ISRAELE / BOMBARDA I PALESTINESI E ARMA L’UCRAINA 

Condividi questo articolo

Israele più bellicoso che mai.

Nel giro di pochi giorni (proprio quelli di Pasqua) bombarda i   campi profughi dei palestinesi, causando centinaia di feriti.

E decide di inviare grossi quantitativi di armi ed equipaggiamenti militari a Kiev.

Una morale che più doppia e cinica non si può.

Vediamo qualche dettaglio in più sui due fatti.

Ecco cosa riferisce il sito di controinformazione l’Antidiplomatico in un servizio titolato: “Israele bombarda Gaza. Resistenza palestinese: tentativo fallito di impedire la solidarietà con Gerusalemme”.

“Da alcuni giorni le provocazioni dei coloni e delle forze di occupazione israeliane si susseguono con gli attacchi alla ‘Spianata’ della Moschea di Gerusalemme che hanno provocato centinaia di feriti tra i palestinesi che, comunque, hanno opposto una strenua resistenza. Mentre le attenzioni del mondo sono rivolte sul conflitto in Ucraina, Israele ha prima bombardato di nuovo la Siria e poi gli aerei da guerra di Tel Aviv hanno attaccato la Striscia di Gaza”.

Hazem Qassem. In alto Benny Gantz

Hazem Qassem, portavoce di Hamas, ha affermato: ‘la continuazione della lotta è un diritto naturale del nostro popolo, come la resistenza contro l’usurpazione dell’occupazione su tutti gli assi del conflitto a Gerusalemme, Gaza, Cisgiordania occupata’. Inoltre, ha sottolineato che ‘il bombardamento israeliano di alcuni siti vuoti è un tentativo fallito di impedire al nostro popolo palestinese di difendere la città di Gerusalemme e la moschea di Al-Aqsa”.

Passiamo sul secondo fronte, quello del sostegno armato all’Ucraina.

Israele ha appena deciso di inviare equipaggiamenti militari a Kiev. Come riportano i media locali, il ministro degli Affari militari israeliano, Benny Gantz, durante una conversazione telefonica con il ministro degli Affari militari ucraino, Alki Ruznikov, ha annunciato la decisione di Tel Aviv di inviare equipaggiamenti a Kiev, in risposta alle richieste pervenute dal ministero della Difesa dell’Ucraina.

Da segnalare che le autorità israeliane hanno appoggiato la risoluzione, partita dagli Stati Uniti all’Assemblea Generale della Nazioni Unite, di sospendere la partecipazione della Russia al Consiglio dei diritti umani che fa capo all’Onu.

Condividi questo articolo

Lascia un commento