appena il nodo del pozzo nero in cui i due dioscuri stanno affogando la salute della nostra economia. Ruota tutto sul Tav sì,Tav no, “Nì Tav”, come titola oggi la Repubblica. Il gioco perverso ...read more →

Se semini razzismo, razzismo raccogli

- di: Luciano Scateni

Accecato da idolatria per la Juventus – a proposito il capo degli ultra è in manette per reati di non poco conto, legati al bagarinaggio e a spaccio di droga – tale Masimo Gritti, direttore sportivo della Remer, squadra di basket di Treviglio ha manifestato tutta lo squallore di razzista pubblicando su facebook la nota ...read more →

I BOSS DELLE MAFIE / INAFFERRABILI MA SOPRATTUTTO “INVISIBILI”

- di: Cristiano Mais

Ottima ricognizione geo-criminale griffata Roberto Saviano sui “Boss in fuga che si nascondono a due passi da casa” per la Repubblica del 5 marzo. Peccato non approfondisca due dettagli: come mai se vivono sotto il naso degli 007 non vengono individuati? E quando lo sono c’è quasi sempre una “manina” che soccorre i cacciatori dello ...read more →