Perchè le recensioni sul web hanno così tanta importanza?

Condividi questo articolo

Una recensione online è considerata un feedback da parte dell’utenza, che può essere positivo o negativo, ai fini di descrivere la propria esperienza nei confronti dell’acquisto di un determinato prodotto o servizio. Sono molto diffuse, specialmente grazie alla presa di coscienza delle aziende, che hanno ben pensato di mettere a disposizione dei consumatori una sorta di metodo con cui esporre la propria idea e aiutarli a migliorare di giorno in giorno.

Esse sono come delle ‘cartine tornasole’ per qualsiasi imprenditore che voglia offrire il meglio alla propria clientela, soprattutto in termini di servizi e comunicazione. Bisogna considerare che sono un ottimo servizio alla rete, dal momento che tutti i potenziali clienti che vorranno acquistare da quel determinato esercente, potranno direttamente verificare la sua effettiva competenza nel settore.

Perché vengono fatte?

Questa domanda sorge spontanea e può avere tantissime risposte. Le principali utilità delle recensioni però, sono:

– Dare un feedback reale e personale ad una azienda/sito;

– Aiutare potenziali clienti ad orientarsi all’acquisto di determinati beni e/o servizi;

– Coinvolgere l’utenza e renderla partecipe;

– Creare una comunicazione diretta e senza filtri tra consumatori e customer service delle aziende;

– Dare spunti di miglioramento ai brand (anche quelli più famosi);

– Indirizzare la produzione di determinati prodotti rispetto ad altri;

– Formare una brand value solida;

– Stimolare la clientela e invogliarla all’acquisto;

– Aumentare il traffico organico al sito ufficiale del brand;

– Accrescere l’autorevolezza dell’impresa;

– Creare una immagine social che sia il più trasparente possibile per qualsiasi marchio;

– Capire la customer journey del potenziale pubblico di riferimento per un’attività commerciale.

Questi sono solo alcuni dei benefici che possono portare le recensioni online, che tuttora vengono usate per farsi sentire nel mare magnum della rete e dei suoi mille volti. La parte commerciale del web è importante soprattutto per creare nelle persone dei bisogni da soddisfare, che attraverso la pubblicità prima e alla advocacy prodotta dai feedback poi, produrranno materiale importante per istituzionalizzare un brand e renderlo virale.

Possono anche esserci dei risvolti negativi in questo meccanismo, dal momento che in caso di pareri discordanti/negativi nei confronti di un marchio o di un prodotto considerato ‘cattivo’, le idee del consumatore ne risulteranno fortemente influenzate.

Nello specifico si può parlare di alte probabilità di fallimento per una attività giovane, che dovrà sviluppare sin da subito un’ottima comunicazione con l’utenza e cercare di ampliarla e renderla il più diretta possibile.

Come si fanno?

Non esiste uno standard prestabilito di scrittura, semplicemente dovranno contenere:

– Nome, cognome o nickname dell’utente (che faccia riferimento a una persona reale);

– Indirizzo e-mail;

– Oggetto della recensione (titolo opzionale);

– Valutazione personale (solitamente in stelline o scala di gradimento);

– Data e ora;

– Testo esplicativo, leggibile da tutti;

– Eventuale traduzione se in lingua straniera.

Il testo contenuto al suo interno dovrà essere chiaro e lineare, senza troppi giri di parole o termini difficili, in modo tale che possa essere compreso dalla maggior parte delle persone sul web, che non sempre hanno lo stesso grado di istruzione. Poi, ci sono le recensioni fatte attraverso dei video.

Più sono semplici più saranno consultate dagli altri utenti, che ne trarranno per spunto per creare il proprio giudizio nei confronti di un attività commerciale, ma non solo.

Infatti, non si tratta sempre di aziende specializzate, ma anche di ristoranti, servizi online, attrazioni turistiche, punti vendita reali.

In poche parole si possono fare recensioni su ogni cosa, purché siano sempre veritiere, tracciabili, facilmente inquadrabili in un arco temporale noto ma soprattutto aventi la possibilità di essere smentite in caso di mancate prove che ne garantiscano l’effettiva credibilità.

Sono veramente utili agli utenti del web?

Sono utili sia per esercenti che per consumatori, proprio perché sono un ottimo modo sia per pubblicizzare le aziende che per aiutare gli utenti stessi nella scelta oculata di:

– E-commerce certificati;

– Piattaforme di gioco online sicure;

– Siti istituzionali (ai quali rivolgersi);

– Servizi di tutela dei consumatori;

– Siti di informazione (che utilizzano fonti autorevoli).

Un esempio possono essere le recensioni dei casinò online italiani autorizzati,  che saranno molto utili per orientare gli appassionati verso quelli migliori, potendo scegliere così, il più congeniale alle loro esigenze.

Le recensioni sono strumenti ormai indispensabili per definire le idee dei consumatori, ma come già descritto, sono considerate (purtroppo) anche altamente influenti nel caso di feedback negativo nei confronti di un brand.

Danneggiare l’immagine di un’azienda o elevarla, dipende tutto anche dalla qualità delle recensioni pubblicate, dal momento che più saranno positive, più sarà probabile che essa venga scelta rispetto alle competitor.

Un’ulteriore aspetto da tenere a mente quindi è la loro duplice utilità, che come un’arma a doppio taglio, può essere usata per aiutare che definitivamente compromettere un’attività.

 

In conclusione, è giusto crearsi una propria idea nei riguardi di un’azienda/piattaforma/sito web, purché non sia totalmente influenzata dai giudizi altrui, spesso dannosi o inutili al fine del soddisfacimento di un proprio bisogno.

Accade nella maggior parte dei casi (circa il 70%) che gli utenti sensibili, creino quindi una realtà distorta rispetto all’effettiva immagine di un brand, tale da portarlo ad uno stigma cronicizzato nel tempo.

Esistono feedback negativi e positivi, tutti utilizzabili a fini di marketing/sponsorizzazione aziendale, che nel tempo possono essere una vera e propria garanzia, tale da essere motivo del successo di molti marchi ora conosciuti in tutto il mondo.

Sono un ottimo riscontro con la realtà commerciale di una società come la nostra, che predilige una comunicazione veloce e transazioni quasi automatizzate, tutte sempre più impersonali e meno empatizzanti.

Il mercato nazionale/internazionale è sempre più ricco e carico di spunti per il cliente, che ora viene definito come pro-sumer e non più come semplice customer, proprio perché non subisce più passivamente la pubblicità, ma crea materiale sul web per avvalorare le proprie idee.

Avvalorarle è considerato un ottimo modo per garantire una pluralità sana all’interno di una determinata nicchia di business, cercando di fare emergere quelli più meritevoli e degni di nota.

In ultima analisi quindi, bisogna considerare le recensioni come uno strumento di cui usufruire con parsimonia, avendo particolare attenzione della loro credibilità, soprattutto se si considerano quelle più ‘brutte’ che spesso sono dettate solamente da antipatie o strategie a sfondo denigratorio.

Se da un lato sono inutili, dall’altro invece sono un vero e proprio servizio alla comunità della rete, che grazie ad esse potrà capire come orientarsi e scegliere al meglio prodotti e/o servizio di qualità.

Condividi questo articolo

Lascia un commento