LA MISTERIOSA MORTE DELL’AMBASCIATORE CINESE A TEL AVIV / LA PISTA UCRAINA

- di: PAOLO SPIGA

Come mai è calato subito il silenzio sulla morte del neo ambasciatore cinese a Tel Aviv Du Wei? Perché è stata archiviata in fretta e furia la “pratica” come semplice “decesso per arresto cardiocircolatorio”? Come mai nessuno vuol vederci più chiaro? Partiamo dal fatto che ogni essere umano muore per arresto cardiocircolatorio. Perché il cuore, ...read more →

CASO ORLANDI / L’ENNESIMO J’ACCUSE DEL FRATELLO PIETRO

- di: Cristiano Mais

Ennesimo j’accuse dai microfoni di “Chi l’ha visto” lanciato da Pietro Orlandi contro le alte gerarchie vaticane, colpevoli di aver affossato l’inchiesta su ossa e frammenti del cimitero teutonico. Parole pesanti come macigni, all’indomani dell’archiviazione di un’indagine partita un anno e mezzo fa e poi culminata in un superficiale esame durato appena un giorno e ...read more →

POTERI FORTI / L’ULTIMO MESSAGGIO DI GIULIETTO CHIESA

- di: PAOLO SPIGA

In difesa di Julien Assange come simbolo di democrazia e di libera informazione. Per denunciare gli attuali, immensi pericoli che tutti corriamo per la privazione dei più elementari diritti. E per la presenza di forze oscure che minano le nostre esistenze. Sono le ultime parole pronunciate in videoconferenza da Giulietto Chiesa, poche ore prima della ...read more →

MAEVE KENNEDY / PERCHE’ E’ STATA SUBITO ARCHIVIATA LA SUA “MORTE”?

- di: MARIO AVENA

Come mai nessuno ha osato sollevare un dubbio sulla misteriosa morte di Maeve Kennedy Townsend McKean, la nipote di Bob Kennedy, e di suo figlio Gideon nelle acque del Maryland? L’interrogativo sorge spontaneo, soprattutto dopo che la polizia locale ha certificato in fretta e furia la morte per annegamento, archiviandola come “morte presunta”. Come mai ...read more →

GIALLO ALPI / ENTRO IL 4 APRILE LA DECISIONE DEL GIP DI ROMA

- di: Cristiano Mais

Stanno per scadere i sei mesi di proroga decisi dal gip del tribunale di Roma sul giallo dell’omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Il 4 ottobre 2019, infatti, il gip Andrea Fanelli chiese una proroga di sei mesi per andare avanti nelle eterne indagini, anche sulla scorta dell’ennesimo appello lanciato dai legali della famiglia ...read more →

CASO AGOSTINO / I BOSS MADONIA E SCOTTO VERSO IL RINVIO

- di: PAOLO SPIGA

“Trentuno anni fa ho promesso che avrei tagliato la barba quando sarebbero stati scoperti gli assassini di mio figlio Nino e di mia nuora Ida. Non è ancora arrivato quel momento anche se in questi ultimi giorni stanno accadendo cose importanti”. Sole le parole di Vincenzo Agostino, barba bianca lunghissima, padre dell’agente Nino Agostino, ammazzato ...read more →

CASI DE MAURO E GIULIANO / DOPO 50 ANNI CARTE DESECRETATE

- di: PAOLO SPIGA

Ci sono voluti quasi 50 anni per conoscere il contenuto di quattro bollenti informative firmate nel 1971 dal generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e dal commissario di polizia Boris Giuliano, trucidati poi dalla “mafia”. In quei documenti erano rappresentate le convinzioni, di tutta evidenza suffragate anche da prove, che dietro ai grandi omicidi di mafia ...read more →

YARA GAMBIRASIO / QUEL DNA DEI MISTERI

- di: PAOLO SPIGA

Cominciano ad affiorare pesanti dubbi sulla sentenza definitiva a carico di Massimo Bossetti per l’omicidio di Yara Gambirasio. Dalla lettura dei verbali di interrogatorio relativi al primo grado di giudizio – lettura possibile solo ora che sono stati depositati i motivi della sentenza della Cassazione, perché prima quei verbali erano secretati – sorgono non pochi ...read more →

DESAPARECIDA / CHIESTA L’ARCHIVIAZIONE DEL CASO DI ANGELA CELENTANO

- di: MARIO AVENA

A 24 anni di distanza dalla scomparsa di Angela Celentano, la procura di Torre Annunziata chiede l’archiviazione del caso. Saranno ora i genitori della ragazza a dover decidere se opporsi o meno alla richiesta. Un giallo mai chiarito, nonostante la mole di indagini effettuate nel corso degli anni, popolati anche da depistaggi. Come è successo ...read more →

CASO MOLLICONE / LE PAROLE CLOU DEL BRIGADIERE “SUICIDATO”

- di: MARIO AVENA

Udienza clou al tribunale di Frosinone per il giallo Mollicone. Il giudice dell’udienza preliminare, Domenico Di Croce, ha consentito l’uso processuale di una dichiarazione molto significativa per suffragare la colpevolezza degli imputati accusati della morte di Serena, ammazzata 19 anni fa. Un caso mai fino ad oggi risolto – a testimonianza che la giustizia di ...read more →