EFFETTI AVVERSI DEI VACCINI / ALLARMI DAL PENTAGONO ALLA GERMANIA  

Condividi questo articolo

Effetti avversi dei vaccini.

E’ un diluvio di notizie, ormai, che arrivano da mezzo mondo, a testimonianza di qualcosa che, purtroppo, sta accadendo: del tutto sottovalutata dai governi, dai Soloni della Ricerca (sic) e, of course, dalle star di Big Pharma, le aziende che hanno rastrellato dollari ed euro con la pala nei quasi primi due anni di vaccinazioni ‘selvagge’, senza – per chiarirci – che i prodotti miracolosi avessero superato tutti gli step previsti sul fronte delle sperimentazioni, dei test, dei ‘trials’, come la ‘Voce’ ha più volte denunciato in questi mesi (a livello internazionale, i primi allarmi sono arrivati dall’autorevole ‘British Medical Journal’).

Le ultime, preoccupate e preoccupanti notizie, arrivano da fonti poco sospette di ‘contiguità’ con i No Vax.

 

SOS DA MEZZO MONDO

Perché si tratta – udite udite – nientemeno che del Pentagono, di un sito che fa addirittura capo alle forze armate statunitensi, e di ricerche condotte in Germania, in pole position sul fronte scientifico.

Per quanto concerne gli sos in arrivo dal Pentagono, vi proponiamo la lettura di un ampio servizio appena pubblicato dal sito iper-cattolico di controinformazione ‘La Nuova Bussola Quotidiana’, che fin dall’inizio della pandemia segue in modo meticoloso l’andamento del Covid, le sperimentazioni dei vaccini e, da mesi, il vastissimo fronte degli effetti collaterali. Effetti avversi sempre oscurati, minimizzati e cloroformizzati dal ‘mainstream’.

Roberto Burioni

Facciamo un solo esempio: la lezione impartita dal Guru dei Vaccini, il massone Roberto Burioni, che da oltre tre anni (anche prima della pandemia) imperversa ogni domenica sera nel salottino di Fabio Fazio su Rai3: non una tivvù rionale o di quartiere, ma di Stato, quindi pagata con i soldi di tutti i contribuenti.

Ebbene, cosa è stato ‘propinato’, due anni fa, dal Mago-Massone a tutti gli italiani, preoccupati circa l’efficacia e, soprattutto, la sicurezza dei vaccini? Una fake news più grossa d’un grattacielo,   la bufala più gigantesca mai sentita al mondo. “Sapete – interrogò Burioni – quanti sono i decessi fino ad oggi registrati al mondo dopo quasi un anno di vaccini? Uno, 1 solo di numero. E’ successo in Nuova Zelanda”.

Come mai – sorge spontaneo l’interrogativo – nessuno chiamò un’ambulanza del 113 per far ricoverare il folle Burioni che dava non solo i numeri (1 numero) agli italiani, ma soprattutto una falsa notizia, del tutto fuorviante e che di certo ha fatto vittime innocenti?

Per dirne una sola, visto che la disinformazione sui vaccini di TUTTI i media nazionali è stata macroscopica, giocata tragicamente sulla pelle dei cittadini, che hanno bevuto il latte prodotto da simili, incredibili bufale. Un drammatico ‘Scherzi a parte’ in piena regola.

Ma qualcuno ha detto qualcosa? I partiti zitti e muti, allineati e coperti in un silenzio omertoso. Totalmente complice la Commissione di Vigilanza Rai: a proposito, esiste ancora, visto che negli ultimi mesi non ha mai dato un segno di vita?  Forse è finita negli scantinati del ‘Museo Egizio’ di Torino?

 

 

Ma torniamo all’argomento base di cui stavamo parlando.

L’inchiesta che vi proponiamo dalla ‘Nuova Bussola Quotidiana’ è fresca fresca, del 16 agosto e si intitola:

Vaccino e danni al cuore, nuove prove. In campo il Pentagono.

 

A questo punto, vi riproponiamo la lettura di un altro interessante reportage, sempre pubblicato sulla ‘Nuova Bussola’, stavolta il 2 febbraio scorso e dal titolo non meno significativo:

 

Sindrome vaccinale? Quelle strane malattie che colpiscono i militari negli USA.

 

E per completare il quadro americano, per cercare di decodificare il futuro nel firmamento a stelle e strisce, ecco un’altra lettura. La fonte è sempre autorevole, il sito ‘forzearmate.eu’; la data di pubblicazione è il 27 gennaio 2021 e il titolo, anche stavolta, parla da solo:

 

I MEDICI MILITARI USA SVELANO I DATI INQUIETANTI SULLA SICUREZZA DEI VACCINI.

 

E per finire un salto in Germania. Dove un’equipe tedesca ha appena diffuso il contenuto di un rapporto, datato 6 luglio, non solo sugli effetti collaterali dei vaccini, ma sulla più che ‘allarmante’ composizione chimica di molti vaccini. In soldoni,   vengono descritte minuziosamente le sostanze tossiche trovate in tutti i campioni di sangue (una cinquantina) prelevati da soggetti vaccinati.

Ecco cosa viene messo nero su bianco: “Il gruppo di lavoro ha riscontrato che maggiore è la stabilità dell’involucro delle nanoparticelle lipidiche, più frequenti sono gli effetti collaterali dei vaccini”.

Lo studio si conclude con un drammatico appello: “Al fine di scongiurare un pericolo diretto e immediato per la salute e la sicurezza pubblica, chiediamo che i programmi di vaccinazioni contro il Covid vengano sospesi immediatamente”.

Il rapporto è stato inviato a tutti i membri del Bundestag tedesco, ad un gran numero di scienziati e ai media.

Allarme vero, allarme falso? Di solito, si sa, i tedeschi non scherzano…

Per un preciso diritto-dovere di cronaca ve ne proponiamo, anche in questo caso, la traduzione.

 

 

I ricercatori tedeschi esaminano i “vaccini” Covid e il sangue delle persone vaccinate e dicono di interrompere immediatamente le vaccinazioni

DI RHODA WILSON

 

Il gruppo di lavoro tedesco per l’analisi del vaccino contro il Covid ha reso pubblicamente disponibile il suo “Riassunto dei risultati preliminari”. In un ampio rapporto del 6 luglio, il Gruppo ha descritto le sostanze tossiche presenti in tutti i campioni di “vaccino” Covid analizzati e i marcati cambiamenti osservati nei campioni di sangue prelevati da persone vaccinate. Il Gruppo ha inoltre riscontrato che maggiore è la stabilità dell’involucro delle nanoparticelle lipidiche, più frequenti sono gli effetti collaterali del vaccino.

“Al fine di scongiurare un pericolo diretto e imminente per la vita umana e la sicurezza pubblica, chiediamo che i programmi di vaccinazione contro il Covid-19 vengano sospesi immediatamente”, afferma il rapporto del Gruppo.

Secondo WG Vaccines Education, questo rapporto è stato inviato a tutti i membri del Bundestag (Camera bassa del parlamento in Germania) e poi alle autorità e ai media, per un totale di oltre 4000 persone.

Un abstract e un collegamento al rapporto possono essere trovati sul canale Telegram della dott.ssa Ana Maria Mihalcea QUI (inglese) o sul canale Telegram di AG Impfstoffe Aufklärung (WG Vaccines Education) QUI (tedesco).

Il Working Group for Covid Vaccine Analysis è un gruppo di lavoro interdisciplinare che si è assunto il compito di analizzare i contenuti e gli effetti dei nuovi “vaccini” Covid-19. Il gruppo è un gruppo di lavoro in rete a livello internazionale con un nucleo di oltre 60 medici, medici, farmacisti, scienziati, matematici, professionisti della salute alternativa, avvocati e giornalisti.

Il Gruppo ha osservato che, a causa della situazione politica senza precedenti in cui si trova da marzo 2020, i contenuti del loro rapporto non sono stati sottoposti al consueto processo di revisione tra pari. Tuttavia, “diversi colleghi altamente qualificati nella nostra rete internazionale hanno esaminato in modo critico le nostre presentazioni e fornito feedback”.

 

Questa sintesi è una presentazione preliminare e in continua evoluzione della nostra ricerca e dei risultati sui cosiddetti vaccini Covid-19, nonché degli effetti che abbiamo riscontrato sul corpo umano e sul sangue in particolare. La sintesi è destinata all’interesse pubblico e per incoraggiare ulteriori discussioni scientifiche.

 

Il Gruppo di lavoro per l’analisi dei vaccini Covid continua a lavorare in stretta collaborazione con diversi gruppi internazionali che stanno svolgendo indagini simili e che hanno ottenuto risultati coerenti con i nostri. I risultati della nostra analisi dei vaccini possono, di conseguenza, essere considerati convalidati in modo incrociato.

Ci sono domande a cui devono rispondere in modo soddisfacente i produttori di vaccini e, in Germania, il Paul Ehrlich Institute (l’agenzia del Ministero della Salute federale tedesco responsabile della regolamentazione dei vaccini in quel paese). È necessario indagare sui possibili nessi causali tra i vaccini e i decessi.

Il Gruppo ha esaminato campioni di sangue di 48 persone vaccinate.

Il confronto dei campioni di sangue di individui non vaccinati e vaccinati mediante microscopia in campo oscuro ha mostrato cambiamenti evidenti nel sangue di ogni persona che era stata vaccinata con i vaccini Covid-19. Ciò era evidente anche se quelle persone a quel punto non avevano mostrato alcuna reazione visibile alle vaccinazioni. Strutture complesse simili a quelle dei vaccini sono state trovate nei campioni di sangue dei vaccinati. Utilizzando l’analisi dell’immagine dell’intelligenza artificiale (AI), è stata confermata la differenza tra il sangue delle persone vaccinate e non vaccinate.

 

Utilizzando un piccolo campione di analisi del sangue vivo di individui vaccinati e non vaccinati, hanno determinato che l’intelligenza artificiale (AI) può distinguere con affidabilità del 100% tra il sangue del vaccinato e quello non vaccinato. Ciò indica che i vaccini Covid-19 possono apportare cambiamenti a lungo termine nella composizione del sangue della persona vaccinata senza che quella persona sia a conoscenza di questi cambiamenti.

Formazioni cristalline sono state trovate in tutti i campioni di sangue prelevati da persone vaccinate. “Stiamo continuando ad analizzare queste formazioni”, hanno osservato gli autori. Il Gruppo ha anche osservato la formazione di rouleaux di globuli rossi in tutti i campioni vaccinati e “spesso ha osservato una disintegrazione insolitamente rapida dei diversi tipi di cellule nel sangue vaccinato”.

 

Gli autori hanno notato che le indagini iniziali sui contenuti dei vaccini Johnson & Johnson (Janssen), Lubecavax e Influspit Tetra utilizzando SEM ed EDX non hanno finora mostrato segni di questo tipo di contaminazioni e particelle. Per chi fosse interessato agli effetti, alle pagine da 19 a 21 della relazione, gli autori forniscono una breve indicazione medica di ciascun elemento riscontrato come da elenco precedente. Ad esempio, gli autori ipotizzano che: “Da un punto di vista medico, il cesio non ha valore terapeutico; al contrario, si dovrebbe presumere che l’aggiunta di cesio disturbi l’equilibrio del potassio e potrebbe causare la morte di cellule vitali (es. cellule di difesa) per accelerare eventualmente l’effetto della vaccinazione o per evitare di metterlo in pericolo. Inoltre, è stato utilizzato un plasma accoppiato induttivamente (“ICP”) per esaminare il contenuto della fiala del vaccino Moderna e Pfizer-BioNTech. Gli autori hanno notato che i loro risultati dovrebbero essere verificati da altri gruppi poiché era disponibile solo una piccola quantità di materiale campione. Nel campione Moderna, invece, il Gruppo ha trovato antimonio. L’antimonio (Sb) è un elemento presente in natura ed è definito un metallo altamente tossico. Gli autori del rapporto hanno notato che i composti organometallici dell’antimonio hanno un effetto antiprotozoico/antiparassitario. L’antimonio pentavalente (sodio stibo[V]-gluconato), ad esempio, è usato per trattare la leishmaniosi, malattia parassitaria tropicale. L’antimonio si trova anche come adiuvante antiprotozoico nei vaccini precedenti. Esistono differenze di tossicità a seconda della valenza chimica: l’ossido di antimonio, in quanto può essere applicato come nanomateriale, è presente in forma pentavalente. La dose [nel campione del vaccino Covid di Moderna] non era tossica nei risultati attualmente disponibili. Non è ancora chiaro in quale valenza sia presente l’antimonio nel vaccino Moderna testato. Le informazioni ufficiali sulla presenza di antimonio nel vaccino, in generale, non sono state finora pubblicate. L’antimonio può essere usato come ossido di antimonio sotto forma di nanoparticelle. Le informazioni ufficiali sulla struttura delle nanoparticelle a Moderna, tuttavia, indicano una struttura liposomiale del rivestimento dell’mRNA. Non ci sono riferimenti all’antimonio. [Con] i risultati attualmente disponibili, resta il presupposto che l’antimonio abbia un effetto immunosoppressivo. Per quanto riguarda le conseguenze potenzialmente tossiche, si segnala che sono da considerare effetti collaterali dello stibogluconato sodico pentavalente somministrato direttamente in circolo, come molto probabilmente si verifica nella valenza in Moderna: nausea, vomito, mialgia, mal di testa, letargia e alterazioni dell’ECG; con la somministrazione prolungata si notano polmonite, danni all’emocromo e disfunzione epatica. Quando si verificano, i danni più gravi colpiscono principalmente il fegato e il cuore. Questi sono tutti eventi clinici osservati dopo la vaccinazione. Sintesi dei risultati preliminari, Gruppo di lavoro per l’analisi dei vaccini Covid, 6 luglio 2022, pagg.28, 29 Stabilità delle nanoparticelle lipidiche L’mRNA ha bisogno di un involucro protettivo per entrare nelle cellule. Questo involucro protettivo è costituito da nano lipidi. I nanolipidi sono stabilizzati da strati di polietilenglicole (“PEG”). Il PEG è formato da catene di diverse lunghezze. La struttura di una nanoparticella lipidica che protegge l’mRNA è mostrata schematicamente di seguito: Sintesi dei risultati preliminari, Gruppo di lavoro per l’analisi dei vaccini Covid, 6 luglio 2022, pag.22 Di seguito è riportata una rappresentazione schematica di una nanoparticella lipidica difettosa. Sintesi dei risultati preliminari, Gruppo di lavoro per l’analisi dei vaccini Covid, 6 luglio 2022, pag.25 La stabilità dell’involucro delle nanoparticelle lipidiche è strettamente correlata all’incidenza degli effetti collaterali e delle lesioni del vaccino. Più stabile è questo involucro, maggiore è la quantità di mRNA che penetra nelle cellule, dove avviene la produzione di proteine ​​spike. Questi risultati corrispondono ai risultati dei patologi che hanno effettuato autopsie su persone morte a causa del danno da vaccino. Le proteine ​​​​spike sono state rilevate nel tessuto danneggiato. I ricercatori sospettano che la proteina spike sia, di per sé, tossica.

LINK ORIGINALE: https://expose-news.com/2022/08/13/german-researchers-stop-vaccines-immediately/

 

 

LEGGI ANCHE

ORIGINE DEL COVID / PISTA AMERICANA, CINESE E UCRAINA: ECCO LE NEWS

11 Agosto 2022  di Andrea Cinquegrani

Condividi questo articolo

Lascia un commento