Dalla Cina con terrore

Condividi questo articolo

Dis-onorevole ministro della Salute Schillaci, dia conto all’Italia del ritardo di cinque giorni nell’imporre a chi proviene dalla Cina di sottoporsi al tampone. Quanti passeggeri positivi sono entrati in Italia se è vero che il Covid ha infettato un cinese sud due? Si auguri che non dovremo affrontare per colpa sua una nuova ondata di pandemia. Così fosse si munisca fin d’ora delle sue dimissioni e per essere in buona compagnia le unisca a quelle richieste a La Russa e alla figlia di Rauti, clamorosamente colpevoli di aver violato il giuramento all’Italia antifascista.

In tema di attentati alla democrazia, dia conto anche del suo voto in Parlamento che consente il reintegro anticipato di medici e sanitari NO VAX sospesi, che abolisce l’obbligo di esibire il green pass per accedere a ospedali e residenze sanitarie, nonché il tampone dopo l’isolamento dei positivi.

Da ministro a ministro, da Scillaci a Piantedosi, controfigura di Salvini. Approvati: limiti alle navi Ong (meno salvataggi di vite umane in mare), divieto di trasbordare naufraghi su altre navi umanitarie, f Fino a 50mila euro di multa in caso di inosservanza degli obblighi e sequestro delle navi in caso di ripetute violazioni. Rinviate le norme semplificate per la concessione dei permessi di soggiorno e di asilo a chi arriva in Italia con le normali vie di accesso. In due parole: cresce il rischio di vittime del mare (Medici Senza Frontiere).

Dis-onorevole e dis-umano ministro, si associ ai colleghi candidati alle dimissioni.

Un lettore della ‘Repubblica’ si dichiara scettico (“La Russa e la Rauti non si dimetteranno mai”) e suggerisce al Pd un’interessante variante: quando ci sono loro, uscite dall’Aula.

Niente da rimproverare a “Yo soy Giorgia”, in trasferta di servizio’. Ventidue persone, venti della delegazione interna alla presidenza del Consiglio e due ‘esterni’, per un costo complessivo di 2mila 450,22 euro, di cui mille 496, 76 euro in ‘trasferimenti’ e 953,46 euro in ‘pernottamenti e pasti’. In tempi di recessione e di scippo al reddito di cittadinanza, cosa diversa è la spesa di 160mila euro nel solo mese di novembre per quatto trasferte, tre all’estero e una in Italia con 134 persone al seguito!!!:  Bruxelles, Sharm el Sheikh, Bali, in Indonesia. È una provocazione chiedere alla Meloni il perché di 134 accompagnatori?

Israele e il suo triste destino, che impedisce di liberarsi di Netanyahu, dichiaratamente di destra, coinvolto in processi per corruzione, aggressore seriale della comunità palestinese, propugnatore dell’annessione della Cisgiordana dopo aver confinato la Palestina nella striscia di Gaga, negazionista dei diritti della Lgbt (omosessuali) e di altre minoranze. È probabile la presenza nel neo governo Netanyahu di Arieh Deri (Ministero delle Finanze), nonostante la condanna recente per evasione fiscale. Svanisce per Israele la speranza di diventare un Paese a eguaglianza paritaria.

Condividi questo articolo

Lascia un commento