Morto il calcio, viva il calcio

- di: Luciano Scateni

Tirate un sospiro di sollievo: sull’orgia calcistica degli Europei è calato il sipario e dai televisori scompare la campagna promozionale combattuta a colpi di spot, sigle, rievocazioni di precedenti, pronostici per quelli in corso, storie individuali di star e di squadre pluridecorate o a digiuno da sempre dell’ “ambito trofeo”, pubblicità, commenti, interviste, note di ...read more →

Razzismo, non solo Usa

- di: Luciano Scateni

I bravi italiani, quelli delle nobili teorie sull’accoglienza di cittadini del mondo, guardano scandalizzati alle tragedie americane. I bravi italiani esprimono solidarietà a iosa per i derelitti che lasciano la loro terra invivibile, devastata da guerre spesso accese dai ricchi per appropriarsi di preziose risorse naturali, oppressa da dittature feroci, incapace di sfamare chi l’abita, ...read more →

Complottismo, diffuso sport italico

- di: Luciano Scateni

Meno male che il “Fatto” c’è, residuale foglio con vocazione al giornalismo d’inchiesta. Molto mancherebbe alla completezza dell’informazione senza le indagini che lo caratterizzano come voce permanente di denuncia. Il “Fatto” rivela gli obiettivi di un complotto per colpire Renzi, insinuando che avrebbe intascato denaro dal Mossad, dai servizi segreti di Israele. Rivela un testimone ...read more →

Faida made in Usa

- di: Luciano Scateni

La grande America, che il resto del mondo candida con eccesso di generosità a modello di democrazia avanzata, si porta dentro veleni antichi, residui di barbarie come il ku klux klan, sanguinario esponente del razzismo consumato negli anni bui dello sfruttamento degli schiavi e comunque dell’atavica intolleranza dei bianchi per chi ha pelle nera. L’assurdo ...read more →

Cara Italia, dacci oggi lo scandalo quotidiano

- di: Luciano Scateni

Uno ci prova: vuoi vedere che distrarre l’attenzione dalla cronaca quotidiana ti può regalare un paio di giorni esenti dallo stillicidio di uno scandalo al giorno? Non è così. Il test fallisce miseramente e nel breve volgere di quarantotto ore questa pagina di denuncia contiene a stento quanto è accaduto. A sparare con alzo zero, ...read more →

Mi compri un cane?

- di: Luciano Scateni

“Papà, mammina, voglio un cane”. Dopo molti no di consapevolezza per l’impegno che richiede l’amico dell’uomo, i bravi genitori cedono. “Se studi e ottieni buoni voti in pagella forse ti accontentiamo” Buoni voti, arriva bobby, ribattezzato Nerina, femmina di un mix tra una barboncina e un senza razza. Neonato amabile, riceve le cure premurose della ...read more →

Senza peccato? Scagli la prima pietra.

- di: Luciano Scateni

Cresce la convinzione di vivere in un Paese bellissimo, l’Italia, ma popolato da imbroglioni, truffatori, corrotti e corruttori, da una gamma variamente invasiva di mafie e da insospettabili che finiscono per essere sospettati, come racconta la cronaca quotidiana. Sono finiti nel grande calderone dell’illecito perfino carabinieri, militari di rango massimo, poliziotti, vertici della Finanza, magistrati. ...read more →

Islanda, arrivo

- di: Luciano Scateni

Avremmo (in tanti) voglia di dire ciao a questa Italia pasticciona, di epiche guerre intestine che riducono la politica a risse di cortile, a imbarbarimento che non distingue tra innocenti e colpevoli. Chissà andare a cercare serenità in Islanda, in quell’angolo del nord Europa che ha la caratteristica di non conoscere la notte in maggio, ...read more →

No change, ma di che cambiamento parlano i grillini?

- di: Luciano Scateni

Siamo generosi e aspettiamo a mandare Virginia Raggi sul banco degli imputati, ma i primi passi della sindaca grillina sono incerti e non promettono ottimismo per il futuro di Roma. Il Pd contesta la scelta dell’ex consigliere comunale pentastellato Daniele Frongia per il ruolo di capo di gabinetto della giunta, accusato di non poter firmare ...read more →

Uno per tutti, nessuno per uno, ovvero i Pd anti Renzi

- di: Luciano Scateni

Quando si dice “Covare una serpe in seno” si indica un nemico in casa e non c’è niente di più vero nella battaglia, prima sotterranea, poi amplificata dai media, che il vetusto D’Alema conduce contro Renzi da quando gli ha negato un incarico europeo ritenuto prestigioso. Di micce, innescate dall’ex leader del Pd è cosparso ...read more →