VACCINI & TEST GENETICI /PARLA IL VIROLOGO GIULIO TARRO

Condividi questo articolo

La fondamentale importanza dei ‘Test genetici’ per accertare se l’organismo è in grado di sopportare l’impatto del vaccino, soprattutto a livello cardiocircolatorio.

Solo in questo modo è possibile ‘prevenire’ nel miglior modo e in maniera scientifica gli effetti collaterali dei vaccini, i famigerati ‘effetti avversi’ che si stanno verificando in tutto il mondo, soprattutto tra i giovani, come documentano in modo drammatico gli ultimi dati resi noti dai CDC, i ‘Centers for Deseases Control’ statunitensi (viene evidenziata la stratosferica cifra di 10 milioni di ‘effetti avversi’, di varia entità, da quelli meno impattanti fino a miocarditi o infarti).

E’ uno dei punti caldi del fresco di stampa “Covid 19 – La fine di un incubo”, firmato dal virologo Giulio Tarro. Ed è uno degli argomenti che lo stesso Tarro illustra nel podcast che potete ascoltare qui a seguire.

I test genetici sono molto costosi. Per questo motivo lo Stato, che rende obbligatori i vaccini, dovrebbe quantomeno rendere altrettanto obbligatori – e gratuiti – i test genetici. Ovvio.

Test che riguardano sia i vaccini ‘tradizionali’, quelli cui vengono ritualmente sottoposti tutti i bimbi; sia – a maggior ragione – quelli anti-covid, che – non dimentichiamolo – sono ‘sperimentali’, visto che i ‘trials’ sarebbero dovuti terminare il 31 dicembre 2023, quindi tra più di un anno.

Nell’intervista che segue Tarro esprime anche le sue valutazioni sulla politica governativa portata avanti nei mesi della pandemia: una questione di grossa rilevanza, visto che il nuovo esecutivo ha manifestato l’intenzione di costituire una Commissione parlamentare d’inchiesta. Pur se i primi ‘rumors’ paiono volerne delimitare la portata, consentendole di indagare solo sotto i profili ‘amministrativi’, mentre dovrebbero essere passate ai raggi x tutte le carenze politiche e soprattutto scientifiche palesate in quei tragici dieci mesi, dove imperava il diktat ‘Tachipirina e Vigile Attesa’ che ha prodotto migliaia e migliaia di morti. Cittadini che si sarebbero potuti salvare attraverso cure e farmaci in commercio: per fare solo due esempi l’idrossiclorochina (usata con successo in Francia) e l’invermectina.

Nel podcast Tarro parla anche di efficacia e sicurezza degli attuali vaccini anti-covid, oggi messe pesantemente in dubbio non solo dai tragici numeri forniti dai CDC americani, ma anche da quanto sta emergendo attraverso la Commissione d’inchiesta sui vaccini promossa dal Parlamento europeo e da alcune settimane al lavoro. Ne stanno venendo fuori di tutti i colori, con pesantissime  responsabilità a carico dalla Commissaria UE Ursula von der Leyen.

Ma adesso è il momento di ascoltare le parole del professor Tarro, intervistato da Andrea Cinquegrani. Il podcast è stato realizzato da Corrado Valletta, un giornalista e film-maker di grande valore.

 

 

LINK SPREAKER

https://www.spreaker.com/show/intervista-al-professor-giulio-tarro

 

Credenziali per accesso

Mail liberavoce.1@gmail.com

pw Wtarro

Condividi questo articolo

Lascia un commento