VINCENZO ONORATO / LA DORATA CONCESSIONE PER MOBY

- di: PAOLO SPIGA

Non solo in Italia le concessioni autostradali durano in eterno, sono praticamente a vita. Adesso la cosa si ripete anche sul fronte delle concessioni via mare. Il protagonista della ultima ‘svista’ governativa, una vera manna per lui, è Vincenzo Onorato, napoletano, alias ‘Mascalzone Latino’, proprietario delle compagnie Moby, Tirrenia-CIN e Toremar. Oggi il gruppo Onorato ...read more →

Un sabato di intriganti news

- di: Luciano Scateni

Confortano la sostenuta alacrità, la concretezza, il decisionismo di super Mario Draghi. Pur navigando in acque di diverso colore politico, l’augurio è che non sia distolto dal mandato di risanare l’economia del nostro Paese per ricevere il testimone da Mattarella e concludere la staffetta nella solenne dimora del Quirinale. E però, cosa rivela la sua ...read more →

NAPOLI / IL GIALLO DEI LAVORI ALLA STORICA GALLERIA VITTORIA

- di: PAOLO SPIGA

Continua la telenovela della Galleria Vittoria a Napoli, la fondamentale arteria che collega il centro storico con Mergellina e chiusa al traffico da oltre sei mesi. Adesso il Comune di Napoli annuncia il prossimo disco verde ai lavori per rimetterla in funzione, affidati all’ANAS come “soggetto attuatore”. Ora, però, ci si chiede: basteranno quei ritocchi ...read more →

Il Tg ‘in croce’

- di: Luciano Scateni

Approdato al terminale al numero 1.452 di articoli pubblicati, giorno dopo giorno, su Facebook, ho difficoltà nel procedere a ritroso per citare la data di un paio di loro, perciò rinuncio a ricordare quanto tempo fa (nell’odine di qualche mese), ho denunciato il malcostume della giornalista Rai Marina Nalesso, che conduce una delle edizioni del ...read more →

MASSIMO PAOLUCCI / DAI SEMAFORI ALLE FORNITURE ANTI COVID

- di: PAOLO SPIGA

Un oscuro burocrate di matrice Pci-Pds-Ds-Pd poi paraLeu, per anni impegnato a sbrogliare gli ingorghi del traffico napoletano ed alle prese quotidiane con sensi unici, multe e semafori, è da qualche mese il braccio operativo del Commissario Straordinario per l’Emergenza coronavirus, fino ad un paio di mesi fa Domenico Arcuri, con il governo Draghi il ...read more →

Viva l’Italia?

- di: Luciano Scateni

De Gregori: “…Viva l’Italia…l’Italia tutta intera”. È l’unico rigo di una canzone di straordinaria intensità, in sintonia con l’esordio dell’articolo numero 11 della Costituzione che ammonisce “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”. Il nostro Paese, con un fatturato di settore ...read more →

TAMPONI / RISCHIO MENINGITE CON UN USO INAPPROPRIATO

- di: PAOLO SPIGA

Non solo sono scarsamente attendibili, come dimostra la prassi quotidiana: ultimo caso, in campo sportivo, quello del calciatore del Napoli Piotr Zelinski, passato da negativo a positivo e di nuovo a negativo nel giro di 24 ore. Non solo sulla loro vendita e commercializzazione ci hanno speculato a mani base, come del resto in tutta ...read more →

‘Coagulo’ e il suo antagonista

- di: Luciano Scateni

L’autorevolezza del polo universitario Humanitas illumina per conferme scientifiche quanto suppone la logica dell’uomo qualunque, cioè privo di cognizioni mediche. Dunque: la trombosi, gravissima patologia ematica, se non affrontata preventivamente e precocemente può provocare gravi complicazioni, fino alla morte. L’argomento è strettamente connesso al decisivo tema della vaccinazione di massa, nodo centrale nella fase ancora ...read more →

Covid-star e Tv

- di: Luciano Scateni

Brad Pitt, l’astronauta Cristoforetti, Cristiano Ronaldo, Elisabetta II, i miliardari di Amazon, Alibaba, Facebook, Microsoft, Google e per noi italici Mattarella, Agnelli, Valentino Rossi, eccetera, eccetera: oramai sono dilettanti della popolarità televisiva, per non parlare di maschi e femmine habitué del debordante mondo del gossip. Dal via del ferale manifestarsi della pandemia e ancor più ...read more →

La video-lettera di Luciana

- di: Luciano Scateni

Mai accaduto, ma da ieri sera il mio nome mi piace. Perché, al femminile, veste alla perfezione la saggia, pedagogica satira, in chiave di comicità, della Littizzetto e la sua benedetta, permanente crociata contro soprusi, ingiustizie, discriminazioni, razzismo, comportamenti incivili, violenze di ogni genere. C’è in giro non poco perbenismo di casta, e convive tra ...read more →