WEF & OMS / IL J’ACCUSE DELL’ECONOMISTA USA CRAIG PAUL ROBERTS

Condividi questo articolo

Un j’accuse che più forte non si può sia nei confronti del ‘World Economic Forum’ che, soprattutto, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, arriva da uno dei più noti economisti americani, che ha ricoperto importanti incarichi istituzionali negli Usa.

Si tratta di Paul Craig Roberts, il quale certo non può essere considerato un filo Putin. Parla infatti chiaro il suo curriculum: ha   lavorato per anni come analista e consulente presso il Congresso a stelle e strisce, dove ha contribuito in maniera decisiva alla stesura del famoso ‘Economy Recovery Tax Act’ nel 1981. E’ stato assistente del Segretario al Tesoro per la politica economica sotto la presidenza Reagan. Quindi è passato alla docenza universitaria: ha tenuto per dieci anni la cattedra di Economia presso il ‘Center for Strategic and International Studies’. Autore di numerosi libri,   è una delle firme per il ‘Wall Street Journal’ e il ‘New York Times’.

Di seguito pubblichiamo il suo ultimo intervento, titolato “Il WEF e l’OMS si pongono al disopra dei governi del mondo”.

In basso trovate i link dei recentissimi articoli della Voce sul WEF e sull’OMS; nonché quelli di altri stimolanti interventi firmati da Paul Craig Robert e pubblicati sul nostro sito.

Inoltre, potete trovare il link che porta ad un interessante ‘appello’ rivolto all’OMS da un gruppo di scienziati e ricercatori italiani, radunati sotto la sigla ‘Commissione medico-scientifica indipendente”. Da leggere.

 

 

 

IL WEF E L’OMS SI PONGONO AL DI SOPRA DEI GOVERNI DEL MONDO

 

FONTE

 Nogeoingegneria

Di Paul Craig Roberts

“Negli ultimi tre anni, l’esclusione della gente comune da quello che viene ancora venduto come processo democratico ha toccato l’apice”. – Peter Koenig

In qualità di ex economista senior della Banca Mondiale e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Peter Koenig ha informazioni privilegiate. Lo condivide con noi qui:

In primo luogo, chiedetevi come mai l’organizzazione di Klaus Schwab, il WEF, e l’organizzazione di Rockefeller, Bill Gates e Big Pharma, l’OMS, siano arrivate ad usare la parola “mondo” nel loro nome. L’unica organizzazione di livello mondiale è l’ONU. Come suggerisce il nome, è un’organizzazione di nazioni indipendenti. Parlano le nazioni, non il mondo, certamente non si tratta di un’organizzazione privata come il WEF e di un’organizzazione finanziata privatamente come l’OMS.

I globalisti che parlano a nome del mondo ci hanno già giocato un brutto scherzo appropriandosi di un nome che suggerisce che due organizzazioni private parlano a nome del mondo. Queste due organizzazioni stanno per usurpare questa autorità privata sull’umanità. Il WEF esiste da 53 anni, l’OMS dal 1948, quando fu fondato da Rockefeller. Quest’anno, l’OMS ha fatto un grande sforzo per ottenere l’autorità sulle politiche sanitarie di ogni Paese.

Se l’OMS avrà successo, questa organizzazione finanziata da privati sarà indipendente dai governi e non avrà alcuna responsabilità politica nei confronti della popolazione. La stessa organizzazione che ha mentito e ingannato con la sua garanzia che il vaccino Covid era “sicuro ed efficace” si sta accaparrando il potere di imporre qualsiasi dettame a livello mondiale. Siete soddisfatti di questo?

Sia il WEF che l’OMS operano inventando minacce e tenendo sotto controllo le dichiarazioni, ad esempio quelle relative al riscaldamento globale causato dall’uomo e alle pandemie, con la soluzione di accentrare il potere e minare la sovranità nazionale e la necessità di rendere conto ai cittadini.

Da 53 anni, il WEF si impegna affinché sia un club di prim’ordine a cui aspirare. Si occupa della qualificazione di potenziali leader politici, professionali e d’impresa. Un invito a una riunione fa sentire il destinatario speciale. Chi non riceve inviti li desidera. In questo modo si crea la certezza della correttezza dell’agenda del WEF. I partecipanti ascoltano discorsi che non possono mettere in discussione e accettano le idee che provengono dai grandi nomi. Dopo 53 anni, il WEF ha un seguito ampio e influente.

L’OMS si appresta a diventare un’organizzazione governativa mondiale ufficiale, attraverso l’incorporazione nel sistema delle Nazioni Unite. Se l’OMS riuscirà a controllare le politiche sanitarie di tutti i Paesi, significherà la fine della scienza indipendente in medicina. A parte la guerra nucleare, difficilmente si può immaginare uno sviluppo altrettanto catastrofico.

Immaginate di essere un senatore degli Stati Uniti o un presidente di commissione della Camera e di rendervi conto che queste organizzazioni mirano a porre fine alla sovranità nazionale. Cosa si può fare? Se iniziate a parlare contro di loro e a smascherarli, useranno la loro vasta rete per tagliarvi i contributi alle campagne politiche e per demonizzarvi come reazionari che si oppongono alla soluzione dei problemi più urgenti del mondo.

L’indipendenza dei popoli e dei Paesi ha fatto molta strada verso la loro fine.

E poi, chiedetevi come è possibile che queste due organizzazioni, che hanno strumentalizzato al massimo l’affermazione del Covid, possano ora avere una qualche credibilità a posteriori, dal momento che i dati ufficiali di tutti i governi mostrano un massiccio aumento di morti inspiegabili in seguito alla vaccinazione Covid? Sono i vaccinati, non i non vaccinati, a morire improvvisamente e a sviluppare malattie. I medici segnalano anche un aumento dei tumori e una diminuzione della fertilità dopo la campagna di vaccinazione.

Migliaia di scienziati e medici sono giunti alla conclusione che i vaccini a base di mRNA siano letali per molte persone e causino una serie di problemi di salute gravi e permanenti per molte altre. Alcuni dei più rinomati scienziati e medici del mondo hanno chiesto l’immediata sospensione delle iniezioni di mRNA. Eppure la Food and Drug Administration statunitense ha approvato le iniezioni per i neonati, e molti genitori rimangono così ignoranti da essere complici dell’omicidio e dei danni alla salute dei propri figli.

Ci si può chiedere come persone così poco coscienziose, ingenue e fiduciose possano resistere all’assalto del WEF/OMS.

 

Paul Craig Roberts (nato il 3 aprile 1939) è un economista e autore americano. In passato ha ricoperto un incarico di Sottosegretario nel governo federale degli Stati Uniti e ha insegnato in diverse università americane. È un promotore dell’economia dell’offerta e un oppositore della recente politica estera degli Stati Uniti.

Roberts ha conseguito un dottorato presso l’Università della Virginia, dove ha studiato con G. Warren Nutter. Ha lavorato come analista e consulente presso il Congresso degli Stati Uniti, dove è stato accreditato come l’autore principale della bozza originale dell’Economic Recovery Tax Act del 1981. È stato assistente del Segretario del Tesoro degli Stati Uniti per la politica economica sotto il presidente Ronald Reagan e, dopo aver lasciato il governo, ha ricoperto per dieci anni la cattedra di economia William E. Simon presso il Center for Strategic and International Studies e ha fatto parte di diversi consigli di amministrazione di società. Ex redattore associato del Wall Street Journal, i suoi articoli sono apparsi anche sul New York Times e su Harper’s, ed è autore di oltre una dozzina di libri e di numerosi articoli sottoposti a revisione paritaria.

 

LINK 

La CMSi chiede formalmente all’OMS un confronto scientifico su efficacia e sicurezza dei vaccini Covid

 

 

LINK VOCE

OMS / IL “GOLPE” PER RIDURRE A ZERO LA SOVRANITA’ DELLE NAZIONI    

16 Gennaio 2023 di PAOLO SPIGA

 

 ‘WORLD ECONOMIC FORUM’ / TUTTI I BIG PER DAVOS. CI SARA’ ANCHE IL PRESIDENTE-GUITTO ZELENSKY?

13 Gennaio 2023 di Andrea Cinquegrani

 

NATO & USA / STANNO AGGREDENDO LA RUSSIA

24 Giugno 2022 di PAOLO SPIGA

 

Com’è stata orchestrata la pandemia di Covid-19

25 Luglio 2021 di  Redazione

Condividi questo articolo

Lascia un commento