OMS – Colpo di stato per dettare l’agenda sanitaria

Condividi questo articolo

di F. William Engdahl

Entro il novembre del 2022, all’inizio della prossima stagione influenzale nell’emisfero settentrionale e su iniziativa dell’amministrazione Biden, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, salvo un miracolo, imporrà un inaudito controllo dall’alto sui regolamenti e sulle misure sanitarie nazionali dell’intero pianeta. In quello che equivale ad un vero e proprio colpo di stato, l’OMS otterrà nuovi poteri draconiani per scavalcare la sovranità nazionale di 194 Paesi membri dell’ONU e imporre con la forza del diritto internazionale le proprie misure sanitarie. Se ne parla, a volte, come del Trattato OMS sulle pandemie, ma è molto di più. Peggio ancora, la maggior parte del budget dell’OMS proviene da fondazioni private legate ai vaccini, come la Fondazione Gates, o da Big Pharma, e questo rappresenta un enorme conflitto di interessi.

 

I nuovi draconiani poteri dell’OMS

Fare qualcosa di nascosto significa farlo in maniera segreta o recondita, per evitare che sia conosciuto da tutti ed eventualmente contrastato. Questo vale per la proposta presentata dall’amministrazione Biden all’OMS di Ginevra il 18 gennaio 2022, secondo i documenti ufficiali dell’OMS. L’OMS ha nascosto i dettagli degli “emendamenti” statunitensi per quasi tre mesi, fino al 12 aprile, appena un mese prima che l’organo competente dell’OMS si riunisse per approvare le radicali misure. Inoltre, invece dei necessari 18 mesi di attesa per diventare un trattato di diritto internazionale, questa volta ne sono bastati solo 6. Si tratta di una vera e propria corsa al ribasso. La proposta degli Stati Uniti è sostenuta da 47 Paesi, compresi quelli dell’UE, il che garantisce un’approvazione quasi certa.

Le proposte, ufficialmente denominate “Rafforzare la preparazione e la risposta dell’OMS alle emergenze sanitarie: Proposta di emendamenti al Regolamento Sanitario Internazionale,” sono state presentate dall’Assistente Segretario per gli Affari Globali (OGA) del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti, Loyce Pace, come “emendamenti” ad un trattato del 2005 del Regolamento Sanitario Internazionale dell’OMS, già ratificato. L’OMS definisce tale trattato del 2005 come segue: “Il Regolamento sanitario internazionale (2005) (RSI) fornisce un quadro giuridico generale che definisce i diritti e gli obblighi dei Paesi nella gestione di eventi ed emergenze di salute pubblica che possono potenzialmente attraversare le frontiere. Il RSI è unostrumento di diritto internazionale giuridicamente vincolante per 196 Paesi, compresi i 194 Stati membri dell’OMS.” (grassetto aggiunto)

La signora Pace è arrivata all’amministrazione Biden dopo aver diretto il Consiglio per la salute globale, i cui membri includono i nomi più corrotti di Big Pharma, tra cui Pfizer, Lilly, Merck, J&J, Abbott, AVAC, finanziata da Bill Gates, per citarne alcuni. Le sue proposte di trasformazione radicale dei poteri dell’OMS in materia di “pandemie” ed epidemie potrebbero essere state facilmente scritte da Gates e da Big Pharma.

Prima di esaminare la portata degli “emendamenti” di Loyce Pace nella trasformazione dell’OMS in una dittatura della salute globale con l’inaudito potere di scavalcare le sentenze di qualsiasi governo nazionale, è necessario sottolineare il cavillo legale. Camuffando un cambiamento completo dei poteri del trattato OMS del 2005 come semplici “emendamenti” ad un trattato già ratificato, l’OMS sostiene, insieme all’Amministrazione Biden, che l’approvazione degli emendamenti non richiede un nuovo dibattito di ratifica da parte dei governi membri. Si tratta di un’operazione furtiva. Senza alcun dibattito nazionale da parte di rappresentanti eletti, l’OMS non eletta diventerà in futuro una superpotenza globale con poteri di vita e di morte. Washington e l’OMS hanno deliberatamente limitato il processo di partecipazione pubblica per far passare a forza questo provvedimento.

 

Una nuova legge di fatto

Come richiesto, l’OMS ha finalmente pubblicato gli “emendamenti” statunitensi. Il documento mostra le cancellazioni e le nuove aggiunte. Le modifiche dell’Amministrazione Biden trasformano il ruolo consultivo dell’OMS nei confronti dei governi nazionali, non solo per quanto riguarda le risposte alle pandemie ma anche per tutto ciò che riguarda la “salute” nazionale, con la possibilità, completamente nuova, di scavalcare le agenzie sanitarie nazionali, se il Direttore generale dell’OMS, ora Tedros Adhanom, lo deciderà.

L’amministrazione statunitense di Biden e l’OMS si sono accordate per creare un trattato completamente nuovo, che trasferirà tutte le decisioni sulla salute dal livello nazionale o locale a Ginevra, in Svizzera, e all’OMS.

L’articolo 9 è un tipico emendamento di Washington all’attuale trattato dell’OMS. La modifica statunitense consiste nell’aver inserito il termine “deve” e cancellato il termine “può“: “Se lo Stato Parte non accetta l’offerta di collaborazione entro 48 ore, l’OMS può…” Nello stesso articolo ora è stato eliminata la parte “l’offerta di collaborazione da parte dell’OMS, tenendo conto del parere dello Stato Parte interessato…” Le opinioni o il giudizio delle autorità sanitarie tedesche, indiane o statunitensi diventano irrilevanti. L’OMS potrà scavalcare gli esperti nazionali e imporre come diritto internazionale i suoi diktat per tutte le future pandemie, così come per le epidemie o per le questioni sanitarie locali.

Inoltre, in base al nuovo articolo 12 proposto sulla “Determinazione di un’emergenza sanitaria pubblica di portata internazionale, di un’emergenza sanitaria pubblica di portata regionale o di un allarme sanitario intermedio,” il capo dell’OMS – ora Tedros nel suo nuovo mandato quinquennale – potrà decidere da solo se dichiarare un’emergenza, anche senza l’accordo degli Stati membri. Il capo dell’OMS consulterà poi il “Comitato di emergenza” dell’OMS su Polio, Ebola, Influenza aviaria, COVID o qualsiasi altro problema dichiarato. In breve, si tratta di una dittatura globale sulla salute dei cittadini da parte di uno degli organismi sanitari più corrotti al mondo. I membri di un determinato Comitato d’emergenza dell’OMS sono scelti con procedure poco trasparenti e, di solito, come nel caso di quello attuale sulla polio, molti membri sono legati ai vari fronti della Fondazione Gates come GAVI o CEPI. Il processo di selezione è completamente opaco e interno all’OMS.

Tra i vari poteri, il nuovo Trattato sulle pandemie darà a Tedros e all’OMS la facoltà di imporre passaporti vaccinali e vaccini COVID in tutto il mondo. Stanno lavorando alla creazione di un programma globale di passaporto vaccinale/identità digitale. Con il nuovo “Trattato sulle pandemie,” se qualcuno dovesse essere danneggiato dalle politiche sanitarie dell’OMS, non ci sarà alcuna possibilità di ricorrere in giudizio. L’OMS gode dell’immunità diplomatica.

L’ex dipendente anziana dell’OMS e informatrice, Astrid Stuckelberger, ora scienziata presso l’Istituto di Salute Globale della Facoltà di Medicina dell’Università di Ginevra, ha osservato che “se il nuovo Trattato sulle pandemie sarà adottato dagli Stati membri, ciò significa che la Costituzione dell’OMS (come da articolo 9) avrà la precedenza su quella di ciascun Paese in caso di disastri naturali o pandemie. In altre parole, l’OMS imporrà le sue regole agli altri Paesi e non formulerà più raccomandazioni.”

Chi è l’OMS?

Con le nuove regole, il Direttore generale dell’OMS avrebbe il potere ultimo di stabilire, ad esempio, se il Brasile, la Germania o gli Stati Uniti debbano imporre un blocco della pandemia in stile Shanghai o qualsiasi altra misura decidesse di adottare. Questa non è una bella cosa. Soprattutto se il capo dell’OMS, Tedros, originario della regione del Tigray, in Etiopia, è un ex membro del Politburo dell’organizzazione marxista (designata all’epoca da Washington come terrorista) Fronte di Liberazione del Popolo del Tigray. Non ha una laurea in medicina, il primo nella storia dei direttori generali dell’OMS a non averla. Ha un dottorato di ricerca in salute comunitaria, un campo decisamente vago, di certo non la qualifica medica necessaria per uno zar della salute globale. Tra i suoi articoli scientifici pubblicati ci sono titoli come “Gli effetti delle dighe sulla trasmissione della malaria nella regione del Tigray.” Secondo quanto riferito, aveva ottenuto l’incarico all’OMS nel 2017 grazie al sostegno di Bill Gates, il più grande sponsor privato dell’OMS.

In qualità di ministro della Sanità dell’Etiopia durante la dittatura guidata dal Fronte di Liberazione del Popolo del Tigray, Tedros era stato coinvolto in uno scandaloso insabbiamento di tre gravi epidemie di colera nel Paese, nel 2006, 2009 e 2011. Secondo un rapporto investigativo pubblicato dalla Society for Disaster Medicine and Public Health, durante una delle principali epidemie di colera, “nonostante l’identificazione in laboratorio del V Cholerae come causa della diarrea acquosa acuta (AWD), il governo etiope (Tedros) aveva deciso di non dichiarare un’epidemia di colera per paura delle ripercussioni economiche derivanti dagli embarghi commerciali e dalla diminuzione del turismo. Inoltre, il governo, in barba alle norme sanitarie internazionali (OMS), si era costantemente rifiutato di dichiarare un’epidemia di colera e aveva respinto in larga misura l’assistenza internazionale.”

In qualità di Ministro della Sanità e poi degli Esteri dell’Etiopia, Tedros è stato accusato di pulizia etnica sistematica contro le tribù rivali del Paese, in particolare gli Amhara, di aver negato ai sostenitori dell’opposizione gli aiuti alimentari della Banca Mondiale e di altre organizzazioni, nonché di nepotismo e di aver dirottato i fondi internazionali per la costruzione di ospedali al suo partito di minoranza. Ironia della sorte, questo è l’opposto della nuova legge sull’OMS che Tedros sostiene oggi. Il 22 settembre 2021 la Merkel aveva riproposto Tedros per un ulteriore mandato, senza incontrare opposizione.

OMS, Gates, GERM

Un accenno a ciò che si prospetta con le nuove regole è stato dato dal più grande sponsor dell’OMS (compreso il suo GAVI), l’autoproclamato “zar di tutto ciò che è globalista” Bill Gates. Nel suo blog, in data 22 aprile, Gates aveva proposto un qualcosa di divertente con l’acronimo GERM – Global Epidemic Response and Mobilization-team. Si tratterebbe di “un’organizzazione permanente di esperti completamente retribuiti e preparati ad organizzare in qualsiasi momento una risposta coordinata ad un’epidemia pericolosa.” Aveva affermato di aver preso a modello il film hollywoodiano “Outbreak.” “Gli esperti del team incaricati di monitorare le possibili malattie sarebbero alla ricerca di potenziali focolai. Una volta individuati, il GERM dovrebbe essere in grado di dichiarare un’epidemia…” Il tutto sarebbe coordinato, ovviamente, dall’OMS di Tedros: “Il lavoro sarebbe coordinato dall’OMS, l’unico gruppo che può offrire credibilità globale.

Un’idea distopica di ciò che potrebbe accadere è la falsa epidemia di “influenza aviaria” in corso, l’H5N1, che sta causando la soppressione di decine di milioni di polli in tutto il mondo, anche in presenza di un solo pulcino positivo alla malattia. Il test è lo stesso test PCR fraudolento utilizzato per individuare la COVID-19. Recentemente, il dottor Robert Redfield, capo dei CDC di Trump, ha rilasciato un’intervista in cui ha “previsto” che l’influenza aviaria si diffonderà tra gli esseri umani e sarà altamente letale in una prossima “Grande Pandemia,” per la quale la COVID-19 era stata un semplice riscaldamento. In un’intervista del marzo 2022, Redfield ha dichiarato: “Penso che dobbiamo riconoscere – ho sempre detto che, secondo me, la pandemia COVID era stata un campanello d’allarme. Non credo che sia stata la grande pandemia. Credo che la grande pandemia sia ancora nel futuro e sarà una pandemia di influenza aviaria umana. Avrà una mortalità significativa, compresa tra il 10 e il 50%. Saranno guai.” In base ai nuovi poteri dittatoriali dell’OMS, quest’ultima potrebbe dichiarare un’emergenza sanitaria per una simile frode, indipendentemente dalle prove contrarie.

Link: https://journal-neo.org/2022/05/18/who-stealth-coup-to-dictate-global-health-agenda-of-gates-big-pharma/

 

FONTE
comedonchisciotte.org

Condividi questo articolo

Lascia un commento