Patrick, dopo Giulio. Egitto disumano

- di: Luciano Scateni

Sa di stallo avvelenato, responsabile l’Egitto, il calvario dei genitori di Giulio Regeni privo di uno straccio di motivazione il logorante confronto con l’Egitto per conoscere e punire gli assassini del giovane ricercatore italiano, torturato e ucciso da sgherri su mandato di elementi, che sono emanazione del governo del Cairo. La vicenda è allucinante, testimone ...read more →

BANCA ETRURIA / IGNAZIO VISCO SFUGGE ALL’INTERROGATORIO

- di: Cristiano Mais

Condanna ad un anno e due mesi in appello per i vertici di Banca Etruria. Lo ha deciso il tribunale di Firenze nel processo di secondo grado che ha visto alla sbarra, tra gli altri, l’ex presidente dell’istituto Giuseppe Fornasari e l’ex direttore generale Luca Bronchi, con l’accusa di ostacolo alla vigilanza. Assolto il dirigente ...read more →

“Facite ammuina”

- di: Luciano Scateni

Dopo decenni di colpevole complicità con le conseguenze del separatismo Nord-Sud, egoisticamente sbilanciato a favore del triangolo industriale, il governo demostellato, in lodevole coincidenza con la sollecitazione delle sardine, presenta al Paese un piano organico ben strutturato e con adeguata copertura finanziaria per invertire rotta e mostrare che l’Italia è madre di figli da allevare ...read more →

Vendette al cianuro

- di: Luciano Scateni

La verità? La politica zoppa dell’Italia non è operabile al momento:  il suo andare claudicante, sofferto, è sovrapponibile al doloroso disagio di chi avrebbe l’urgenza di sostituire la testa del femore consunta con una protesi, perché impedito nella deambulazione e dipendente dai pericolosi effetti collaterali di farmaci antidolorifici, ma deve accodarsi ad altri numerosi pazienti ...read more →

CORONAVIRUS / I BIG DELLA “RICERCA” (SIC) DANNO I NUMERI

- di: PAOLO SPIGA

2, 3, 12, 18, 24. Danno i numeri, ottimi per giocarli al lotto, i Soloni della ricerca scientifica internazionali e locale, a proposito del tempo che sarà necessario per mettere a punto un vaccino in grado di sconfiggere il Coronavirus. E poi, lorsignori, parlano di fake news e di infodemia! Proprio come quando il bue ...read more →

L’utopia italiana del bipolarismo perfetto

- di: Luciano Scateni

Che  bello se l’Italia fosse un Paese a democrazia bipolare, qual è la contrapposizione democratici-repubblicani negli Stati Uniti, dove si confrontano i due blocchi in rappresentanza della destra liberista e della democrazia progressista. Il caos della ‘politica come mestiere’, che inquina il nostro Parlamento con conseguenze devastanti  sulla governabilità, è platealmente disegnato dalla selva di ...read more →

La parola al Senato

- di: Luca Kocci

Ci siamo. Il Senato, investito dal Tribunale di Catania, deve dire sì o no al processo che vede imputato dell’accusa di sequestro di persona aggravato l’ex ministro degli Interni, che impedì lo sbarco di 131 migranti salvati dalla nave Gregoretti. Si  vota fino alle 19  e l’esito dovrebbe essere scontato, dal momento che la maggioranza ...read more →

GEORGE SOROS / L’INNO INTONATO DA GAD LERNER SU REPUBBLICA

- di: PAOLO SPIGA

Dio li fa e poi li accoppia. Succede al giornalista e pensatore di casa nostra Gad Lerner e al magnate Mangia-Paesi George Soros. E accade con un’intera pagina griffata Lerner e pubblicata su Repubblica: un inno (genuflesso) nel settore “cultura” (sic) titolato “Il capitalista riluttante – Finanziere miliardario e filantropo ha sposato l’idea più liberal ...read more →

Prescrizione. Renzi tifa per il salva reati

- di: Luciano Scateni

Ma di che parlano, su cosa litigano, cosa nascondono con liti astruse, incomprensibili ai più, strumentali, vergognosamente mistificatrici? Mentre l’economia denuncia un nuovo rischio di recessione, la produzione industriale è asfittica, il virus cinese si riverbera con danni in crescendo sulla salute finanziaria globale e il pianeta subisce con eventi devastanti il cambiamento climatico, l’Italia ...read more →

GLIFOSATO / KELLOGG’S LO ELIMINA PER IL RISCHIO CANCRO

- di: Cristiano Mais

Kellogg’s, la nota azienda produttrice di cereali, mette al bando l’uso del glifosato. Il clamoroso provvedimento sarà graduale, verrà cioè adottato nell’arco di cinque anni. Fino ad oggi l’aveva utilizzato come agente essiccante pre-raccolta nella sua catena di approvvigionamento di grano e aveva nei suoi principali mercati, compresi gli Stati Uniti. Oltre agli Usa, ci ...read more →