Assicurazione moto: perché scegliere la garanzia Infortuni del Conducente

Condividi questo articolo

In primavera ricomincia l’assalto gioioso dei motociclisti su strada e non è raro assistere a dei gruppi veri e propri di amanti della due ruote sulle nostre strade ed autostrade.

Il motociclista è, per definizione, compiutamente attrezzato e ben organizzato e ciò non appartiene alla passata iconografia romantica del biker ma, più modernamente parlando, ad un pilota vero e proprio che calcola tutto: dal percorso, alle possibili asperità del meteo, alla situazione assicurativa che richiede sempre più attenzione.

L’assicurazione moto è infatti imprescindibile e riguardo alle moto viene richiesta una particolare attenzione a clausole e dettagli contrattuali; non da adesso ma da qualche anno, infatti, il concetto di “salute” del cittadino viene associata anche allo stile di vita in merito ai rischi più diversi.
La circolazione stradale costituisce un capitolo ben specifico che include ed enuclea l’uso della moto quale fattore di rischio “ad hoc”, di conseguenza già in passato sono state sistematizzate delle analisi con statistiche e schemi distintivi che andassero a capire quali categorie fossero più esposte ad incidenti gravi.
Sono emersi dei dati che hanno influenzato ed influenzeranno di molto le future campagne di prevenzione e sensibilizzazione.

I motocilisti sono informati di tutto ciò e sono i primi a fare molta attenzione quando si tratta di rinnovare la propria assicurazione moto che, sempre più, deve prevedere ogni tipo di evento avverso e tutela aggiuntiva, al di là dell’obbligatorietà della RC. Diventa quindi necessario valutare molto bene alcune garanzie aggiuntive ed una di esse è la polizza che include la garanzia Infortuni del conducente.

SI tratta di una garanzia accessoria che viene consigliata ampiamente per la sua caratteristica principale che è la tutela assicurativa e risarcitoria del conducente di motocicli qualora sia soggetto ad un incidente e ne ricavi un nocumento.
L’incidente può essere anche con colpa purché non sussistano violazioni gravi del Codice della Strada, in tal modo il pilota di moto sarebbe risarcito senza essere gravato da questioni risarcitorie sia nei confronti di terze parti che nei confronti di sé medesimo. ConTe.it offre questa tipologia di copertura proprio con l’idea di tutelare i motociclisti, puntando su aspetti fondamentali per un’assicurazione online quali: trasparenza e facilità del procedimento di apertura del sinistro ed utilizzo del modulo CAI da compilare e corredare con prove fotografiche emesse dallo stesso utente.
Nel caso, auspicabile, di una dichiarazione di descrizione del sinistro con opportune prove fotografiche, firmate da entrambe le parti, sarà possibile perfezionare l’accordo e quindi avviare con massima rapidità la procedura risarcitoria.

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento