PENSIONI MINIME / ECCO IL CADEAU DA 38 EURO CHE TI CAMBIA LA VITA! 

Condividi questo articolo

Abbiamo appena scritto di pensioni nella news di ieri dedicata ai Paperoni dell’Energia e all’idea di raddoppiare le pensioni sociali da fame, anzi da morte certa.

Ebbene il governo Meloni, per mostrare la sua efficienza maxima, ha risposto proprio in queste ore. E i pensionati possono cominciare a stappare lo champagne.

Gongola il sito economico-finanziario ‘Affari italiani’, in brodo di giuggiole: “Per i pensionati è in arrivo una piacevole novità a partire dall’inizio del prossimo anno: gli assegni saranno rivalutati del 7,3 per cento. La misura – si legge sul ‘Sole 24 Ore’ – scatterà dal 1° gennaio 2023, per effetto del meccanismo di indicizzazione ai prezzi al consumo. L’importo di una pensione al minimo salirà di 38 euro netti al mese, quella da mille euro lordi di 52 euro netti e un trattamento da 4mila euro mensili crescerà di altri 150 euro netti. Una rivalutazione record delle pensioni”.

Avete letto bene: le ‘pensioni sociali’, quelle minime e fino ad oggi da ‘fame’, pari a 470 euro, aumenteranno del 7,3 per cento, ossia di 38 euro al mese. Un record storico, secondo ‘Affari italiani’.

Capace di risolvere tutti i problemi dei pensionati, sulla via della rapida eliminazione della povertà, secondo il Di Maio Pensiero.

Capito allora? Il primo ministro Giorgia Meloni e il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti – il maggiordomo di Mario Draghi nell’ultimo esecutivo – fanno una regalo natalizio anticipato ai milioni di pensionati alla fame. Così potranno festeggiare con 4 panettoni Melegatti e 4 spumantini nostrani. Per lo champagne è meglio aspettare…

Maurizio Landini

Ma una bottiglietta di olio di ricino non la vogliamo aggiungere al ‘pacco’ di Natale?

Anche per favorire il transito intestinale, con tutte le mangiate che i neo-nababbi pensionati potranno fare!

Non ha niente da dire il PD di un Enrico Letta ormai alla frutta?

Non dicono una parola i 5 Stelle e l’unico che parrebbe aver le carte di regola per attivare una ‘federazione’ realmente progressista, Giuseppe Conte?

Sta zitto e muto, come al solito, l’ectoplasma a capo della Cgil Maurizio Landini, che secondo ‘il Foglio’ sta vivendo un idillio col primo ministro proprio sul versante pensioni?

Siamo ormai, sul serio, ai confini della realtà.

 

 

P.S. In realtà, l’unico che nel suo programma elettorale ha parlato di ‘raddoppio’ delle pensioni sociali è stato Silvio Berlusconi. Che lo aveva già fatto all’inizio degli anni 2000, con le pensioni minime portate ad ‘1 milione di lire’.

Ma vuoi vedere che il Cavaliere è uno dei pochi, in questo parlamento di ladri & ignoranti, a proporre di tanto in tanto cose sagge e a raccontare verità scomode, come è appena capitato con le follie di Volodymyr Zelensky che ci stanno trascinando tutti nel baratro?

 

Link

ENI, ENEL & C. INGRASSANO / E MEZZA ITALIA MUORE

10 Novembre 2022  di PAOLO SPIGA

Condividi questo articolo

Lascia un commento