BILL GATES / ORA VUOL PRODURRE ACQUA DAGLI ESCREMENTI

Condividi questo articolo

Solo ieri (vedi il link in basso) abbiamo parlato della futura ‘carne sintetica’, tra i cui sponsor eccellenti figura il miliardario-filantropo Bill Gates.

In passato ci siamo occupati dei multiformi progetti portati avanti dal vulcanico fondatore dell’impero Microsoft e ormai da anni dedito anima e corpo alla salute mondiale (attraverso i vaccini e il controllo finanziario dell’Organizzazione Mondiale della sanità, l’OMS) e ai cambiamenti climatici. Tra cui spiccano anche quelli a base di zanzare, condotti in stretta collaborazione con l’Imperial College di Londra e con la super consulenza dell’esperto di malattie tropicali, Andrea Crisanti, neo eletto in Parlamento con la maglietta del PD dopo le lunghe collaborazioni con il Governatore leghista del Veneto Luca Zaia: lo ‘zanzarologo’, come lo ha etichettato, l’anno scorso, il suo primo docente e ‘maestro’ all’Università di Padova, Giorgio Palù (oggi al vertice dell’AIFA).

Ma torniamo alle prodezze di Bill Gates, che con l’ultima performance in qualche modo ‘chiude il cerchio’ alimentare.

Bill Gates

Il suo grande progetto, iniziato comunque oltre dieci anni fa, nel 2011, è quello di ottenere acqua potabile dagli escrementi. Uno scienziato a la page ardirebbe pensare: ecco l’acqua dalla pipì. No, il neo Vate di tutti i Vaccini, e il più grande latifondista al mondo ribalta la prospettiva e dà vita a una delle più rivoluzionarie scoperte scientifiche: come ottenere acqua non dalla pipì – comunque già liquida – ma da quella che i bimbi chiamano ‘cacca’, e i più grandi ‘merda’. Da Nobel, il viaggio a Stoccolma è praticamente assicurato.

Ma vediamo più in dettaglio di cosa si tratta e leggiamo quanto scrive il sito di contro-informazione ‘Renovatio 21’.

“Il progetto è iniziato del 2011, quando la ‘Bill & Melinda Gates Foundation’ ha lanciato la ‘Reinvent the The Toilet Challenge’, ossia ‘La sfida per reinventare il bagno’”.

Continua la ricostruzione storica della memorabile impresa: “Samsung e Gates Foundation hanno portato avanti un nuovo sistema di toilette, che non utilizza un tipico sistema fognario, bensì ricicla l’orina attraverso un processo di purificazione, mentre i rifiuti solidi vengono disidratati, essiccati e ‘combusti in cenere’”.

La pipì, dunque, rientra in gioco; per dar vita ad un miracoloso mix – come vedremo – con la classica cacca.

Continua ‘Renovatio 21’: “Come sempre, Gates si muove con il supporto dei dati degli enti transnazionali (che magari finanzia lautamente, come l’OMS): con le Nazioni Unite affermano che 2 miliardi di persone non hanno accesso ai servizi di acqua potabile sicura e 3,6 miliardi non dispongono di servizi igienici sicuri. Ci sarebbero 700 bambini di età inferiore ai 5 anni che muoiono ogni giorno a causa di malattie diarroiche a causa dell’acqua non sicura e delle condizioni igienico-sanitarie”.

Samsung prevede di offrire licenze royalty-free per i servizi igienici in modo che altri produttori possano partecipare alla produzione. Bill Gates è stato direttamente coinvolto nel processo, tanto che sembra che abbia recentemente incontrato personalmente il vicepresidente di Samsung, Jay Lee, per discutere di come l’azienda potrebbe fornire il bagno alle persone che ne hanno più bisogno”.

Jay Lee

E ancora. “Nel 2015 era emerso un video in cui Bill Gates beveva un bicchiere d’acqua ottenuta da escrementi. L’atto stesso di creare questo sistema indica la volontà di far bere le proprie deiezioni processate prima agli abitanti del Terzo Mondo, poi alla popolazione mondiale”. Tanto da usare i primi – more solito – come utili cavie.

Conclude Renovatio 21: “Bill Gates, che ha nelle mani la stanza dei bottoni del sistema sanitario mondiale, dei media, di internet, dell’alimentazione, financo della genetica delle creature viventi, ora vuole che oltre che vaccinarvi e riempirvi il cervello con quello che vuole lui, a mangiare OGM e carne sintetica, ora mangiate anche la pupù e la pipì trasformate per voi in alimenti dal suo hardware miliardario: certo, fatelo per il pianeta, per la fame nel mondo, per la crisi energetica etc.”…

 

P.S. Per capire meglio, in modo plastico, il ‘Sistema’ di Potere griffato Gates, vi consigliamo la visione di uno dei migliori film degli ultimi anni. Si tratta del distopico ‘Snowpiercer’ (‘Spaccaghiacci’, 2013), del regista sudcoreano Bong Jiin-Ho, autore del pluripremiato ‘Parasite’, Palma d’Oro a Cannes nel 2019.

Nella parte di Capo-Gates c’è l’ottimo Ed Harris. Il film è una eccellente metafora del mondo che verrà, più che mai suddiviso in classi sociali le une contro le altre armate, e sullo sfondo ci sono proprio i cambiamenti climatici (per evitare il riscaldamento globale, la terra diventa un gigantesco ghiacciaio), uno dei ‘must’ per Big Bill.

Ma la scena che vogliamo portare alla vostra attenzione è una in particolare: quella che mostra il ‘metodo’ di produzione dell’alimento iper-nutriente destinato agli schiavi. Una barretta che ricorda tanto le antiche confezioni di ‘mele cotogne’, rettangolini squisiti. Solo che le barrette del film derivano dal ‘trattamento’ – via triturazione di enormi pale meccaniche – di centinaia e centinaia di scarafaggi, avete capito bene, i classici ‘bacherozzi’ alla romana.

Forse Super Bill ai bacherozzi non c’è ancora arrivato. Ma è sicuramente sulla strada giusta.

 

 

 

Link   

‘FDA’ NEGLI STATI UNITI / PRESTO l’OK ALLE CARNI SINTETICHE GRIFFATE GATES & MUSK

21 Novembre 2022 di PAOLO SPIGA

 

BILL GATES / PRIMA I VACCINI E I CAMBIAMENTI CLIMATICI. ORA I CESSI

1 Agosto 2021 di PAOLO SPIGA

Condividi questo articolo

Lascia un commento