PAXLOVID / ATTENTI ALL’USO DEL FARMACO ANTICOVID DI PFIZER

Condividi questo articolo

Sos Paxlovid, il super farmaco anti-covid ideato da Pfizer che può avere pericolose interazioni con alcuni farmaci comuni, e che può quindi creare grossi problemi, sul fronte degli ‘effetti avversi’ in chi non lo assume con le dovute cautele.

A suonare il campanello d’allarme per mettere in guardia chi assume il farmaco sono i ricercatori statunitensi del ‘Lahey Hospital and Medical Center’ che fa capo alla celebre ‘Harvard Medical School’ (ma non solo loro).

In base ai loro ultimi studi, infatti, Paxlovid “può aumentare il rischio disviluppare coaguli di sangue se assunto con anticoagulanti”.

Inoltre, “può causare un battito cardiaco irregolare se combinato con farmaci per il dolore cardiaco”.

E ancora, “se assunto insieme alle statine (assunte per tenere sotto controllo il colesterolo ndr), può risultare tossico per il fegato”.

Perfino il presidente degli Stati Uniti ha usato il Paxlovid quando

è risultato positivo al Covid, lo scorso luglio: ma il suo medico, Kevin ‘O Connor, gli ha temporaneamente sospeso l’uso della statina Crestor e di Equalis, la pillola per prevenire l’ictus.

Sostiene Sarju Ganatra, direttore del programma cardio-oncologico presso il ‘Lahey Hospital and Medical Center’: “la consapevolezza della presenza di interazioni farmacologiche di Paxlovid con i comuni farmaci cardiovascolari è fondamentale. La sua prescrizione potrebbe essere incorporata in un ordine che consente ai medici, cardiologi o di base, di escludere consapevolmente qualsiasi controindicazione alla co-somministrazione di Paxlovid. Tuttavia, la comprensione da parte di un operatore sanitario delle sue interazioni farmacologiche con i farmaci cardiovascolari è fondamentale”.

Paxlovid ha ottenuto l’autorizzazione dalla ‘Food and Drug Administration’all’uso di emergenza negli Usa a dicembre 2021, come “farmaco antivirale per il trattamento di Covid da lieve a moderato in pazienti ad alto rischio”. Fino ad oggi è stato somministrato a milioni di americani, ma non si conoscono ancora i dati ‘ufficiali’ diramati dai CDC (i ‘Centers for Deseases Control’) per quanto riguarda gli effetti avversi fino ad oggi registrati in seguito alla somministrazione del farmaco.

Mentre solo pochi giorni fa, invece, sono stati resi pubblici quelli – drammatici – sul fronte degli effetti avversi in seguito ai vaccini, soprattutto quelli a mRNA(come Pfizer e Moderna), milioni e milioni di casi, come abbiamo pubblicato sulla Voce (potete leggere cliccando sul link in basso).

Tornando al Paxlovid, il farmaco è comporto da due antivirali: ritonavir enirmatrevir.

Afferma Dan Barouch, direttore del ‘Center for Virology and Vaccine Research’ al ‘Beth Israele Deaconess Medical Center’ di Boston: “Il ritonavir è un farmaco non specifico che inibisce il metabolismo. Ma il ritonavir in Paxlovid può inibire il metabolismo di altri farmaci. Quindi devi stare molto attento quando prescrivi Paxlovid a persone che assumono determinato anticoagulanti, farmaci per il cuore, statine e anche altri prodotti”.

 

 

Link

VACCINI ANTI-COVID / ALLARME DAGLI STATI UNITI

8 Ottobre 2022 di MARIO AVENA

Condividi questo articolo

Lascia un commento