Riforma RAI: l’ennesimo colpo alla democrazia

- di: Imposimato Ferdinando

Dopo la scuola pubblica, ora si punta al controllo delle TV di stato. Grazie a un emendamento del governo in senato, il direttore generale Rai avrà pieni poteri su nomine e programmi Rai. Verrà meno il pluralismo informazione, con l’esclusione del M5S dalla possibilità di parlare. Istituti di ricerca come il Censis e altri dicono ...read more →

Compravendita senatori – Il libro di Alessandro De Pascale

- di: Redazione

A chiusura di un processo durato un anno e quattro mesi, al termine di cinque ore di camera di consiglio, l’ex premier Silvio Berlusconi e il faccendiere Valter Lavitola sono stati condannati a tre anni di reclusione e cinque di interdizione dai pubblici uffici per corruzione. Anche se, va subito chiarito, non si arriverà mai ...read more →

UNA FINESTRA SUL CORTILE. IL GRANDE VILLAGGIO DEL WEB

- di: Andrea Cinquegrani

Storie di solitudine. Vite alla ricerca di una propria identità. Alla ricerca di altri, di amici, forse di uno specchio della propria anima. Sempre più spesso la ricerca viaggia su internet, va in rete, in una giungla man mano più intricata di post, tweet, app. Dipendenze? Forse. Una fresca puntata di AnnoUno, condotta da Giulia ...read more →

Orizzonti di storia – Un libro di cinema controcorrente nel centenario della Grande Guerra

- di: Paolo Speranza

Sceglie la frase di un classico del Settecento inglese, Samuel Johnson, ripresa da Kubrick nel film Orizzonti di gloria, per il titolo del suo volume sulla Grande Guerra nel cinema: “Il patriottismo? L’ultimo rifugio delle canaglie“. Non poteva esserci una duplice citazione (letteraria e cinematografica) più esplicita e calzante per un libro così coraggioso e ...read more →

Scuola – Una riforma per bamboccioni tecnologici

- di: Ferdinando Imposimato

Il prof Guglielmo Forges Davanzati, che ho conosciuto a Lecce al Liceo classico Palmieri, mi ha inviato un’analisi molto importante sugli effetti negativi o inesistenti della riforma della buona scuola sulla occupazione giovanile. Lo ringrazio per il prezioso contributo alla chiarezza. Ecco cosa dice il prof Forges Davanzati. “Nel documento preparatorio della “riforma” della Buona ...read more →

ANGELI CON LA CODA – Il libro su un amore diverso

- di: Redazione

Con il libro dal titolo “Un Amore diverso. Angeli con la coda”, dedicato agli Animali d’Affezione, si propone un’iniziativa culturale a sostegno degli Animali in difficoltà. Con questo libro non si vuole fermare il tempo sul passato ma, al contrario, si vuole guardare al futuro, ricchi di una forza che soltanto l’Amore e la speranza ...read more →

IL SILENZIO E’ D’ORO, COME L’ASCOLTO

- di: Andrea Cinquegrani

 Non si ascolta più. Nell’immenso rumore quotidiano, nel frastuono di suoni e intrusioni acustiche che vengono dal mondo reale ma – oggi – ancor più da quello virtuale, dalla rete, dal web e dalle mille “app” sfornate ogni giorno dai giganti di internet, la capacità (e la volontà) di ascoltare si sta sempre più perdendo. ...read more →

In tre minuti – Zone d’ombra, vatti a fidare…

- di: Luciano Scateni

Zone d’ombra – Vatti a fidare La Caritas? La facevano a se stessi, ma altro che carità. L’inchiesta della magistratura indaga sulla distrazione di fondi destinati dal governo, come rimborso, agli immigrati e gestiti dalle organizzazioni che li assistono, accusate di averne messa in tasca una parte, anziché assegnarlo interamente ai legittimi destinatari. Sono otto gli ...read more →

Se gli opposti si toccano… Il punto di giovedì 21 maggio

- di: Luciano Scateni

“Lei non sa chi sono io” E’ trascesa nel turpiloquio la spocchia di chi dovrebbe essere d’esempio per il ruolo di uomo pubblico e di “onorevole”, come ama essere identificato, ignorando al pari dell’intero parlamento che il titolo è stato cancellato addirittura dal fascismo. Roberto Formigoni, evidentemente avvezzo alla sopraffazione di regole e norme di ...read more →

L’arresto del marocchino e non solo… il punto di mercoledì 20 maggio

- di: Luciano Scateni

Va e vieni del marocchino Con enfasi tipicamente ministeriale, adatta a presunti successi istituzionali, Renzi, Alfano e funzionari delle forze dell’ordine, hanno adoperato l’amplificazione dei media per dichiarazioni di autostima per efficienza nel caso dell’arresto che ha portato in carcere il marocchino ritenuto mandante e forse esecutore dell’attentato al museo africano del Bardo e della ...read more →