A chi troppo, a chi niente

Condividi questo articolo

Capisci al volo cosa spinge l’intraprendenza degli affaristi a impadronirsi della professione di immobiliarista. Per fatale attrazione, indotta da immagini da sogno, esposte in bella mostra nella vetrina di una di molte agenzie che comprano e vendono ville a 5 stelle di Marbella (mitico enclave che attrae miliardari big della finanza britannica, petrolieri arabi, re Mida Usa, attori, divi dello sport (per esempio Djokovic)  e super ricchi ereditieri, nasce la curiosità di saperne di più del ‘mercato’ di questi ‘luoghi’ ultramoderni dell’abitare, riservati a pochi ‘oligarchi’, non necessariamente ad amici di Putin.

In pochissime parole: Marbella, immersa in un verde curatissimo, da sogno, bagnata dal mare per tutta la sua estensione, dotata di servizi impeccabili, è stracolma di ville edificate in epoca di boom turistico. Alcune per effetto di usura decennale richiedono interventi di manutenzione milionari. L’immobiliarista che fa: l’acquista, l’affida ad archistar di fama e la rivende. Un esempio: la villa “X” comprata per tre milioni, va sul marcato al costo di 80 milioni.  Ridisegnata, ospita dieci camere da letto, 17 bagni, un cinema privato e una piscina con cascata e s’è aperta un’asta per assegnarla a uno dei quattro candidati all’acquisto.

Può sembrare retorica vetero comunista, ma fa niente, non si può fare a meno di pensare ai milioni di esseri umani che vivono in baracche fatiscenti o in terra, coperti di cartoni per non morire di freddo. Un incredibile record gli 80 milioni?  Assolutamente no.

A Cannes, uno dei luoghi più esclusivi del mondo, un’immensa, particolarissima villa da sogno vale 365 milioni di euro! Famoso quartiere di Bel Air, di Los Angeles, una lussuosissima dimora vale 233 milioni di euro. Barbados, 116 milioni di euro e si diventa proprietari di una mega-villa con 20 camere da letto, un ampio parcheggio sotterraneo per 18 auto, una Spa, un health club e una caffetteria. Tel Aviv, piastrelle d’oro 24 carati nel bagno principale e design Versace in una lussuosa villa di Israele. In elenco si aggiunge una proprietà di Sydney, Australia, con spiaggia privata. Gingins, Svizzera, castello con area equestre. Vancouver, Canada, vista mozzafiato sull’oceano. Include un lungomare di 3.000 metri quadrati. Monaco di Baviera, Germania, una villa ospita anche un centro benessere, una palestra e una wine room. Roundwood, Irlanda, una splendida dimora del XVIII secolo comprende la proprietà di oltre 5 mila acri nella campagna irlandese.  Russia, casa di campagna alle porte di Mosca, dimora ‘degna di un re’, con piscina coperta e uno splendido viale alberato. 74 milioni di euro.

Inutile dirlo. L’elenco proposto è molto riduttivo. Nel mondo, di ville da molti milioni di euro sono decine e rappresentano plasticamente la crudeltà disumana che domina la Terra: ricchezze di nababbi e povertà di invisibili, cioè della società che finge che non esistono. Uno che finge, per crudeltà mentale, è il neo zar del Cremlino, Vladimir Putin.  Il presidente russo ha una villa sulle colline di Marbella: due piscine, cinema e una cantina. È una delle proprietà più spettacolari di tutta l’Andalusia.

Condividi questo articolo

Lascia un commento