REPETITA IUVANT

Condividi questo articolo

Nell’Italia della fantasia deviata proliferano gli svampimenti da effetti collaterali della pandemia e merita la citazione il mini club “Ambiguità  e dintorni’, soci onorari Freccero, Cacciari, Santoro filo russo ospite per un tempo infinito di Formigli e ovvio, il sovrastimato e immotivatamente ricercatissimo Orsini, che parla la lingua della destra, del razzismo, dell’endorsement per Putin, ma perfetto interprete di camaleontismo si dice anche di sinistra, accogliente e ostracizza l’aggressione russa alla ‘sorella’ Ucraina, offende Napoli che gli ha dato i natali, ma giura di amarla. Ora, un soggetto così, platealmente ondivago, pronto per il lettino di un erede di Freud abilitato a interpretare il tortuoso percorso mentale del sociologo da Guinness World Record primati, per la sua esasperata quanto ingiustificata presunzione, una volta sperimentato l’errore di offrigli un posto alla tavola di talkshow in politichese, dovrebbe sparire dalle agende di programmisti e conduttori e dai teleschermi. Macché, senza neppure esporre l’avvertimento ‘vietato al pubblico influenzabile’ il soggetto in questione gode di reiterata ospitalità offerta da giornalisti preoccupati di far ascolto con la rissa in diretta, apprezzata dalla massa di utenti affetti da tifomania. In cambio agevola involontariamente rinnovi di lauti contratti dei conduttori con le rispettive reti Tv.

Ha ragione chi in sede di commento a una nota severamente critica ha invitato a non occuparsi più di Alessandro Orsini, incollato al proscenio di ‘Carta Bianca’, ‘Piazza Pulita’ e simili format, ma il soggetto in questione fa di tutto per non essere ignorato. In ‘Agorà’, il suo nobile pensare sul tragico esodo di migranti dalle terre di violenza, fame, guerre: “I perbenisti ipocriti raccontano la storiella che accogliamo questi ‘poveracci’ per ragioni umanitarie, ma è una balla colossale. Facciamo venire i migranti perché sono un affare economico per amici degli amici e imprenditori senza scrupoli…L’immigrazione ha portato ad una crescita spaventosa di quattro tipi di delitti: stupri, rapine, furti e sfruttamento della prostituzione (????,ndr)”. La conduttrice approva: “Una domanda sorge spontanea: perché i migranti sono tutti uomini?”. Clamoroso falso. Emigrano donne e bambini.

Dell’exploit pro Putin nel ‘salotto’ di ‘Carta Bianca’, elevato ad Accademia della Politica dalla presenza del montanaro Corona, s’è detto a sufficienza, non della retromarcia Rai che riaccoglierebbe Orsini in casa Berlinguer senza compenso, pur di donare agli utenti Rai la sua forbita eloquenza. È un

commento da giustizialista? Lo smentisce anche un ‘caso’, ripescato in archivio, che ha fatto rabbrividire a suo tempo non solo Napoli, sua città natale, ma il mondo. Orsini dixit: “Superiore e inferiore sono categorie spesso utilizzate con intenti ignobili, come dimostra la storia repellente di tutti i razzismi, ma non ci sono dubbi, Napoli è una città inferiore per molte ragioni morali”. Altro caposaldo dell’Orsini pensiero: “Un adolescente impara che non si esce di casa indossando oggetti di valore. Derubato, gli viene detto: ‘Sciocco, che cosa ti aspettavi?’. Dunque, la routine che riproduce la società napoletana è fondata sull’idea della normalità della criminalità……A Siena, che è una città moralmente superiore a Napoli, quasi nessuno si schiererebbe dalla parte del 15enne perché la coscienza collettiva è molto più coesa intorno alla definizione pubblica di ciò che è superiore e ciò che è inferiore. La conseguenza è che, a Siena, i confini morali tra il bene e il male sono molto più marcati… L’omicidio di un15enne (Ugo Russo, ucciso da un carabiniere che voleva rapinare) non ha provocato un’insurrezione popolare contro la micro-criminalità. I napoletani sono assuefatti a queste cose. È accaduto, accadrà di nuovo e i napoletani non daranno vita a una rivolta per una vita civile migliore…La coscienza morale dei napoletani è divisa, alcuni sono contro il carabiniere, che avrebbe addirittura sbagliato a girare a Napoli con un orologio costoso; altri sono contro il 15enne”

Condividi questo articolo

Lascia un commento