CENSURA / YOUTUBE OSCURA IL DOCUFILM DI OLIVER STONE SULL’UCRAINA

Condividi questo articolo

La censura colpisce ancora.

Stavolta nel mirino c’è il grande regista Oliver Stone e il docufilm    ‘Ukraine on fire’, prodotto nel 2016.

‘Youtube’, che fino a qualche giorno fa lo ospitava, ha pensato bene di oscurarlo, tanto per genuflettersi meglio davanti ai padroni del mondo, gli Stati Uniti.

Tanto più grave questa fresca censura, a livello mediatico, perché contemporaneamente ‘Facebook’ ha deciso di andare avanti nella sua campagna per aizzare violenza contro Vladimir Putin, la Russia e i russi.

Social, quindi, allineati e coperti nel garantire non solo la disinformazione più totale, ma anche per soffiare sul fuoco.

La vicenda della censura contro Oliver Stone è ben raccontata in un breve ma succoso video di ‘Byoblu’, attraverso cui si può arrivare anche alla piattaforma canadese ‘Rumble’, che con una autentica azione di ‘salvataggio’, ora ospita il docufilm di Stone, che quindi potete ancora (vivaddio) vedere.

Ecco il link

IL PREMIO OSCAR OLIVER STONE CENSURATO DA YOUTUBE A CAUSA DELL’ UCRAINA

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento