ANGELI CON LA CODA – Il libro su un amore diverso

- di: Redazione

Con il libro dal titolo “Un Amore diverso. Angeli con la coda”, dedicato agli Animali d’Affezione, si propone un’iniziativa culturale a sostegno degli Animali in difficoltà. Con questo libro non si vuole fermare il tempo sul passato ma, al contrario, si vuole guardare al futuro, ricchi di una forza che soltanto l’Amore e la speranza ...read more →

IL SILENZIO E’ D’ORO, COME L’ASCOLTO

- di: Andrea Cinquegrani

 Non si ascolta più. Nell’immenso rumore quotidiano, nel frastuono di suoni e intrusioni acustiche che vengono dal mondo reale ma – oggi – ancor più da quello virtuale, dalla rete, dal web e dalle mille “app” sfornate ogni giorno dai giganti di internet, la capacità (e la volontà) di ascoltare si sta sempre più perdendo. ...read more →

In tre minuti – Zone d’ombra, vatti a fidare…

- di: Luciano Scateni

Zone d’ombra – Vatti a fidare La Caritas? La facevano a se stessi, ma altro che carità. L’inchiesta della magistratura indaga sulla distrazione di fondi destinati dal governo, come rimborso, agli immigrati e gestiti dalle organizzazioni che li assistono, accusate di averne messa in tasca una parte, anziché assegnarlo interamente ai legittimi destinatari. Sono otto gli ...read more →

Se gli opposti si toccano… Il punto di giovedì 21 maggio

- di: Luciano Scateni

“Lei non sa chi sono io” E’ trascesa nel turpiloquio la spocchia di chi dovrebbe essere d’esempio per il ruolo di uomo pubblico e di “onorevole”, come ama essere identificato, ignorando al pari dell’intero parlamento che il titolo è stato cancellato addirittura dal fascismo. Roberto Formigoni, evidentemente avvezzo alla sopraffazione di regole e norme di ...read more →

L’arresto del marocchino e non solo… il punto di mercoledì 20 maggio

- di: Luciano Scateni

Va e vieni del marocchino Con enfasi tipicamente ministeriale, adatta a presunti successi istituzionali, Renzi, Alfano e funzionari delle forze dell’ordine, hanno adoperato l’amplificazione dei media per dichiarazioni di autostima per efficienza nel caso dell’arresto che ha portato in carcere il marocchino ritenuto mandante e forse esecutore dell’attentato al museo africano del Bardo e della ...read more →

Il caso Giulio Murolo e l’ineluttabilità dei tabù

- di: Rita Pennarola

Appartengo anagraficamente a quella categoria di persone – europee, italiane, napoletane –  che quasi cinquanta anni fa, nel 1968, scesero insieme dalle barricate e fecero saltare in aria tutti i tabù eretti dalle migliaia di generazioni umane che li avevano preceduti. Niente più timori reverenziali aprioristici, basta con le sottomissioni “per ipotesi”, fine del “tu ...read more →

OGGI NON SI TORTURA, MA SI “POSTA” E SI “TWITTA”

- di: Andrea Cinquegrani

    Una lunga intervista dello scrittore spagnolo Alfonso Armada al filosofo sudcoreano Byung-Chul Han, appena uscito col suo “Nello sciame. Visioni dal digitale”: tutte le trappole e gli inganni del web e della nostra odierna prigione quotidiana, il panottico digitale. “La folla che tante conquiste ha ottenuto in passato è oggi uno sterile sciame. ...read more →

Expo – Che viva l’Albero della Vita

- di: Luciano Scateni

Se Parigi ha ereditato la tour Eiffel dal suo Expo, Milano conserverà la meravigliosa suggestione dell’Albero della Vita, stupendo biglietto da visita della sua città espositiva. E’ il giorno dei riflettori, che illuminano dal mondo intero un milione di metri quadrati abitati dai cento e quarantacinque Paesi di ogni latitudine, compreso il Nepal devastato dal ...read more →

Web & solitudine, il fattore umano

- di: Andrea Cinquegrani

Web e solitudine. Un binomio che si fa sempre più attuale, soprattutto tra molti giovani che – secondo recenti ricerche universitarie statunitensi – sono sempre più intrappolati nella rete. Con una serie di patologie a cascata. Ne abbiamo parlato con lo psicoterapeuta ed esperto di dipendenze Michele Rossena. Ora è la volta di Sebastiano Maffettone, ...read more →

I giornali non sono morti, ma devono voltare pagina

- di: Andrea Cinquegrani

Intervista all’antropologo Marino Niola su media “vecchi” e “nuovi” Ha fatto discutere non poco – sulla rete e non solo – il consueto colonnino “Miti d’oggi” dell’antropologo Marino Niola per il Venerdì del 13 febbraio, dall’eloquente titolo: “E se qualcuno inventasse un asocial network?” giornali. Partendo dall’addio di Andrew Sullivan al suo The Dish, il ...read more →